L’amore non e’ bello se non e’ litigarello

Mi son spesso chiesta: perche’ tanti uomini soffrono le discussioni?
E credo di avere finalmente capito il perche’…
Le litigate sono spesso un confronto che ci fa conoscere, ci fa capire come siamo fatti, cosa ci da’ fastidio, cosa ci fa piacere. Lo scontro, per assurdo, crea complicita’. E quanto e’ bello poi fare pace; quando prima o poi uno dei due cede, chiede scusa, timidamente torna creando un momento bellissimo, emozionante, forte. Di quelli che si ricordano sicuramente di piu’ di un momento “tranquillo”.
Un bacio dato dopo una discussione fa ribollire il sangue nelle vene, riscalda gli animi raffreddati dall’allontanamento, emoziona come fosse il primo che vi da’. E’ bellissimo ogni tanto litigare. Certo non deve essere un isterismo cronico. Ma certi uomini ( e lo so per esperienza personale) soffrono la discussione, la patiscono, la evitano il piu’ possibile senza rendersi conto di quanto invece tenga vivo il rapporto.
Diffido delle coppie che non discutono mai (anche delle amicizie).
Perche’ poi, alla luce dei fatti, sono quelli che si fanno cattiverie alle spalle, che non sono sinceri, ma quando sono l’uno davanti all’altra non discutono mai. Creano questo microclima finto, piatto, nauseante. La finta felicita’ sociale, pur di non litigare. E sono alla costante ricerca di qualcosa al di fuori di quel contesto cosi noioso e piatto che loro stessi hanno tanto voluto creare, perche’ ogni essere umano ha bisogno di emozioni. Impossibile respingerle, impossibile vivere senza.
Ma sara’ vita questa? Ma che piacere ci potra’ mai essere nel tornare a casa tutte le sere e non confrontarsi mai per paura dello scontro. Si finisce per allontanarsi, per farsi una seconda vita per animare la “non vita” che ti sei creato nella tua presunta vita tranquilla. Scusate il gioco di parole.
Cari ometti ve lo giuro, le litigate non uccidono! Anzi, animano, scaldano, emozionano.
Sono d’accordo sul fatto che non debbano essere discussioni quotidiane su qualsiasi cosa perche’ li’, allora, c’è qualche problema serio alla base che forse dovreste analizzare. Ma una bella e sana litigata ogni tanto fa bene.
Ma che vi importa, urlate, sbraitate, buttate fuori, liberatevi (ovviamente senza mancare di rispetto), ma non abbiate paura, discutere non ha mai ucciso nessuno. E se siete una coppia complice poi ci riderete su.
Gli amori piu’ litigiosi e un po’ “tormentati” sono quelli piu’ forti, piu’ passionali, piu’ veri.
Diamine, c’è una vita per restare pacifici su una poltrona a condividere la tanto sospirata tranquillita’.
Che ve ne fate ora, vi annoierebbe, vi allontanerebbe; tenete vivo il rapporto dandogli un po’ di pepe. Conosco uomini che alle prime discussioni abbandonano. E’ capitato anche a me. Uomini che sembravano innamoratissimi non reggono e scappano. Come cuccioli impauriti dal lupo cattivo (eh gia’, sono gli uomini coraggiosi di oggi!).
Ma amiche mie, a quasi 40 anni lo abbiamo capito ora, ne sono certa. Inutile dirvelo; non beviamoci la storia del “sono fatto cosi'” o “e’ il mio carattere” o cavolate simili ecc. Non e’ carattere e’ egoismo, e’ immaturita’. Chi non affronta le discussioni, chi vuole solo una vita cosi’ detta “tranquilla”, in realta’ vuole solo “tranquillamente” farsi i fatti suoi, il che 10 volte su 10 significa avere altre donne, fare il pirla in giro e comportarsi da “scapolone” con la copertura di una famiglia “tranquilla”.
Ergo, stare in coppia significa condividere, fare cose insieme e amarsi nella buona e nella cattiva sorte, in salute e in malattia, in ricchezza e in poverta’, in DISCUSSIONE e in tranquillita’.
I codardi abbandonano. I coraggiosi affrontano. Pensateci quando qualcuno vi dira’ che vuole stare “tranquillo”….
E scappate!

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

9 commenti

  1. ric

     /  dicembre 12, 2012

    Ciao Cristina, ho letto con interesse il tuo nuovo articolo.
    Fondamentalmente ti dò ragione; vedo molte coppie cosiddette “consolidate” in cui i rapporti sono incartapecoriti, dove prevalgono grigiore e indolenza, e si preferisce la linea del “vivi e lascia vivere”, in una sorta di anestesia dei sentimenti che non può che risultare noiosa e allontanare.
    Com’è logico, analizzi questa situazione dalla tua prospettiva femminile e devo dire che non sei tenera con noi ometti. Però è vero: l’uomo (molto più della donna) spesso in un rapporto lungo tende a impigrirsi e altrettanto spesso, magari preso dalla frenesia del quotidiano, cerca di evitare per quanto possibile le discussioni – almeno nell’ambito della coppia.
    ERRORE!!! Terribile errore.
    Da parte mia, ho sempre sostenuto che cercare di essere concilianti è una cosa, rifuggire dalle discussioni e dall’affrontare argomenti importanti è un’altra. Non mi ritengo un litigioso, ma la cosa peggiore nella vita di coppia è lasciare in sospeso le questioni con la scusa del quieto vivere. Mi è risultato faticoso, in certi casi perfino odioso litigare con le persone (e in particolare le donne) importanti della mia vita. In un caso, il prezzo da pagare è stato la rottura di un rapporto, cui tenevo tantissimo ma che analizzandolo col senno di poi probabilmente era già incrinato comunque.
    Ritengo che in un rapporto sano, le discussioni facciano parte del gioco, come nella vita. E altrettanto non serve mettere la testa sotto la sabbia, rifugiarsi in un mondo fittizio dove tutto va bene quando invece le cose non stanno così. Noi ometti, ma da uomo aggiungo: anche voi femminucce, non dobbiamo perdere di vista la realtà e la VITA, che altrimenti ci scorre addosso mentre siamo impegnati a fare tutt’altro come diceva quel tale.
    E, appunto, non aver paura di VIVERE, anche se questo a volte significa affrontare la buona e la cattiva sorte, la salute e la malattia, la tranquillità e i litigi.
    Possa la tua vita essere costellata di “sane” discussioni di coppia. Se ciò accadrà, vuol dire che ne vale la pena.
    Un abbraccio grande,
    R

    Rispondi
    • Ciao Ric, come sempre apprezzo tantissimo i tuoi commenti, molto ben scritti e sempre profondi e intelligenti.
      Non sono stata in questo contesto molto carina con voi ometti, perche’ credo che in questo contesto la maggior parte delle “colpe” in tal senso siano vostre (come tu stesso ammetti). Essendo un mio fedele lettore sai bene che in altri articoli sono stata ancor meno carina con noi donnine 🙂
      Sono assolutamente imparziale e oggettiva. Quando penso che lo sbaglio sia nostro lo ammetto senza problemi. Ma in questo caso concorderai con me che la voglia di discutere a noi donnine non manca quasi mai 😉
      Un abbraccio e buona giornata

      Rispondi
      • ric

         /  dicembre 12, 2012

        Grazie per le belle parole. Da parte mia, credo di non dover ribadire ulteriormente quanto ti apprezzo come persona.
        Quanto all’ultima frase del tuo commento… certo che concordo! quando c’è da “bettegare”, come si dice da noi, voi femminucce siete sempre in prima linea!!! 🙂
        A prestissimo, R

  2. xenon

     /  dicembre 12, 2012

    bell’articolo, profonda verità! molto più facile comperare una cosa “nuova” che aggiustare la rotta che abbiamo! Sempre il solito discorso dirai tu, ma purtroppo è così! Un tempo era più facile: o mangiavi questa minestra o salavi dalla finestra! ora c’è una terza possibilità: vai su internet e ti trovi un’altra minestra, tanto il mare è pieno di pesci. I maschietti scappano molto facilmente è vero, ma vanno da un’altra parte a cercare la stessa cosa. La paura di discutere è forse la paura stessa di scoprire come veramente è fatta l’altra persona, per magari scoprire che non ci piace affatto. Ma questo non deriva dalla discussione, deriva da scelte di fondo iniziali che sono sbagliate. Ma questo purtroppo è un altro discorso……
    Al prossimo bellissimo articolo!!!!!
    Thanx!!

    Rispondi
  3. gattaviva

     /  dicembre 16, 2012

    Sicuramente il rapporto privo di confronto è un non-rapporto, anch’io diffido di chi non discute mai… E credo che non serva solo a vivacizzare il menage, ma a conoscersi ogni giorno di più. Poi facci caso, le coppie meglio assortite sono formate da persone molto diverse tra loro…che probabilmente spesso se le cantano 🙂

    Rispondi
  4. Il Cuggi

     /  dicembre 27, 2012

    Non sono per niente d’accordo con te! Così, giusto per litigare…

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: