La vendetta

Quando qualcuno ci ferisce,la vendetta ci puo’ far star meglio?
Come  facciamo a cancellare la rabbia e l’odio che si accumulano dentro dentro di noi?
Siamo il risultato di tutto cio che ci e’ successo nella vita e il nostro carattere e’ plasmato dalla  nostra esperienza. Quando non abbiamo affrontato i nostri dolori e li abbiamo sempre messi da parte senza viverli, ci ritroviamo pieni di rabbia e di odio accumulato e, il desiderio di vendetta, ne e’ il primo sintomo.
Non ho una risposta a tutte queste domande, ma credo di poter dire con certezza che, nonostante l’istinto di voler veder soffrire chi ci ha fatto del male, la vendetta non sia la soluzione al nostro dolore.
Il tempo, e un grosso lavoro su se stessi, magari facendoci anche aiutare da qualcuno, dagli amici, dallo sport, questo si puo’ farci stare meglio.
La vendetta puo’ solo darci un momentaneo sollievo che dura un batter d’occhio.
Poi, se siamo persone umane e di cuore, ci si rivolta contro e l’aver ferito una persona a cui abbiamo voluto bene fara’ male a noi piu’ di quanto ne abbia fatto a lei.
Dovremmo tutti dimenticarci di questa parola e lasciare che chi ci ha ferito o fatto del male esca dalla nostra vita naturalmente.
Sempre citando il Dalai Lama, alla cui “filosofia di pensiero” mi sto avvicinando molto, “In quanto esseri umani abbiamo buone qualità, ma anche cattive. Ora, la rabbia, l’attaccamento, la gelosia, l’odio, sono il lato oscuro; è questo il vero nemico. Il vero guastafeste sta dentro.”
Essendo una persona istintiva ammetto che e’ spesso capitato anche a me, nei momenti di rabbia, di volere vendetta. Ma poi ho capito, col tempo, che facevo del male solo a me stessa. Augurare male porta solo male. Come si dice, chi semina vento raccoglie tempesta. E soprattutto ci distoglie da cio’ che di buono sta accadendo nella nostra vita.
Dobbiamo allontanarci dalle situazioni che ci fanno stare male in ogni modo in cui possiamo allontanarci. Ritrovare noi stessi e fare di tutto per eliminare il nostro lato oscuro.
Li’ e soltanto li’ ricominceremo a sorridere veramente.
E chiudendo un po’ in leggerezza…e’ dai tempi di Guerre Stellari che ci insegnano che il lato oscuro porta solo distruzione. Ti crei un momentaneo impero che sembra potente, ma alla fine ti demolisce.
Dobbiamo davvero stare attenti e fare in modo che, i dolori che ci capitano nella vita, non si trasformino in rancore. Credo che questa sia sempre una buona base di partenza verso la strada che porta alla felicita’…
Articolo precedente
Lascia un commento

16 commenti

  1. raffa

     /  giugno 18, 2012

    mah magari nn sara’ utile ma generalmente la vendetta da quel senso di onnipotenza che personalmente ADORO!

    Rispondi
  2. Alessia

     /  giugno 18, 2012

    Credo, e dico seriamente, che tu mi legga nel pensiero…..macinando km, stasera tornando a casa, stavo proprio pensando a questo. Anzi, ci penso da un po’ di tempo….da quando ho questa profonda mancanza per una persona che non potrà mai essere mia. Ci penso spesso, “lui” mi ha in un certo senso fatta comportare in un modo che “non è da Alessia”, mi ha fatta andare contro a ciò a cui ho sempre fermamente creduto….senza mai alcuna promessa, sempre con ritagli di tempo rubato….ah, ma quei gesti dicevano più di mille parole e promettevano più di mille promesse. Lui, che mi conosceva così bene nei miei gesti quotidiani, che sapeva guardarmi in faccia e guardarmi dentro allo stesso modo, che capiva tutto quello che mi stava accadendo…lui che mi ha rovinato una convivenza, e che alla sera tornava sempre a casa sua, dalla sua famiglia, nel suo mondo in cui io non c’ero…
    Tante volte avrei voluto semplicemente inoltrare le sue mail e i suoi messaggi a chi avrebbe potuto rovinarlo….ma avrei fatto male a dei bimbi, ad una donna senza colpe se non quella di essersi scelta una persona immatura che ha preso un impegno per la vita senza mai mantenerlo per un solo secondo…
    Mi sarei forse fatta ancora più pena se avessi davvero fatto quello che la mia mente pensava continuamente…
    Io gliel’ho lasciato fare, la colpa del male che mi ha fatto è mia perchè sono stata debole…non lo farò mai più con nessuno, mai più…
    Voglio, e devo, riuscire a svegliarmi la mattina senza averlo in testa, senza pensare che mi manca parlarci, senza pensare che vorrei vederlo stare male almeno quanto me, perchè tutto questo male altro non è che l’altra faccia dell’amore, di un amore ferito…
    La mia vendetta sarà la mia indifferenza, la mia libertà da questa schiavitù mentale e fisica, sarà alzarsi e pensare a me, a godermi ogni giorno, a farmi amici nuovi, a pensare a anuovi amori…
    Credo non ci sia vendetta migliore

    Ora, data improvvisa trasferta di lavoro, butto un po’ di cibarie che mi andranno a male….comprate nel formato famigilia solo perchè costavano di meno! Accidenti alla singletudine…se non altro per il portafoglio! Uffi! 😉

    Rispondi
    • Cara Alessia, ho letto il tuo commento davvero con tanta attenzione. Quello che posso dirti, e’che tu non hai fatto nulla di male. Quello che ti posso dire e’ che come te ce ne sono tante, non sei sola, non e’ successo solo a te.
      Quello che ti posso confermare e’ che va sempre a finire allo stesso modo. L’amante e’ quella che ne viene fuori peggio. La moglie non la lasciano mai e trovano la scusa dei bambini per non farlo.Ci vorrebbe un blog intero solo per questo. Ma la verita’ e’ solo una e ci scrivero’ presto un articolo. Per quanto faccia male ammetterlo….se non sono accanto a te, se non trovano la forza di fare qualcosa per te e’ perche’ non sono veramente innamorati.
      Dirlo alla moglie non ti farebbe stare meglio e alla fine passeresti dalla parte del torto e ti sentiresti tutta la vita con addosso la responsabilita’ di aver rotto una famiglia, non farlo.Diventeresti come lui. Prima ne esci e prima starai meglio. Te lo dico con il cuore in mano…ridai alla tua vita una chance guardando avanti e lasciando questa persona alle tue spalle.Ti meriti una persona a tempo pieno, tutti ce la meritiamo. Non accontentarti mai… Ti abbraccio forte forte e scrivimi quando vuoi. Notte…

      Rispondi
  3. Alessia

     /  giugno 19, 2012

    Quello che credo io è che se una persona vuole stare con te ci sta, punto e basta! Il resto sono solo parole, scuse inutili, vigliaccheria, debolezza….
    Per fortuna mia sono sana di mente, quindi mi limito al pensarle certe cose, mi dico che son scema, ci faccio una risata…e vado avanti…
    Il problema è che di uomini così, e purtroppo anche qualche donna, ce ne sono a bizzeffe, uomini di successo, potere, ma così immensamente piccoli nella loro paura di crescere, nella loro meschinità… Il mio, alle soglie del terzo figlio, non perde il vizio di provarci con chiunque..prima o poi la scema la trova…
    Credo di aver rubato anche troppo tempo alla mia vita con un “uomo” del genere, e ora sì che ogni tanto riesco a ridere di me e mi dico “ma veramente lo vorresti se lasciasse la moglie?”. La verità è che queste storie ti prendono così tanto perchè sono delle “non storie”, non si riesce mai a viverle e in quegli sprazzi si è entrambi al massimo….
    di certo, almeno per me, mai più una storia del genere….mai mai mai!
    E nessuna vendetta, se non quella di essere felice senza di lui! 😉
    Notte!

    Rispondi
    • Hai lo spirito giusto e l’intelligenza per farlo Alessia 🙂
      E’ vero sono spesso uomini di potere e di successo. Si sentono onnipotenti, mettono le mani in pasta ovunque, esagerano, spingono troppo sull’acceleratore e prima o poi si rovinano da soli. Chi troppo vuole nulla stringe. Lascia che viva la sua vita in questo modo e ritieniti fortunata di non essere su quella macchina che corre cosi veloce.
      Tu rallenta, goditi la vita, i momenti, le persone che se lo meritano. A volte e’ il viaggio che conta non la destinazione.
      Lascia che lui corra senza godersi veramente nulla. Tu magari conquista meno cose, ma cio’ che hai goditelo.
      Come una persona tua, magari meno di potere o successo, ma che ti voglia bene veramente e che ti metta al centro del suo mondo.
      E non odiarlo, non porterebbe a nulla. Come dici giustamente tu, sorridi e vai avanti e ritieniti fortunata.
      Troverai una persona migliore ne sono certa, la Metamela che non fara’ mai a te quello che lui ha fatto alla moglie.
      Un bacio e una splendida giornata 🙂

      Rispondi
  4. marta

     /  giugno 19, 2012

    Condivido Cri, la miglior “vendetta” è far vedere a chi ti vuole male che sei felice, serena e soprattuto che non ti interessa per niente vendicarti !

    Rispondi
    • Ciao Marta! Grazie e spero che tante possano leggere questo articolo e cercare di abbandonare assurde idee di vendetta e andare avanti 🙂
      Un abbraccio

      Rispondi
  5. gattaviva

     /  giugno 20, 2012

    Il desiderio di vendetta serve solo a far venire gastriti e brutte rughe sulla fronte. “What goes around comes around”…e non dipende da noi credetemi!

    Rispondi
  6. Alessia

     /  giugno 20, 2012

    Gatta hai ragione…tutto torna prima o poi, nel bene e nel male!!!
    Io per ora non rispondo più a messaggi e telefonate….voglio stare serena e iniziare a vivere la mia di vita, non i suoi ritagli! E poi ho anch eun nuovo lavoro in cui DEVO per forza fare bene…il mio tempo è per quello ora! 🙂

    aspetto locali e palestre eh! Ma non il radezky o l’ombra… sempre le solite facce…:-(
    Baci Cri, e grazie per le belle parole!!! Vado a boccheggiare sul divano…uffff….

    Rispondi
    • Ale stai facendo la cosa piu’ giusta per te stessa! Ti scrivo via mail per la palestra…ma sappi che vado in una palestra dove vedi le stesse facce del Radezky e del N’ombra! ahahahahahah 😉

      Rispondi
  7. gattaviva

     /  giugno 21, 2012

    Bello sentirvi positive! Questo blog è un catalizzatore di energie… Alla faccia delle persone tetre, rosicone, negative di cui, purtroppo, siamo spesso circondati. Abbracci e fusa 🙂 a tutte

    Rispondi
  8. Sara

     /  gennaio 6, 2013

    Sn stata lasciata ieri sera da quello che è stato il mio compagno per cinque anni, che sei mesi fa mi ha lasciato per una più vecchia separata con figli(scoperto ad ottobre) e che per questi ultimi cinque mesi e’ venuto a letto con me promettendomi che presto l’avrebbe lasciata per tornare da me. Lasciata ieri al telefono , no futuro , no speranze. Mi ha bruciato il cervello. Far l’amante mi ha snaturato. È nn riesco. Pensare di averlo perso per sempre.

    Rispondi
    • Ciao Sara, mi dispiace tanto nessuno piu’ di me puo’ capire cosa si prova ad avere il cuore spezzato da un uomo. Purtroppo non c’è un antidoto se non il tempo.Ora non lo accetti e senti tanta rabbia dentro. Prima riesci ad accettare che sia finita e a guardare avanti prima starai meglio. So che ora ti suonano come parole banali e senza senso, ma piano piano ritroverai lucidita’ e capirari che purtroppo e’ l’unica strada che ti porta a stare meglio.
      Non badare a lui, non fare piu’ la sua amante e’ il ruolo peggiore della societa’. E non sei sola siamo in aente e qui ci facciamo forza l’un l’altra.
      Ti abbraccio

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: