Doppio brindisi

Oggi e’ il mio trentanovesimo compleanno e, per pura coincidenza, e’ anche il mio centesimo articolo pubblicato sul Blog.

Un anno intenso, vissuto insieme a voi, articolo dopo articolo, settimana dopo settimana dove ho potuto confrontarmi e discutere con voi, avendo la grande fortuna di aver trovato, nei miei piu’ fedeli lettori, un sostegno importantissimo anche nei miei momenti no. Certo, c’è anche chi non ha perso l’occasione per criticarmi o insultarmi, ma credo che questo sia il lato stimolante del confronto.

A poco piu’ di un anno dalla nascita della Metamela non posso che essere pienamente soddisfatta di questa nuova parte della mia vita come Blogger. Poter condividere il mio pensiero con chiunque lo voglia leggere, sapere che restera’ sempre traccia di cio’ che scrivo, nel bene e nel male, mi fa sentire speciale.

Qui posso essere me stessa, scrivere cio’ che penso, sfogare il mio lato piu’ creativo e passionale. Un angolo dove posso fermarmi a riflettere, tirando il fiato dalle corse quotidiane. Un’oasi felice dove riesco a tirar fuori tutte le emozioni che, magari, nel corso della giornata, non posso permettermi di esternare. E’ davvero terapeutico e lo consiglierei a tutti.

Non faro’ il solito articolo oggi, niente bilanci di compleanno, niente riflessioni sul fatto che sono prossima ai 40, niente aspettative su cio’ che verra’ o su dove mi aspettavo di essere.

Vorrei solo celebrare questo giorno insieme a voi, ringraziarvi per l’attenzione e l’affetto che mi dedicate sempre e condividere questo momento di serenita’ tutti insieme. La mia vita e’ cambiata tantissimo rispetto all’anno scorso ed e’ solo su questo che vorrei concentrarmi.

Ogni giorno e’ una pagina bianca che possiamo scrivere e colorare come vogliamo. Ci sono gli imprevisti, le difficolta’, i fuori programma, ed e’ giusto essere forti e saperli affrontare. Ma siamo solo noi che decidiamo cosa scrivere, noi che abbiamo in mano il volante della nostra vita, noi che dobbiamo guidare tenendo bene la strada. Nessun altro.

Quindi a qualsiasi eta’ e in qualsiasi situazione siamo, non dobbiamo mai smettere  di pensare che le cose cambiano e che tutto e’ possibile. La vita puo’ svoltare in un minuto se siamo aperti ai cambiamenti. L’importante e’ non lasciarsi frenare dal passato e non farsi spaventare dal futuro. Ora siamo nel presente ed e’ qui che dobbiamo vivere. Qui e adesso.

Quindi oggi voglio solo brindare ai miei 39 anni, avendo vicino tutte le persone che amo. Voglio celebrare il mio centesimo articolo con voi e dedicarvi questo giorno come se foste qui con me. Voglio festeggiare questo splendido giorno circondata da persone meravigliose, molte delle quali, entrate nella mia vita proprio nel corso di quest’ultimo anno.

Alle riflessioni mi dedichero’ nel prossimo articolo e ai 40… ci pensero’ l’anno prossimo.

Articolo precedente
Lascia un commento

13 commenti

  1. laura

     /  giugno 12, 2013

    Ma perche ‘ uno poi deve sempre riflettere!!!???? che palle!!!!!… alle volte meglio non farlo …….. soprattutto il giorno del tuo compleanno!!! Tantissimi auguri

    Rispondi
  2. Marco

     /  giugno 12, 2013

    Intanto ti giungano i più sinceri doppi auguri di circostanza cara Cristina.
    Per il resto arcinoto che in questa vita molto spesso conti più un pizzico di “vento a favore” che mille riflessioni, tra cui anche quelle cosiddette giuste e sagge fatte comunque a tavolino.
    Viviamo nel presente proiettati nel futuro con un pizzico di sano ottimismo a tutto campo si…però che il passato, il fatidico vissuto di ciascuno di noi non conti in alcun modo lasciamolo inneggiare e dire soltanto a coloro che hanno l’urgente necessità di cancellare esperienza sbagliate, infelici e comunque da dimenticare.
    Il passato è e rimane comunque una indissolubile parte di noi ed è da qui che dobbiamo verificare in seguito i nostri cambiamenti tendenti alla crescita, alla maturità e al miglioramento.
    Del resto va a dire che il passato non conti un tubo a chi magari abbia vinto una “Coppa dei Campioni”… no?
    E per “Coppa dei Campioni” naturalmente intendo un qualsiasi raggiungimento di traguardo, obiettivo, un successo ed altro ancora.
    Pertanto non datevi via con leggerezza amiche donne, si avete capito proprio bene… non datela mai via con tanta facilità e leggiadria, perchè poi ricordatevi che in seguito, anche se al momento potrà sembravi divertente e sfizioso, in seguito non vi farà star bene in alcun modo…e come se non bastasse trovo che quelle cosiddette “difficili” siano sempre e regolarmente le più intriganti, le più sexy in altre parole le donne nettamente più evolute e migliori.
    Un abbraccio forte!

    Rispondi
  3. Grazia

     /  giugno 12, 2013

    Ci avrei giurato che fossi una gemellina anche tu. Creativa e cerebrale, non poteva essere altrimenti. Io ho compiuto gli anni 2 giorni fa, il 10 giugno.
    Ti auguro un buon tempo che passa, ricordando in primis a me stessa e se ti fa piacere anche a te, di onorare la nostra morte celebrando ogni giorno, la miglior forma di vita possibile per noi…
    come sacerdoti/sacerdotesse del nostro personalissimo altare,
    non di quello allestito da altri per noi…
    e per stare ” sul pezzo” (come dice sempre il mio dirigente) del tuo blog, ti lascio una mia riflessione sui due diversi, ma entrambi bellissimi e complementari universi: il maschile e il femminile, lo yin e lo yang.

    FENOMENOLOGIA DEL SIMBOLICO FEMMININO (MATERNO)
    La donna non deve imitare l’uomo, programmandosi su codici simbolici paterni
    per sentirsi più forte.
    La sua bellezza, la sua grazia, la sua dolcezza e quindi la sua capacità di attrazione
    hanno dimensioni diverse.
    Un universo simbolico che non è affatto meno forte di quello maschile ma che semplicemente agisce il suo potere su dimensioni diverse ma complementari.
    La donna che imita l’uomo non sarà altro che una brutta copia dello stesso e rischierà di perdere la sua identità.
    Il corpo segue sempre la mente.
    Non dobbiamo rischiare di diventare una brutta copia dell’uomo
    ma tentare di essere imperfettamente perfette come DONNE,
    dentro la nostra FEMMINILITA’,
    mantenendo integre quelle distinzioni tra donna e uomo.
    Maggiori sono le differenze e più c’è attrazione, bellezza, scambio.
    Livellare le differenze tra i due sessi uccide ogni possibilità di attrazione.
    DONNE con le…GONNE.
    Tanti auguri Cri.
    P.s.
    Non barattare mai la tua solidità…

    Rispondi
    • Grazia mi emozioni come sempre… Un messaggio di auguri meraviglioso grazie mille. È auguri in ritardo gemellina 😉. Ti abbraccio

      Rispondi
  4. Grazia

     /  giugno 12, 2013

    Ti abbraccio anche io.

    Rispondi
  5. marco valletri

     /  giugno 12, 2013

    Auguri !

    Rispondi
  6. gattaviva

     /  giugno 14, 2013

    Anch’io in ritardissimo…auguri Cri, resta sempre sincera e luminosa come ho imparato a conoscerti, perchè il mondo ha bisogno di persone come te! Settimana prossima io faccio i 40, saprò dirti quali sensazioni mi darà questo cruciale compleanno, per ora vivo una strana fase di transizione e insieme di stasi…vedremo! Ti abbraccio forte forte

    Rispondi
    • Gattaaaaaa non ti faccio gli auguri in anticipo… Ma ti stringo forte con tutto il mio affetto. Resta anche tu sempre così e spero di riuscire ad incontrarti presto! Bacio grande!

      Rispondi
  7. Ladyflaubert

     /  giugno 18, 2013

    Anche se in ritardo, ho una pessima memoria per i compleanni, auguri Cristina!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: