Carpe Diem

Nel percorso che sto facendo insieme a voi, condividendo le mie riflessioni quasi quotidianamente, posso anche accorgermi di non essere stata molto precisa in certi articoli. Diciamo, che a volte, ci sono sfumature di grigio anche nelle convinzioni piu’ radicate.

Nel mio articolo sul destino sostengo che dovremmo essere fatalisti e lasciare che l’inaspettato accada, senza forzare nulla, senza accanirsi perche’ “niente accade per caso”. E di questo sono molto convinta.

Ho sostenuto anche, in altri articoli, che la donna dovrebbe aspettare sempre che sia l’uomo ad avvicinarsi a lei e, fondamentalmente, che non dovrebbe fare altro che aspettare, perche’ se gli piaci veramente si muove lui. Ed e’ qui che devo fare una piccola correzione. O meglio, e’ verissimo che deve essere l’uomo a fare la prima mossa, ma un aiutino si puo’ dare perche’ a volte perdi delle occasioni per essere stata troppo passiva. Ed e’ sbagliato anche questo.

In queste ultime settimane mi sono capitate diverse situazioni bizzare in cui, sono stata immobile e non ho colto l’attimo, perdendo cosi’ la possibilita’ magari di conoscere delle belle persone.

A volte attraversi la strada in pausa pranzo e, uno splendido ragazzo su una vespa beige frena per farti passare anzi, si ferma, ti guarda, ti sorride e resta li’. E se tu ringrazi sorridi e te ne vai, probabilmente non lo rivedai mai piu’.

Oppure, succede che il ragazzo piu’ bello che abbiate mai visto si trova casualmente al tavolo accanto al tuo una sera in discoteca al mare. E viene da te e balla con te e ti chiede di andare a bere qualcosa insieme, ti chiede il numero, ti chiede un bacio. Ma tu dici di no a tutto, perche’ sei convinta che sia solo ubriaco e che comunque lo rivedai il giorno dopo in spiaggia da sobrio. Ma in spiaggia, il giorno dopo non viene e tu ti rendi conto che hai ballato tutta sera con un uomo bellissimo di cui non sai nemmeno il nome e mai lo saprai. E magari era solo un ragazzo che voleva divertirsi una sera, magari no.

Ma per saperlo, forse, quel piccolo aiuto al destino dovevi darlo. Magari avresti dovuto dargli il numero quando te lo ha chiesto e magari avresti dovuto allontanarti dal gruppo per andare a bere un drink con lui.

A volte il destino ci mette delle persone davanti e non sappiamo che ruolo avranno nella nostra vita. Ma non possiamo restare passive semplicemente pensando “se e’ destino lo rivedro'” oppure “se son rose fioriranno”. No, il destino ci da’ gli elementi, ci da’ le pedine ma poi siamo noi a doverle muovere.

Perche’ se no, non saprai mai com’era quel ragazzo. Magari la persona piu’ superficiale e stupida al mondo oppure una persona meravigliosa. Non lo sai e non lo saprai mai. Perche’ non hai fatto nulla. Sai che era un ragazzo bellissimo, come lo hai sempre sognato e che quella sera voleva te, guardava te, abbracciava te e sai che ti sei divertita a ballare con lui come una ragazzina, ridendo e scherzando. E questo e’ l’unico ricordo che avrai.

Quindi carpe diem. Se qualcuno vi ferma per strada fermatevi, potreste non rivederlo piu’.

Se qualcuno vi interessa, se qualcuno vi colpisce ed è li’ accanto a voi non rimandate tutto a domani perche’ domani, potreste non rivederlo piu’ e vi chiederete sempre cosa sarebbe successo se non foste state cosi’ incapaci di cogliere quell’attimo fuggente…

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

14 commenti

  1. Alessia

     /  luglio 12, 2012

    Cri….ormai tu e il tuo blog siete uno dei miei appuntamenti quotidiani! Quanto mi ha fatto piacere leggere quello che hai scritto….perché e’ verissimo, dobbiamo darla un’occasione alle persone che incontriamo sul nostro cammino altrimenti non sapremo mai se e cosa ci saremmo persi. Vale per tutti, uomini e donne, potenziali amici e fidanzati. E poi e’ anche un modo per vivere la vita con spirito allegro…in fondo non si sa mai, no???
    Baci….e ci vediamo in palestra mi sa!!!:-)))

    Rispondi
  2. Leggendo il tuo post mi è venuta in mente questa frase, tratta dl librio Il quaderno di Hiroshima di Daisaku Ikeda: “Il destino non decide della nostra felicità, ci dà solo la materia prima con cui operare. I nostri cuori modificano questa materia, usandola a loro piacimento. Per trovare la felicità occorre avere uno spirito indomabile, capace di sopportare qualsiasi avversità.”

    Rispondi
    • Che bella, bellissima frase, la adoro. Crea un sacco di spunti e’ stupenda, davvero.
      Grazie mille, me la appenderei sopra il comodino per leggerla ogni mattina.
      un abbraccio

      Rispondi
  3. Alessia

     /  luglio 13, 2012

    quindi son costretta a partire…..e vabbè, farò questo sacrificio! 😉

    Rispondi
  4. Alessia

     /  luglio 13, 2012

    E alla fine forse neanche sola….e’ proprio vero che non si può mai dire! Quanto amo vivere!!! Baci

    Rispondi
  5. gattaviva

     /  luglio 13, 2012

    Anch’io cerco sempre di lasciare “un canale aperto”, di dare una chance, perchè nasco istintiva (gli anni hanno aggiunto quel giusto briciolo di senno 😉 )… E anche perchè, dopo un inizio, succederà sempre qualcosa che ci farà capire come comportarci, “se gli piacciamo abbastanza”, se è una persona con cui stiamo bene. Insomma occhi aperti…ma sempre MY WAY 🙂

    Rispondi
  6. Sei bellissima vuoi incontrare un uomo che tincoccoli

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: