In amore vince chi fugge? No, vince chi ama!

Voi scherzate, ma mica e’ semplice essere single! E’ una guerra là fuori, una lotta alla sopravvivenza.

Non devi distrarti un attimo, non puoi scoprirti ne’ rivelare come sei o se ne approfittano e ti divorano come piragna incarogniti. Non ci si puo’ fidare di nessuno e, se ti dimostri troppo forte e in grado di combattere onestamente, tendono ad evitarti per paura di essere sconfitti.

Insomma, non so se con questo esempio io sia riuscita a farvi capire piu’ o meno la giungla che noi single dobbiamo affrontare ogni giorno.

Spiegandomi meglio, ho notato che e’ sempre piu’ difficile riuscire ad essere se stessi quando si esce con qualcuno. Ovvero poter essere istintiva, spontanea, determinata a perseguire certi valori, trasparente nelle tue debolezze. Questo comportamento ha l’evidente effetto collaterale della fuga immediata dall’altra parte. Ve lo giuro, se non l’avessi visto piu’ volte con i miei occhi non ci crederei, battono in ritirata cosi’ velocemente che neanche te ne accorgi. Ma se invece ti trasformi nella piu’ sfuggente delle stronze, torni ad essere appetitosa.

Ora, non per sottovalutare l’intelligenza maschile, ma indagando un attimo con gli amici maschi, mi hanno confermato quasi tutti, che una donna che si scopre, perde di interesse, mentre quella che li fa impazzire, trattandoli male, li affascina. Sempre non volendo sottovalutare l’intelligenza maschile, mi chiedo se questo insano masochismo, nel volere a tutti i costi qualcosa che faccia star male, possa essere considerata anche un’ambizione femminile.

Donne ditemelo voi, perche’ io mi sento un po’ anacronistica e spaesata: e’ questo che la gente cerca oggi? E’ questo che la gente oggi chiama amore? Una sorta di gioco a chi fugge per primo o a chi e’ piu’ bravo a non esporsi troppo?

O forse questo e’ quello a cui tutti, sia uomini che donne, si  stanno adattando per disperazione (o per comodita’).

Gli uomini che ho amato di piu’ mi hanno amata da subito per quello che ero, per il mio essere spontanea, trasparente, certamente a volte un po’ rompi palle, a tratti se vogliamo pure nevrotica. E sorridevano quando lo diventavo perche’ anche quello era parte di me e, spesso, li divertiva. Mi hanno dato da subito la possibilita’ di farmi conoscere e di farsi conoscere, scoprendo quanto c’era al di la’ dell’apparenza. E siamo stati reciprocamente un sostegno l’uno per l’altra in tutta la durata del rapporto. Le discussioni erano un pretesto per fare pace e perdersi l’uno nell’altra con ancora piu’ emozioni. Ecco cio’ che distingue i miei 2 o 3 grandi amori dalle storielle passeggere; ovvero che da subito, con loro, e’ filato tutto liscio. Senza freni, senza dubbi, senza ma, se, forse, non so. Senza ti sento o non ti sento, ti frequento o non ti frequento. Eravamo semplicemente pazzi l’uno dell’altra, con un’immensa voglia di fare tantissime cose insieme, di girare il mondo, di condividere nuove esperienze. Non ci spaventava la monogamia, la trovavamo incredibilmente sexy, perche’ ci consentiva di scoprirci e di crescere insieme. Tutte storie finite per circostanze fuori dalla nostra portata, ma che rimarranno sempre nel mio cuore perche’ vissute in totale pienezza e spontaneita’.

Ma che fatica anche solo pensare di potersi avvicinare a una cosa simile. Ora, non appena capiscono che non sei una da “una botta e via” e che quindi, sei piu’ “impegnativa”, scappano. Alla prima discussione spariscono, al primo errore ti eliminano, non sono disposti a tollerare nulla. Vogliono delle bamboline finte, che non rompano le palle, che stiano zitte al loro posto e che non interferiscano minimamente nella loro vita. Le loro abitudini non devono cambiare e  se ti va bene e’ cosi’,  altrimenti ne trovano altre mille pronte a prendere il tuo posto”. (ed e’ vero, i famosi piragna!)

E cosi’ facendo tante donne  e uomini si sono adattati, diventando come burattini pronti ad essere manovrati.

Saro’ l’unica al mondo a pensarla cosi, datemi dell’antica, della pesante, della zitella, ditemi pure cio’ che volete, ma dato che ho anche un passato e, di amore ne ho ricevuto e dato tanto, io mi rifiuto di scendere a questo compromesso. Non sempre scendere a compromessi e’ cosa sana.

Io dico che in amore vince chi ama! Chi ama incondizionatamente. Ci vuole coraggio per farlo perche’ e’ rischioso. Chi fugge, con l’amore non ha nulla a che fare. Chi fugge e’ solo un codardo.

E io continuero’ ad essere me stessa, forse un po’ pungente, forse un po’ scomoda, certamente senza peli sulla lingua. Sono certa che ci sia qualcuno in giro ancora in grado di apprezzarlo.

E dovessi invecchiare cercandolo, non mi fermero’ finche’ non lo trovero’.

Che poi, mi sa che sto gia’ invecchiando, quindi potrebbe anche muovere quel suo regale culetto e farsi vedere!

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

34 commenti

  1. Marco

     /  giugno 20, 2013

    Ogni articolo merita sempre un applauso.
    Detto tutto cosi bene, cosi carino, ogni volta si corre il rischio di incarnare la perfezione nella narrazione porca miseria.
    E se magari alla fine non si trattasse di “perfezione”, di sicuro colpa quando di colpa si tratta, colpa però sempre e regolarmente degli altri.
    Sono convinto che con l’arrivo dell’onda di questa maledetta crisi economica molto presto almeno la buona metà dei maschi italiani torneranno ad essere loro stessi anzichè le maschere pietose che sono e che sono soliti indossare; maschere fatte da auto, aperitivi, abbigliamento e lifestyle regolarmente sempre al di sopra delle proprie possibilità e comunque sempre teso a cercare d’incantare.
    Ci si dimentica che un rapporto vero è tale quando proprio nel momento si ha il gran culo di star bene con qualcuno che c’apprezza oltre questa arida e ridicola esteriorità e fiction.
    Fin quanto l’apparire continuerà ad avere la meglio sull’essere, finchè l’esteriorità e questa fiction continueranno ad imperare su ogni cosa, l’amore (…amore un cazzo, l’amore è tutta un’altra cosa…) sarà ballerino, vulnerabile, fragile e puntualmente incredibilmente breve.
    L’amore deve alimentarsi d’altro.
    Di qualcosa di meno stupido.
    L’amore ha bisogno di qualcosa di più consistente.

    Rispondi
    • Marco non potrei essere più d’accordo… A volte mi viene il dubbio che sia Milano così… Ma in realtà poi mi accorgo che sono cose che capitano ovunque purtroppo. Grazie per i complimenti e un abbraccio! 😊

      Rispondi
    • guitta

       /  giugno 21, 2013

      (…amore un cazzo, l’amore è tutta un’altra cosa…) Bravo Marco

      Rispondi
  2. guitta

     /  giugno 21, 2013

    “(…amore un cazzo, l’amore è tutta un’altra cosa…)”
    Io amo questa donna… Amore mio.. chi ti lascia scappare è un demente….
    hai così tanto da dare che chiunque ti avrà sarà l’uomo più fortunato della terra…
    L’amore siamo noi 😉

    Rispondi
    • Ma amore mio quanto ti adoro! Ma perche’ non sei un uomo…mi renderesti la donna piu’ felice del mondo! 🙂
      Grazie, ti voglio un sacco di bene! ❤

      Rispondi
  3. gattaviva

     /  giugno 21, 2013

    Cara Cri, adesso che ho raggiunto i fatidici 40 sai che ti dico? Quello che ho sempre detto, ma con ancora più convinzione: io posso essere solo me stessa, e non è solo che non riesco ad adattarmi a chi mi vorrebbe diversa, è che proprio NON VOGLIO. Volersi bene davvero implica l’accettazione dell’altro, con pregi e difetti…e nessuno ci obbliga alla superficialità dilagante che Marco ha perfettamente descritto 😉

    Rispondi
    • Già… Ci sarà qualcuno in grado di apprezzarlo! Del resto ci vuole coraggio a stare con delle donne pensanti 😉un abbraccio gatta!

      Rispondi
  4. Grazia

     /  giugno 22, 2013

    Si, Ci vuole molto coraggio e “adultità” per stare con una donna pensante.
    Sicuramente non è gioco facile e soprattutto, non si vince facile…
    Una donna pensante non ti dirà sempre di si per paura di perderti, perchè è ben centrata su se stessa e non si decentra per il primo maschio ( e sottolineo maschio, perchè un UOMO non te lo chiederebbe MAI) che passa, Inoltre sa bene che se un rapporto è ammantato dalla paura di perdere l’altro, vuol dire che il legame non è così significativo.
    Una donna pensante non sara sempre compiacente per non contraddirti. Ti terrà testa in un confronto dialettico, rimanendo però sempre dentro i confini del rispetto e della buona educazione, ma ti porterà argomenti suoi, non frasi fatte e luoghi comuni modaioli.
    Ma quel confronto sarà sempre motivo di crescita per entrambi.
    Una donna pensante sarà più impegnativa, ma i troppi ” si” annoiano, ti deprivano di stimoli intellettuali, perchè l’eros passa innanzitutto attraverso la seduzione mentale piuttosto che un bel culetto.
    In fondo di bei culetti ce ne sono tanti, ma di belle teste?
    Una donna pensante mette consapevolezza in tutto ciò che fa stando sull’onda emotiva ma nello stesso tempo trascendendola, perchè è presente in tutto quello che fa, con la testa, con il cuore e con il corpo. Sa dare piacere e prendere piacere dall’uomo che ama e con l’uomo che ama senza MAI sentirsi usata. Proprio perchè è presente a se stessa e sa bene ciò che sta facendo.
    E tutto questo un UOMO lo sa…

    Rispondi
  5. Grazia

     /  giugno 22, 2013

    un sorriso, Cri…in questo caldo sabato milanese.
    Mi preparo per andare in piscina 😉

    Rispondi
  6. Ho vissuto anche io quello che dici e ci sono cascata. Mi. Sono adeguata. Ed ora sono tornata in me. Ed ora c’è qualcuno che mi vuole per come sono. E finché durerà me la vivrò. (Ovviamente spero che duri per tanto)

    Rispondi
    • Vedi che succede? Ci credo anch’io!!! Non bisogna mai diventare cio’ che non siamo! 🙂
      Molto meglio cosi! un abbraccio!

      Rispondi
  7. laura

     /  giugno 29, 2013

    Per stare accanto ad una donna ironica, brillante,simpatica…..be ‘ ci vuole la testa … ci vogliono i contenuti… attualmente c’e’ solo la scatola 😉 che per quanto sia bella.. se e’ vuota non ci si fa niente!!!

    Rispondi
  8. Zoe

     /  luglio 24, 2013

    Cristina complimenti per quello che scrivi ……sai oggi mi sono imbattuta nel tuo blog per caso …. e sai mi sentivo sola…e avevo bisogno di qlcs che mi facesse sentire meglio….beh l’ho trovato!!! ci sei tu e anche altri che a quanto pare la pensano come me….
    Se senti che qls non và ….fse é proprio così in fondo…
    Baciiiii

    Rispondi
  9. Paolo Paolucci

     /  settembre 20, 2013

    E’ vero, Cristina. In amore vince chi ama, non chi fugge 🙂 Lo “sport nazionale” per cui “in amore vince chi fugge” e’ fin troppo diffuso.. Beh, allora chi vuole fuggire fugga pure… (anche se quando si e’ coinvolti ed innamorati, e’ difficile avere la lucidita’ per poterlo comprendere..). Ho la fortuna di poter leggere queste tue belle parole, Cristina, piene di sensibilita’… No, non sei l’unica al mondo a pensarla cosi’ 🙂 Un abbraccio 🙂 . Paolo

    Rispondi
    • Menomale stavo iniziando a pensare di essere io quella sbagliata! Lancio un appello allora… Uniamo le forze! 😉
      Notte e grazie come sempre 😊

      Rispondi
  10. Giovanni

     /  ottobre 31, 2013

    Una disamina eccellente sulle problematiche inesistenti, che fanno di noi inguaribili romantici “roba vecchia d’altro tempi”. In amore vince chi ama da subito e mette a nudo il proprio essere all’altro.

    Rispondi
  11. lendublirecords

     /  dicembre 21, 2013

    Brava! È cosi. Non si discute. Sono d’accordo. Buona fortuna. 🙂

    Rispondi
  12. Mirco

     /  marzo 17, 2014

    Scusate se mi intrometto, premetto che sono d’accordo con tutti su quanto avete scritto, ed anch io penso che in amore vince chi ama, e non chi fugge, ma com’ è possibile che due persone che sono state assieme con tanto amore e per incompatbilità di carattere, si allontanano per tre mesi, senza vedersi e senza sentirsi, poi un giorno si rivedono in una maniera casuale e fortunosa, e il fuoco torna ad ardere, ma dopo questo incontro lei si fa desiderare e non si fa vedere per una settimana??? Ora io non sono un pozzo di scienza in amore, ma non posso pensare che in una situazione del genere ci sia qualcosa che possa definirsi amore….. Fuggire in tal senso è come sparare sulla croce rossa, comprendere di avere un legame cosi tanto forte che nemmeno il tempo può distruggere e poi nascondersi e trincerarsi dietro un muro per poi fuggire, e autolesionarsi!!! In questo caso ne i tempi ne i luoghi sono fattori che influenzano l’amore…. e con questo volevo solo dire che oggi in amore vince chi sa che ama, ma perde chi vede che l’amore che ha di fronte, è solo una chimera e quindi un illusione, che cerca di coltivare ma non avrà mai un esito. Oggi tutte le persone innamorate (per cosi dire) si fanno questa domanda: La amo ma non riesco a viverla…. sarà amore?? Quindi si fugge pur amando…. Lo so è un po contorta spero che renda l’idea…. Grazie.

    Rispondi
    • Io credo che, semplicemente, se lei non corrisponde non sia la persona giusta per te…e non hai perso. Hai vinto perché ora sei più vicino a cercare chi davvero ti merita ed è giusto per te 😊

      Rispondi
  13. gli uomini perdono interessi per una donna “non stronza” è una questione di istinto del “cacciatore” (anche se lo considero un tipo di macho xDD) – qualcuno è riuscito a superarlo, alcuni no. Nell’amore vinci chi ama, ma chi non ama non soffre.

    Rispondi
  14. Roby 71

     /  novembre 25, 2014

    Molto corretto e tutto giusto.
    Ovviamente vale la stessa cosa per noi maschi .in effetti io mi trovo in una situazione simile
    Sto dando amore ad una persona che ricambia dicendo che mi vuole bene.pero’scappa via .ora è un bel dire che l amore incondizionato e quello giusto …ma si soffre .

    Rispondi
  15. steve

     /  gennaio 15, 2015

    Hai perfettamente ragione chi ama sa ascoltare ,chi ama sa far sacrifici e sicuramente non penseranno
    chi ama non fa giochini
    chi ama vuole condividere tutto anche la sua carriera lavorativa perché nella vita che senso ha ottenere risultati se non li puoi condividere con nessuno
    amare è il senso della vita
    ve lo dice uno che ha avuto tutto dalla vita e arriva a tutti prima o poi il giorno come è arrivato a me ,quando ero su di un aereo e stavo andando a fare il mio spettacolo , di pensare e poi…….
    Qual’è il senso, perché non riesco ad essere felice nonostante faccio quello che voglio.
    Fare qualcosa sempre e solo per se stessi sicuramente è appagante ma mai quanto se a casa hai qualcuno che ti aspetta per condividere i tuoi successi
    E pensate un amore puo essere positvo anche quando tutto va per il verso sbagliato perché ti darà la forza per reagire
    quando si è in due ad d’amare tutto è meraviglioso cercatelo

    Rispondi
  16. andrea

     /  agosto 9, 2015

    Be l’articolo è del 2013 perciò diciamo che è passato un po di tempo..magari non leggerà nessuno..comunque:
    Poche persone ho visto e sentito parlare così..la gente ha sempre più paura.. di essere ciò che dovrebbe,x adattarsi a un sistema che non ti rende fiero di te stesso se non nel momento in cui lo fai,appagato da una finta collaborazione di massa,dove credo ci sia molta frustrazione..l’amore dovrebbe essere l’unico motore che spinge a fare cose incredibili,e non parlo di atti estremi,ma di raggiungere piena consapevolezza di sé.. uniti in qualcosa di magico che nessuno può spiegare se non poeticamente..io non so se x amore a volte si fugge ,x la paura forse è più probabile x quello,il giudizio le critiche le persone vicine che crediamo vivano meglio perché ormai hanno rinunciato a lottare e vivono così,come se niente avesse più senso..se non apparire..bell’articolo davvero il ragionamento ha un gran senso… scusate la mia grammatica,ma non sono un grande scrittore

    Rispondi
  17. Alla fine molti uomini potrebbero adattarsi alla donna “stronza” perchè risulta più appetitosa dal punto di vista della conquista, come se si conquistasse la luna e ci metti la bandiera su quella persona da prima così difficile da avere. Se un uomo desidera una donna per una vita potrebbe risultare difficile reggere una donna stronza, perchè il distacco di quest’ultima potrebbe risultare un vetro che divide le due parsone lasciando un grande divario che non si può colmare così facilmente. Una donna stronza è forse diversa da una donna forte, perchè nell’ultimo caso la donna all’interno della coppia riesce a far sentire il proprio valore senza dover alzare troppo la voce e senza usare dei modi al quanto sconveniente nella maggior parte delle situazioni.
    Quanto più sarebbe bello amare una donna forte e non una donna stronza! Li si che sarebbe il raggiungimento di una conquista ma non per una nuova donna ottenuta, ma bensì per se stessi che si ha accanto la cosidetta donna con i coglioni (da non lasciarsi scappare forse :-)).

    Nei rapporti si indossa una o più maschere e per svariati motivi, perchè si possono trovare persone ferite da situazioni precedenti che si nascondono dietro un piccolo scudo per non farsi ferire nuovamente oppure altri che per la conquista facile e sembrare meno banali di altri soggetti si creano il classico profilo di persona “diversa”. Le maschere però sono parte di noi e lo dice lo stesso Pirandello in molti racconti, ma sempre queste maschere non sono per tutta la vita, perchè se ami qualcuno e vuoi mostrare quello che hai dentro le maschere le togli e ti lasci vivere. Qui gioci come un all-in di sentimenti, cuore ed animo che butti sul tavolo senza ritegno come per dire “Cazzo! io ti amo e ti do tutto!” e da li si vede cosa succede. Le maschere sono difficili da perdere per alcuni visto che diventano abitudine di vita single e non si è più se stessi perchè in quella nuova pelle ti trovi bene, anche se non sei tu. Non abituarsi a questa finta pelle ci aiuta a capire che l’amore è li che a volte bussa, ma non riusciamo a sentirlo perchè siamo focalizzati su tenere la nostra maschera.

    A volte in amor devi rischiare perchè tanto le lacrime, il cuore a pezzi e i sentimenti buttati nel cesso capiteranno ma precludersi la voglia di amare è stupido e senza alcun motivo valido. Viva chi riesce ancora a farsi vivere ed amare senza tenere il freno a mano tirato dalla paura di star male. La paura ci deve essere ma non si deve impadronire di noi. Viva chi ama, viva chi si lascia amare.

    Rispondi
  18. luc

     /  settembre 5, 2016

    in amore vince chi trova qualcuno da amare e che ricambia…chi fugge non vince nulla, colleziona solamente una serie di relazioni fallite, senza amore, prendendosi gioco dei sentimenti altrui, venendo calpestati da altri che giocano. Chi fugge è destinato a restare solo…..ed essere infelice….nutre il proprio ego….solo quello….

    Rispondi
  19. Matteo

     /  dicembre 11, 2016

    Sono assolutamente d’accordo con Te!
    Restiamo fedeli a noi stessi x quanto possibile.
    Ciao

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: