L’arte della pazienza

Ogni potere umano è composto di tempo e di pazienza”. Honoré de Balzac, Eugènie Grandet, 1833

Non potrei essere piu’ d’accordo. La pazienza e’ un’arte che si deve necessariamente imparare in qualsiasi tipo di rapporto, ma soprattutto nelle relazioni di cuore.

Per il dizionario italiano, la pazienza è la facoltà umana di rimandare la propria reazione alle avversità, mantenendo nei confronti dello stimolo un atteggiamento neutro. La pazienza è una qualita’ e un atteggiamento interiore proprio di chi accetta il dolore, le difficoltà, le avversità, le molestie, le controversie, con animo sereno e con tranquillità, controllando la propria emotività e perseverando nelle azioni.

La pazienza, se usata con saggezza e intelligenza, ci da’ un potere e una forza tali da renderci quasi inattaccabili. La capacita’ di essere in grado di non perdere le staffe, di non avere reazioni impulsive e insensate, la capacita’ di contare fino a 10. Ci mette in grado di saper accettare i difetti e le anomalie altrui senza intaccare il nostro umore. Ci permette di saperci relazionare a chiunque senza intaccare il nostro stato d’animo. Ci permette di restare a galla quando subiamo un attacco.

Conosco davvero tante storie rovinate dalla mancanza reciproca di pazienza. Questo, purtroppo, comporta la perdita di controllo, che spesso si traduce in comportamenti annebbiati che ci portano a dire o a fare cose di cui poi ci pentiremo. Ogni frase detta o scritta resta e, per quanto vi impegniate poi a rimediare, o a scusarvi, non si cancella e rompe qualcosa che non potra’ mai piu’ tornare come prima. Una brutta parola, un insulto, un’offesa o un’accusa sono come uno schiaffo in faccia che lascia le 5 dita. I segni restano e la gravita’ di cio’ che avete detto pure. E per quanto ci possiamo raccontare che non lo pensavamo veramente e che l’abbiamo detto in un momento in cui eravamo fuori controllo, sappiamo bene che, alla base, una verita’ c’è e che, semplicemente, la mancanza di pazienza ha tolto le barriere che ci impedivano di dirla. E la persona che lo riceve lo sa e, per ogni giorno, da quel momento in poi, si sentira’ rimbombare in testa quelle parole, che, per quanto siano state seguite da scuse e dispiacere, creeranno una rottura mentale che non si potra’ piu’ ricucire. Quando cadono queste barriere e’ la fine del rispetto, della stima e spesso della storia. Per questo considero la pazienza  un grosso alleato dell’amore da non sottovalutare. Un’energia che abbiamo a disposizione che basta saper usare. Una forza che dobbiamo imparare a maneggiare.

Non e’ mai troppo tardi per imparare ad essere pazienti. Lasciamo l’aggressivita’ alle persone piu’ giovani  e cerchiamo di imparare a comportarci da adulti.

La pazienza e’ la virtu’ dei forti. E sono certa che ognuno di noi ami sentirsi forte. Che ami saper affrontare le difficolta’ della vita a testa alta e con determinazione. Cio’ che ci indebolisce sono rabbia, collera  e paura. Ho visto con i miei occhi che, lavorando su noi stessi, si possono controllare e domare.

Io ancora non ci sono del tutto riuscita, ma ho voluto scrivere questo articolo proprio per dare forza alla mia convinzione e per avere ulteriore materiale su cui poter lavorare.

Pensateci…

Articolo precedente
Lascia un commento

4 commenti

  1. gattaviva

     /  settembre 7, 2012

    Grazie carissima, penserò a queste tue parole ogni volta che starò per esplodere… Anch’io sto cercando di migliorarmi in questo, ma sono un’istintiva, non sopporto le ingiustizie, insomma…per me è difficile. Però penso che in amore sia diverso, se ami davvero comprendi e rifletti prima di perdere la calma. L’optimum sarebbe per me riuscire a comportarmi così sempre, forse il segreto è amare il mondo e la nostra vita ogni giorno. Ho avuto la fortuna di conoscere abbastanza bene Lucio Dalla, lui era una persona piena di amore verso tutti e tutto, e infatti era sempre pacifico e sorridente… Ti ringrazio ancora Cri, per avermi dato un consiglio prezioso e avermi fatto ricordare una bellissima persona 🙂

    Rispondi
    • Se c’è una cosa che ho imparato nell’ultimo periodo e’ che una parola detta non torna più indietro.. Sto lavorando tanto su ne stessa per correggere questo brutto vizietto. Non e’ mai tardi per imparare 🙂 un abbraccio gatta

      Rispondi
  2. sara

     /  settembre 7, 2012

    che bello! è vero!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: