Colpo di fulmine

L’altro giorno ho fatto un retweet di una frase di un mio follower: «Solitamente devi colpirmi i primi 5 minuti. Se non ci riesci, saranno inutili altri tentativi»

E per quanto possa sembrare estrema e forse un po’ arrogante, non la trovo del tutto sbagliata.

Se guardo al mio passato, i fatti dimostrano che le persone che poi sono rimaste nella mia vita, mi avevano tutte colpita da subito. C’è un qualcosa, una sensazione che devi percepire al primo sguardo, alla prima stretta di mano che ti fa provare attrazione, feeling, voglia di scoprire e di conoscere. Ed e’ una cosa totalmente irrazionale che va al di la’ di ogni logica. E’ pura chimica, una doccia di emozioni senza senso che ti travolge sin dai primi minuti.

E’ il colpo di fulmine. E appartiene alle persone istintive e poco razionali. A volte forse anche poco sagge che difficilmente sanno controllare le loro emozioni o razionalizzarle in comportamenti apparentemente adulti e corretti.

Ma l’altra sera, guardando un bellissimo film con Scarlett Johansson, “Vicky Cristina e Barcelona”, mi sono rallegrata nel vedere che comunque, anche un personaggio come quello di Vicky, razionale, rigido e fermamente ancorato ai propri principi, possa essere sconvolto da una passione non programmata.

Non mi sono mai ritenuta una persona razionale. Da sempre mi faccio guidare dall’istinto, spesso sbagliando, e spesso soffrendo. Ma sono convinta senza il minimo dubbio di voler continuare con questa visione della vita.

Certo la ragione tutela di piu’, ti protegge, ti crea uno scudo di difesa dal possibile dolore.

Ma non ho dubbi nel dire che risoffrirei volentieri per amore pur di vivere quelle emozioni cosi forti e cosi’ uniche che solo chi si lascia trasportare senza freni puo’ provare. Un’emozione vera e libera vale per me ogni sofferenza che puo’ potenzialmente causare.

E per prevenire da subito certe critiche preciso che questo non compromette da parte mia la conoscenza anche di chi non mi colpisce da subito. Le persone si possono anche scoprire nel tempo e spesso dalla conoscenza possono nascere rapporti bellissimi, di amicizia, che possono durare per sempre.

Ma qui parlo di un sentimento diverso e, sono convinta che quando trovero’ la mia Metamela, se la trovero’, certamente sara’ amore a prima vista.

L’eterna lotta tra ragione e sentimento ci viene raccontata sin dai tempi di Jane Austen. Non finira’ mai, cosi come non finiranno mai le discussioni tra chi segue l’una e chi segue l’altro. E non penso siano contestabili. Sono solo modi differenti di vivere le relazioni e in quanto tali vanno entrambi rispettati.

E’ solo questione di capire come siamo noi. Io mi fido del mio istinto e tendenzialmente non ha mai sbagliato…

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

9 commenti

  1. ei colpo di flash èè stato ee ti ho immortalato prova a scappare mission impossibile aaaaaaaaaaaache goduria sotto e dentro il fulmine ee il boato aa prestò al cinema da oscar

    Rispondi
    • Non rispondo mai ai tuoi assurdi e fastidiosi commenti, li cestino tutti, ti ho bloccato da ogni Social Network e nonostante cio’ mi scrivi con sempre piu’ frequenza. Ti invito a non scrivermi piu’ o mi vedro’ costretta a prendere provvedimenti.

      Rispondi
  2. prendi la mia calcolatrice in mano è inizia a sommare il saldo totale fare per gli euro dollari sterlini oro diamanti che presso il mio contino non con bonifico ma in contanti depositare ee un ottimo film cinema fare accreditare accreditare il mio conticino in bancaee in che banca

    Rispondi
  3. Davide

     /  giugno 1, 2012

    Ciao Cristina…non sono d’accordo con te solo su una cosa ovvero quandi dici che questa sensazione appartiene solo alle persone istintive…io credo invece che sia insita in ognuno di noi e che sia una sorta di ricordo primordiale di quello che una volta era l’istinto..non trovi ?
    Poi ci sono alcune persone che lo razionalizzano di più e altre meno…ma non credo che sia necessariamente legato ad una sorta di protezione dal dolore…piuttosto all’esperienza che ognuno di noi ha maturato in certe situazioni..
    In ogni caso questo video rappresenta la sintesi perfetta del tuo post: http://www.youtube.com/watch?v=hFEER88eaKI

    Rispondi
    • Ciao Davide! beh, diciamo che secondo me chi e’ piu’ istintivo e’ piu’ portato a viverlo. Pero’ quando faccio riferimento al film Vicky Cristina e Barcelona dico proprio che mi conforta l’idea di vedere che anche chi ha un carattere piu’ razionale si puo’ far travolgere da una passione inaspettata. 🙂
      Il tuo link e’ stupendo. Passa proprio il messaggio dell’istinto, della passione. Bellissimo grazie!

      Rispondi
  4. redbandblog

     /  giugno 4, 2012

    Sono d’accordo. I primi 5 minuti sono determinanti. Io raramente – anzi, direi mai – mi sono scoperta interessata ad una persona che gia’ conoscevo e per la quale non avevo mai sentito nulla. Gli innamoramenti (cosi’ come le batoste) piu’ fulminanti della mia vita sono sempre nati in 5 minuti.

    Dissento invece con l’idea di essere disposti ad accettare la sofferenza pur di vivere emozioni forti. E’ una visione molto sturm und drang e anche ingenua che non mi ha mai portato nulla di buono se non, appunto, sofferenze. A 20 anni credevo che si potesse essere paladine dell’amore sofferto e passionale ed ero disposta anche ad immolarmi. Oggi ne ho 30, appena sniffo odore di complicazioni scappo. Non credo di essere razionale, ma sicuramente sono molto piu’ pragmatica e molto molto meno disposta a sacrificare me stessa per un’idea o ideale d’amore.

    Rispondi
    • Beh, beata te, sei riuscita a razionalizzare il giusto senza rinunciare alla passione. Io ci sto ancora lavorando. 🙂
      Prima o poi mi faro piu’ furba anch’io spero 🙂

      Rispondi
  5. “A volte forse anche poco sagge che difficilmente sanno controllare le loro emozioni o razionalizzarle in comportamenti apparentemente adulti e corretti.”

    Vero. Tutto si trasforma e si rinnova. Si ritrasforma per rinnovarsi ancora.Il tempo e lo spazio si fanno irreali. Il limite è un non limite. Poi di colpo il vuoto. Immediato,Immensamente buio.Uno spazio di attesa e nuovamente immerso fra i mille sguardi alla ricerca di nuove emozioni. Spiando l’immenso mondo che ti circonda.Anamnesi di un mondo.Il mio. Da dominarsi. Almeno credo.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: