Il limbo

A volte basta ascoltare un punto di vista differente per iniziare a vedere le cose in modo diverso. Posto che, secondo me nella vita nulla accade per caso, quello che ci capita, a volte, e’ il risultato di un insieme di comportamenti e di stati d’animo spesso impercettibili a noi, ma evidenti agli altri.
Mi spiego meglio; non sto parlando ovviamente di cose gravi e irrisolvibili, ma parlo di una sorta di karma che purtroppo creiamo noi stessi con il nostro modo di essere.
Se abbiamo ad esempio in mente una persona di cui siamo ancora innamorati, possiamo anche imporci di presenziare ad ogni aperitivo, festa, cena o evento, possiamo uscire, ridere, scherzare e conoscere centinaia di uomini nuovi; ma la realta’ e’ che noi siamo in quei posti solo fisicamente. La nostra testa e il nostro cuore sono altrove e per quanto ci sforziamo di sorridere ed essere socievoli con tutti, al di fuori si percepisce che non siamo predisposte, che davanti a noi c’è un muro e non possiamo farci nulla. Finche’ il passato sara’ presente nel nostro cuore e nella nostra mente non ci sara’ spazio per null’altro, se non per cose puramente fisiche. Perche’ il fisico e’ l’unica cosa che noi stiamo realmente esponendo in quel momento.
E’ come se fossimo in un limbo, che come sappiamo, e’ una condizione temporanea in cui ci ritroviamo nostro malgrado imprigionati e da cui si spera di riuscire prima o poi ad uscire. Ci siamo con il corpo, ma non ci siamo con la mente.
Per questo non dobbiamo stupisci se quello che attiriamo a noi in questi momenti siano solo persone che vogliono storie senza senso basate solo su una mera fisicita’.
Non possiamo pretendere profondita’, romanticismo e dolcezza se noi in primis stiamo dando solo il vuoto.
Le persone non sono stupide, lo percepiscono.
La vita non e’ fatta solo di comportamenti, di frasi, di espressioni e di fatti. C’e qualcosa di impercettibile, un’aura , un karma, un’energia, ognuno la chiama come meglio crede, ma c’è. E in base al nostro stato d’animo puo’ essere positiva o negativa. E’ quella famosa sensazione che le persone ci danno quando le conosciamo, quella prima impressione che una persona ci trasmette ad una semplice stretta di mano, ad uno sguardo. Quante volte ci e’ capitato di dire “quella persona mi mette i brividi” o viceversa “mi trasmette buonumore”. E credo che questo dipenda tanto da come ci sentiamo noi dentro.
Le cose cambiano tantissimo quando ritrovate il vostro equilibrio, quando vi perdonate, quando accettate eventuali fallimenti o l’eventuale fine di precedenti rapporti.
Prima ve ne fate una ragione e prima le cose per voi ricominceranno a girare.
Tutti abbiamo il potere interiore di cambiare le cose, di reindirizzare i nostri pensieri e alzare il nostro barometro emotivo.
Finche’ rimarrete a rimuginare su cio’ che e’ stato o che poteva essere….la vita non vi aprira’ mai nessuna nuova porta e passerete le giornate, passive, ad osservare quelle che si sono brutalmente e definitvamente chiuse dietro di voi.
E nessuno si merita questo…

Lascia un commento

5 commenti

  1. Ste

     /  ottobre 22, 2012

    Ciao Cristina, 3 cose che mi hanno colpito:
    1) “a volte basta ascoltare un punto di vista differente”…. quanto è vero! non sappiamo più ascoltare…
    2) “La nostra testa e il nostro cuore sono altrove …” vale anche per gli uomini… e spesso mi chiedo cosa io vada a fare in locali dove SO che non posso conoscere persone per impostare qualcosa di duraturo…
    3) “Prima ve ne fate una ragione e prima le cose torneranno a girare…” fosse facile!!!
    4) “Ci siamo con il corpo, ma non ci siamo con la mente.” …anche a me il Negroni a stomaco vuoti crea questi effetti… (scusa ma una boiata la dovevo pur scrivere)

    PS si ho scritto quanto punti invece che tre, ma sono un dot com mica devo saper contare…EH!

    Rispondi
    • Ciao Steve! Bellissimo commento mi ha fatto sorridere 🙂
      Lo so che non e’ facile era una sorta di incoraggiamento che facevo anche a me stessa…
      Chissa’ magari a furia di ripeterlo ci facciamo un buon lavaggio del cervello.
      Un abbraccio 🙂

      Rispondi
  2. gattaviva

     /  ottobre 22, 2012

    Ciao Cri, quanto è terribilmente vera e percepibile quell’ aura, quella nebbia che ci avvolge quando per qualche motivo non stiamo bene! Possiamo sorridere, essere curatissimi nell’aspetto, ma sono i nostri occhi che non sorridono, perchè gli occhi non mentono. Io sto attraversando una grossa crisi per motivi di lavoro, cerco di essere la Gatta di sempre, solare e simpatica e profumata, ma si vede lontano un miglio che dentro ho solo tensione e preoccupazione. Passerà…intanto mi tengo su dei grandi occhiali da sole, che di solito non uso mai, e li toglierò quando il mio sguardo tornerà sereno. Sono il mio piccolo scudo dietro il quale, piano piano, mi rimetterò a posto 🙂

    Rispondi
    • Lo so Gatta, gli occhi sono lo specchio dell’anima… Ma passera’ presto e torneranno a brillare… Tu devi tornare a brillare 🙂

      Rispondi
      • gattaviva

         /  ottobre 22, 2012

        Lo farò… Dopo la notte c’è sempre un mattino! Un bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: