Questa e’ l’Italia

Amo Milano, amo vivere in questa citta’ e non vorrei vivere da nessun’altra parte.

Ma quando viaggi ti rendi conto che Milano, pur nella sua unicita’, e’ davvero una citta’ particolare che, certamente, rappresenta solo uno spicchio di quello che e’ la nostra splendida Italia.

Milano e’ la capitale della moda, delle griffe, delle feste e della mondanita’. Di locali che aprono e chiudono in continuazione, di aperitivi post lavoro.

Ma l’Italia, la grossa fetta del nostro splendido paese e’ fatta anche di mille altre cose.

Sono appena rientrata dall’Egitto da una settimana splendida dove ho incontrato persone che venivano da ogni parte della nostra penisola: persone semplici, genuine, sorridenti, solidali sempre pronte ad allungarti una mano.

Coppie che dopo 40 anni si amano ancora e adorano fare tutto insieme come al primo giorno; giovani amiche che vanno via per la prima volta insieme e che hanno voglia di conoscere, socializzare e che sono sempre piene di gentilezze con tutti; quelle ragazze cosi’ dolci che si avvicinano a noi “40enni” per chiederci consigli; quelle  famiglie che magari possono permettersi solo quell’unica settimana di vacanza per poter stare tutti insieme; quei  nonni che aiutano le giovani coppie a gestire i bimbi piccoli e che amano  divertirsi con loro; quelle  persone piu’ anziane che non perdono la voglia di salire su un palco con autoironia e mettersi in gioco per far divertire la gente; quelle bambine che ti guardano come se fossi una principessa e si siedono affettuosamente accanto a te anche se non ti conoscono dicendoti che da grande vogliono fare la Barbie.

Persone stupende, che si precipitano ad aiutarti se ti fai male, anche se e’ solo un graffio e che non smettono mai di sorridere alla vita perche’ conoscono ancora le parole “valori” ed “altruismo”.

Quando andiamo all’estero in vacanza  smettiamo di essere tutto quello che siamo qui.

Li’ non importa  a nessuno che lavoro tu faccia, quanti soldi guadagni o quante scarpe griffate tu abbia  nell’ armadio.

Non importa quante persone importanti conosci o chi tu sia nella tua citta’; li’ si e’ tutti uguali, tutti svestiti dei propri abiti professionali e sociali.

Si indossa un costume  e un braccialetto di plastica colorata  “all inclusive” e finalmente non ci sono piu’ differenze.

Ed e’ meraviglioso perche’ ricominci a guardare le persone negli occhi, ad ascoltarle e scopri che c’e’ un mondo da scoprire fuori dalla tua citta’.

Ad ogni persona che ho incontrato in questa settimana, con cui ho avuto la fortuna di poter condividere una cena, un caffe’, una partita a beach volley, una festa sulla spiaggia o anche solo uno scambio di sorrisi… ad ognuna di queste persone dedico il mio pensiero e un abbraccio di cuore.

Questa e’ l’Italia !

E a volte dovremmo tutti farci un bagno di umilta’ e imparare a guardare oltre le apparenze.

Giovani dentro

Non ho alcun dubbio e mi sento di poterlo affermare con convinzione: io mi sento giovane dentro!
Tante persone (che ringrazio per il grande complimento) mi chiedono, guardando le mie foto o incontrandomi in giro quale sia il mio segreto. E io do’ sempre la stessa risposta: “sono single”.
Quello che io cerco.. quella famosa “Metamela”…e’ una persona che voglia continuare a sentirsi giovane con me invecchiando insieme.
Non vorrei mai che la coppia spegnesse il mio spirito giovane e allegro, vorrei un uomo che mi apprezzasse cosi come sono…nella mia allegria, con quel pizzico di follia, senza tarparmi le ali e senza la benche’ minima intenzione mia di tarparle a lui.
Quando esco con le mie amiche sono me stessa.
A Pasqua ho passato un week-end stupendo con una carissima amica dove non c’e’ stato freno a quella voglia di divertirsi senza paura di essere giudicate.
E voglio poter essere cosi anche con il mio uomo.
Odio le persone che con gli amici sono in un modo e con il compagno/compagna sono diversi.
Quindi i casi sono due: o rimanere se stessa da single, o avere la fortuna di trovare quel fantastico uomo che ti accetta cosi come sei… giovane, a tratti ancora bambina, con quella voglia eterna di giocare…

Vince chi fugge

In amor vince chi fugge….quanto e’ vero…
Se noi ragazze imparassimo l’arte della fuga, avremmo il mondo maschile ai nostri piedi.
E’ che poi ci affezioniamo ci innamoriamo e deve esserci qualcosa nel nostro corpo, che ne so, qualcosa che produciamo noi che gli uomini invece non hanno, che ci porta naturalmente ad attaccarci a loro, a venerarli, a coccolarli, a viziarli e ad essere sempre attente alle loro esigenze.
Per loro non e’ cosi.
E’ scientificamente provato che possono stare tutto il giorno senza sentirci e stanno benissimo!
E sono quasi certa che nella maggior parte delle situazioni, non abbiano problemi particolari, non siano meno innamorati di noi  ne’ ci vogliano lasciare.
E’ che sono fatti cosi’ e sono abituati che tanto certe cose le  facciamo noi.
Provate se  riuscite, anche per un solo giorno, a togliergli quelle abitudini quotidiane che sono soliti ricevere da voi.
Vi sorprenderete nel vedere quante attenzioni di colpo avranno nei vostri confronti e quanto questo sia il modo piu’ veloce, senza chiedere, per ottenere le cose.
Ma solo per un po’, perche’ come ho gia’ scritto in precedenza, non possiamo snaturarci e diventare cio’ che non siamo.
Dovremmo solo avere ogni tanto un po’ di furbizia in piu’.
Impara l’arte e mettila da parte…

Amicizia con gli ex

Quanto tempo deve passare dalla fine di una storia prima di poter essere sinceramente amici?
Nella mia esperienza personale ho dovuto far passare almeno 1 anno per metabolizzare le rotture e iniziare a vedere l’ex come un amico.
Questo pero’ ovviamente comporta che la persona che hai amato e con cui fino a poco prima avevi condiviso la piu’ totale intimita’, magari una casa, le tue confidenze, le tue paure e le tue gioie, esca improvvisamente dalla tua vita.
Ed e’ una cosa che  aiuta da un lato a rimarginare la ferita piu’ velocemente, ma penso che crei dall’altro uno strappo che ti restera’ dentro per sempre.
Alla soglia dei 40 non dovremmo forse imparare  a comportarci da adulti e ad evitare questi lunghi periodi di silenzio con i  nostri ex?
Non so se sia possibile, ma per rispetto dell’eta’ adulta e dell’esperienza che abbiamo dovremmo almeno provarci.