Colpi di fulmine o colpi di testa?

C’e’ un’eta’ per ogni cosa.

I colpi di fulmine non sono una “cosa” da 40enni e, mio malgrado, devo ammettere che bisognerebbe cercare di evitare di lasciarsi coinvolgere da queste infatuazioni adolescenziali.

E’ vero, e’ bello sentire il sangue ribollire nelle vene, e’ bello avere il ragazzo figo e muscoloso che ti corteggia e ti porta in giro mano nella mano, e’ bello sentirsi adolescenti per qualche giorno.

Ma non lo siamo, non lo siamo piu’. E queste storielle sono piacevoli se prese con leggerezza, ma se prese sul serio diventano stupidi colpi di testa.

A quasi 40 anni dobbiamo cercare una persona “strutturata”, che abbia un vissuto dignitoso, qualunque sia la sua attuale condizione. Una persona che abbia delle buone basi di partenza sulle quali poter costruire un solido castello insieme. Due cuori e una capanna non esiste, cosi’ come non esiste l’amore incondizionato. L’amore purtroppo e’ molto condizionato al giorno d’oggi. Non si vive di solo amore e per andare avanti servono tante, tantissime cose.

Servono fiducia, complicita’ e chimica come prima cosa. Ma serve anche stimare la persona con cui stiamo, sentirci sicure al suo fianco, sentire che sarebbe un ottimo compagno di vita; serve poterne ammirare la cultura, la personalita’, sentirsi affascinate dal suo modo di fare. Serve poter essere fiere del suo passato, per poter costruire insieme il futuro. Serve sapere che abbia vissuto tante esperienze, che abbia incontrato persone diverse, culture differenti e che dopo tutto questo e  in mezzo a tanta gente abbia scelto te.

Perche’ per quanto io sia una persona istintiva e di cuore, e per quanto sia una persona che ama vivere il presente, non  ci si puo’ totalmente dimenticare chi siamo stati fino ad oggi. Il nostro passato e le esperienze che lo caratterizzano ci hanno fatto diventare le persone che siamo in questo momento. Trasudiamo il nostro vissuto in ogni cosa che facciamo e nelle decisioni che prendiamo. Il nostro passato delinea il dna di quello che siamo diventati, definisce il nostro carattere, le nostre insicurezze e i nostri punti di forza  e non si puo’ pretendere di non considerarlo.

Voi stareste mai ad esempio con una persona che ha ucciso qualcuno? Per quanto questa persona possa essersi pentita e vi giuri solennemente che non lo fara’ mai piu’ riuscireste a rimuovere il pensiero di cio’ che e’ stato fino a ieri? Vi faccio un esempio forte per cercare di farvi capire dove voglio arrivare.

Noi siamo fatti di passato, di presente e di futuro. Fino all’adolescenza  tutto e’ concesso, o quasi, e  siamo in continua evoluzione. Dopo, bisogna iniziare a capire che tipo di persona si vuole essere, bisogna iniziare a percorrere un cammino e a costruirsi un futuro, mattone dopo mattone. C’e chi e’ piu’ fortunato e lo puo’ fare in tempi brevi e chi lo e’ meno e ci mette un po’ di piu’ ma non e’ giustificabile il non aver mai iniziato.

Quindi, e lo dico con una nuova e ritrovata consapevolezza e rivolgendomi alle persone come me che, prediligono il sentimento alla ragione…e’ ora di crescere e di smetterla di fare le adolescenti in preda alle “cottarelle estive”.

La razionalita’ serve ad avere la lucidita’ per poter valutare le persone. Serve ad avere il giusto freno per poter capire, senza grosse perdite di tempo, se la persona che abbiamo davanti ha le caratteristiche o no per poter essere la persona giusta per noi.

Perche’ cari amici, una volta che abbiamo le basi, quella e’ solo la partenza, non il traguardo. L’inizio di un difficilissimo lavoro di costruzione di fondamenta in cui, ogni qualsiasi forma di ostacolo, cerchera’ di fermarvi e di far crollare tutto. Ostacoli indipendenti dalla nostra volonta’ come pioggia, trombe d’aria, fulmini, terremoti, oppure  persone che cercheranno di demolire tutto o mostri che cercheranno di ostacolare i lavori . A volte gli ostacoli saranno i demoni dentro di noi o i fantasmi del passato. Ci saranno,e’ garantito che arriveranno, l’amore e’ difficile. E voi dovrete essere forti insieme per sconfiggere tutto questo.

E senza delle basi solide, crollerete al primo soffio di vento.

Quindi dico NO ai colpi di fulmine, a differenza di quanto detto un anno fa circa. Dico NO ai toy boy presi seriamente. Dico che e’ ora di diventare grandi e di vivere l’amore da 40enni e non piu’ da 20enni.

A volte non e’ facile realizzare che certi tempi e certe cose non torneranno piu’ e cerchiamo di aggrapparci a qualcosa che pero’ ci sfugge. Ma sono piu’ che certa che l’amore adulto e consapevole possa anch’esso  regalare splendide emozioni.

Basta iniziare a viverlo…

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

19 commenti

  1. Emi

     /  aprile 19, 2013

    Come al solito, un manifesto… 😉

    Rispondi
    • Ti adoro EMI! Mancavano i tuoi commenti 🙂

      Rispondi
      • Emi

         /  aprile 19, 2013

        Hai ragione, tutta colpa di un periodo piuttosto intenso…. 🙂
        Ma ho comunque potuto notare dei positivi risvolti…. ❤
        Sono davvero molto contento…. ;))))

      • Mmmm mica tanto…la ricerca della Metamela continua… Ma sempre con il sorriso!

      • Emi

         /  aprile 20, 2013

        Come al solito ‘ncicapisconamazza… 🙂
        Comunque è anche per la filosofia del sorriso che ti apprezzo! Continua così! 😉

      • Ps sono io che non capisco una mazza EMI avevo preso un abbaglio. Per fortuna me ne sono accorta subito! 🙂

      • Emi

         /  aprile 20, 2013

        Pensa che c’è chi prende un abbaglio e cerca l’interruttore per riaccendere le luci e rimanere lì… 😀

  2. Laura

     /  aprile 20, 2013

    Uhm certo certo….è per questo che ti sei scelta un 50enne con una solida posizione?? Tinozzi è proprio il caso di dirlo: predichi MALE ma razzoli BENE!!!

    Rispondi
  3. Laura

     /  aprile 20, 2013

    ….ops non avevo letto i commenti con Emi…e mi sa che mi son persa qualcosa??!!

    Rispondi
  4. Grazia

     /  aprile 21, 2013

    Progetto di vita o amore ?
    Raramente le due cose coincidono.
    Molto dipende dalla propria natura, dal proprio daimon…
    Se questo è passionale, intenso…
    alla lunga il bel progetto di vita con accessori e confort
    andrà stretto.
    Se si è aquile non si può volare come picchi…

    Rispondi
    • continuo a credere sempre di piu’ al cuore e all’amore che a un progetto di vita!
      Sono un’inguaribile romantica, anche se tento sempre di diventare piu’ razionale! 🙂

      Rispondi
  5. Grazia

     /  aprile 21, 2013

    ti rispondo con questo…

    Rispondi
  6. gattaviva

     /  aprile 24, 2013

    Non fa una piega…ma non so se ci riuscirò mai del tutto… Nel senso, anch’io crescendo ho imparato ad educare la mia istintività e a distinguere le potenzialità di un rapporto, ma non mi pongo comunque quelle domande che portano a una sorta di “livello superiore”, a una relazione più ragionevole quindi più matura. Diciamo che la mia età affettiva si attesta sui 32, 33 anni 🙂 … Comunque mi hai dato come al solito un’ottima base per una sana riflessione!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: