Amici di letto

In inglese vengono definiti “friends with benefits”, in italiano piu’ efficacemente detti “trombamici”.
Una figura che pare non tramontare mai nel corso degli anni, ad ogni età e generazione dopo generazione.

Ma cosa sono esattamente?

Mi ripromettevo da un po’ di scrivere un articolo sul ruolo di questi “amici di letto”, perche’ credo ci debbano essere regole precise per questa figura. E pur consapevole del fatto che ognuno abbia la sua opinione e che nel web, se ne trovino diverse interpretazioni, credo di avere delle idee precise in merito alla definizione di questa categoria.

1) innanzitutto e’ una figura che non puo’ nascere dall’oggi al domani. E’ qualcuno che conosci da un po’ di anni, con cui c’è confidenza e ovviamente una buona intesa sessuale

2) non si e’ mai gelose di lui, anzi, si ascoltano le sue storie con piacere dandogli saggi e onesti consigli

3) non si deve rendere conto a un trombamico e non lo si deve pretendere da lui

4) non e’ obbligatorio finire a letto ogni volta che vi vedete. Non dimentichiamo che c’è anche la parola “amico”.  Il sesso di solito subentra quando siete entrambi liberi e svincolati ma, quando uno dei due, o tutti e due vi fidanzerete, tornerete ad essere buoni amici.

5) ci sarete reciprocamente l’uno per l’altra quando avrete bisogno (di solito e’ quasi sempre quando finite una storia o un flirt) e tendenzialmente, se non volete  trasformarlo in una figura di semplice amico, conviene non dirgli troppi no

6) si e’ molto protettivi senza essere possessivi e si puo’ uscire serenamente in compagnia, senza alcun tipo di imbarazzo

7) niente romanticismo con loro. Affetto si’, smancerie varie no. Ma assoluto rispetto e massima correttezza

8) non presentatelo mai ad una vostra amica, perche’ se per sbaglio dovesse fidanzarsi con lei, perdereste immediatamente la possibilita’ di vederlo in questo ruolo e con questi benefits. (il trombamico non si condivide mai con le amiche, e’ una delle regole piu’ importanti!)

9) non si dorme a casa sua e viceversa

10) e ultimo, ma non meno importante… non innamoratevi di lui e fate in modo che lui non si innamori di voi! Se no chi ci sara’ poi a consolarvi quando finirà?

Oggi, le nuove generazioni definiscono “trombamici” tutti quelli che si sono portati a letto un paio di volte senza che ne sia scaturita una conseguente relazione, ma credo davvero che questo ruolo sia molto piu’ di questo. Innanzitutto ce ne dovrebbe essere soltanto uno, magari che duri anche da tanti anni, ma che davvero abbia costruito insieme a voi quel rapporto di fiducia totale per cui ci si capisca senza nemmeno piu’ bisogno di parlarsi. Se vi fidanzate e sparite per un po’, lui capira’ e quando ritornerete, a meno che nel frattempo non si sia fidanzato lui, ci sara’ ancora. Credo sia questo il punto piu’ forte di questa figura, motivo per cui avere un trombamico e’ una cosa tanto divertente quanto diffcile da trovare. Per questo ritengo possa essere un ruolo che si forma piano piano negli anni, deve essere consolidato e ci deve essere la certezza che da entrambe le parti non ci siano fraintendimenti sentimentali.

Il che’ non va assolutamente confuso con quell’atteggiamento leggero, mediocre e squallido che tendono ad avere molti uomini oggi. Il telefonare solo quando ne hanno voglia o quando non hanno niente di meglio da fare, lo sparire senza un valido motivo, il ritornare senza avere nulla da dare; questo non si chiama essere trombamici, si chiama essere coglioni!

E’ un po’ diverso…

E per favore niente moralismi. Chi non ha il trombamico ha l’amante. Che e’ molto peggio….

Articolo successivo
Lascia un commento

44 commenti

  1. Marco

     /  ottobre 18, 2013

    Ciao cara Cristina
    Il tuo spunto di riflessione è molto interessante e potrebbe sollevare benissimo un vespaio interminabile.
    Inizierei con un titolo del genere “amore, grande dolore”.
    Dal momento che in questo mondo tutto ciò che ha inizio ha ahimè purtroppo anche una inevitabile fine, la fine di una relazione di letto vissuta all’insegna del sentimento, del coinvolgimento, della grande passione e quindi anche di gelosia, stiamo parlando di un grande amore, comporterà sempre una notevolissima sofferenza.
    Un amicizia di letto non è niente di tutto questo.
    Un amicizia di letto è di fatto una semplice un’alternativa all’astinenza…e un’alternativa all’astinenza alla fine è soltanto un “meglio di niente”.
    Mentre dentro ad un grande amore ci si finisce dentro anche senza volerlo, talvolta senza neppure rendersene conto, dentro ad un letto che non fa battere il cuore ci si finisce per scelta o viste le circostanze, più appropriatamente per esercizio di voluttà.
    Per gioco.
    La cosa più triste è quella che non hai menzionato Cristina…vale a dire che ci sono anche gli ex che continuano a frequentarsi sono per scopare.
    E scopare in quel modo equivale ad andare in palestra a fare ginnastica.
    Mentre delle prime due situazioni non giudico niente perchè alla fine mi sta bene tutto, in quest’ultima circostanza i protagonisti mi fanno pena per la loro mancanza di palle, carattere ed autostima.
    Vorrei ricordare che godere è alla portata di tutti, regolarsi, sapersi opporre o dire basta ad un qualcosa che non vogliamo ammetterlo, ma ci sta svilendo, riesce a pochi.

    Rispondi
    • Ciao Marco!
      Sono d’accordo con te sul fattore ex… Ma ovviamente non rientrano nella categoria trombamici . Sono ex, sono già categorizzati come tali.
      E attenzione io non ho mai scritto che i trombamici escludano l’amore anzi. Ho detto che ti consoleranno tra un amore e un altro tra una delusione e un altra. Non tolgono nulla alla possibilità di trovare quell’amore coinvolgente di cui parli…
      Un abbraccio e buona giornata! 😊

      Rispondi
  2. Marco

     /  ottobre 18, 2013

    Essere “trombamici” esclude l’amore in automatico.
    Innamorarsi significa trovarsi immersi nel pieno di una tormenta, è un dramma meraviglioso, estremamente coinvolgente e alla fine implica un fantastico, favoloso e senza pari “fare l’amore”.
    Nel secondo caso, perdonami la crudezza, si scopa e basta.
    Non è male sia ben chiaro, specie se vissuto con rispetto e fantasia, ma non è la stessa cosa.
    Anzi, non ci va nemmeno vicino e se non stai attento fa pure tanta tristezza.
    Perchè con la mente, e la mente sta tranquilla che non la inganni, sei altrove.
    In quel momento sei tra le braccia di chi ti manca.
    E’ un po’ come dire: l’amore è quella cosa…”per tutto il resto c’è Mastercard”.
    Un abbraccio, Marco.

    Rispondi
    • Oggi credo di avere io dei problemi nel comunicare e nel farmi capire. Capita…
      Ci riprovo: non e’ nel trombamico che devi cercare l’amore!La ricerca dell’amore e’ una strada a sè.Il trombamico e’ quella persona che c’è quando l’amore ti fa soffrire, o ti scarica o non lo trovi. Sono due cose diverse, non si icontrano e non si devono incontrare o non e’ un trombamico! La stessa parola contiene la parola amico non e’ tromb-amore e’ tromb-amico!
      E non lo trovo squallido perche’ non e’ una notte e via. C’e’ rispetto, c’è affetto. Che nulla hanno a che vedere con l’amore ma il trombamico va proprio a proteggerti secondo me da quel sesso senza senso e senza rispetto che trovi casualmente qua e là quando esci la sera. Non so in cosa io non riesca a spiegarmi e non capisco perche’ mi relazioni l’amore con questa figura, quando, al punto 10 concludo prorpio dicendo di non innamorarsi del trombamico perche’ sono due cose diverse!
      Marco ho gia’ scritto articoli sull’amore tormentato e meraviglioso di cui parli tu e ti assicuro che ne scrivero’ ancora.
      Ma questi articoli non avevano come titolo: “Amici di letto”. Sto parlando di un’altra categoria e MAI e poi MAI ho scritto “passate tutta la vita con i trombamici e rinunciate per sempre all’amore”. Stavo solo descrivendo un ruolo.
      Spero di essere riuscita ad essere un po’ piu’ chiara.
      Buona giornata…

      Rispondi
    • si quoto in pieno

      col trombamico sei sempre lì a ricordarti che c’è un limite che non devi superare e questo limite ti impedisce di godere appieno di questo rapporto che in teoria non sarebbe poi così male

      ma scopare ti svuota e fare l’amore ti riempie, la differenza è fondamentale

      Rispondi
      • Io credo che con un amico di letto le cose accadano nel tempo in modo naturale, senza forzature. Se così non è non è una trombamicizia bensì un rapporto d’amore mal riuscito. Ho detto che è un equilibrio molto difficile da trovare e se capita, capita una volta se sei fortunato. Mi spiace molto che lo leggiate tutti solo come un rapporto di sesso squallido. Non è questo che ho scritto…
        Ma ovviamente è giusto che ognuno abbia la sua idea!

  3. sacrosante parole!!brava..condivido in pieno!!

    Rispondi
  4. Marco

     /  ottobre 18, 2013

    …Cristina perdonami la franchezza ma sai che c’è?
    C’è che se a trombare da “amici” come dici tu è un single è perfettamente ok e rientra tutto nella norma.
    Quando a fare le medesime cosucce ci si trova in mezzo uomo sposato è regolarmente un grandissimo farfallone, un leggero, un quacquaraquà o vile fedigrafo si voglia.
    Stabiliamo allora le regole prima di andarci a fare il bagnetto tutti insieme a Lourdes visto che a nessuno di noi qua piace esser bollati come bigotti e tali non vogliamo essere fino in fondo.
    Se gli sposati sono tali, perchè sento già la gradinata rumorosa e in piedi con le braccia tese a puntare contro, se gli sposati sono tali dicevo, ecco che allora le single dalla medesima scopata facile quanto consolatoria, sono altro che delle troiette.
    Vorrei sgombrare il terreno da equivoci che qua non si stia mancando di rispetto assolutamente a nessuno men che meno ai frequentatori di questo bel forum che come tutti i forum migliori a volte possono mettere a disposizioni discussioni franche, sane, intelligenti , sentite e serrate.

    Rispondi
    • Marco ti giuro che non ho capito cosa vuoi dire nel tuo commento.
      Io ti ho solo detto che l’amore non ha nulla a che vedere con i trombamici. Chi ha mai parlato di uomini sposati?
      Ti chiedo solo la cortesia di focalizzarti su questo articolo e di restare in tema. Ho scritto valanghe di articoli sulle amanti o sugli uomini sposati ma non e’ questo il tema trattato qui. In realta’e’ molto piu’ leggero, molto piu’ divertente e non capisco perche’ scaturisca in te tale rabbia…
      Puoi avere o non avere trombamici; non critico ne’ giudico per questo e’ una scelta. Tutto il resto di quello che hai scritto poco c’entra con questo articolo…tutto qui.
      buona giornata e buon week end!

      Rispondi
  5. Marco

     /  ottobre 18, 2013

    …nessuna rabbia Cristina.
    Dal momento che potrebbero benissimo leggerci anche degli adolescenti , vorrei solo riportare a galla l’importanza anzi, LA GRANDE IMPORTANZA, del fatto che un rapporto sessuale , anche se siamo nell’anno domini 2013, abbia pur sempre il suo peso e la sua importanza.
    Scopare a scopo “amichevole” o se preferisci “consolatorio” anche se in maniera continuativa ed apparentemente conseziente, sa molto di college americano e riduce i protagonisti, spece se non più ventenni, a protagonisti oserei definire quasi desolanti.
    La faccenda diventa meramente fine a se stessa e priva delle incontenibili emozioni che la medesima situazione, se riportata e concepita in altre circostanze, è in grado di offrire.
    L’affannosa ricerca di conferme sulla propria capacità seduttrice (il male dei nostri tempi fondati sull’apparire e mai sull’essere) apre la porta ai problemi dell’autostima.
    Di questo Facebook ne è la testimonianza più eloquente specie quando ci vedi oche quarantacinquenni alla disperata ricerca e a caccia dei tanto vituperati “mi piace” su una foto appunto, da oca.
    Si inizia sempre dai mi piace, sperando che tra i tanti I Like di circostanza escano fuori tanti numerini di telefono di “pretendenti” ad una serata che molto difficilmente porterà i protagonisti a parlare degli annosi problemi del medioriente.
    Più facile non perder tempo, più facile darsi, molto più facile “scopare”.
    Da amici appunto certo.
    Tristezza.

    Rispondi
    • Guarda Marco, se dal mio blog e da questo articolo tu cogli un qualcosa di addirittura pericoloso per i piu’ giovani o di una persona che da’ poca importanza al sesso credo prorpio tu non abbia capito nulla ne’ di me, ne’ del mio Blog.(probabilmente non l’hai neanche letto con attenzione)
      Puoi avere un’opinione diversa dalla mia, ci mancherebbe, ma non venire a dirmi cose che io non ho MAI detto e scritto come il non dare importanza al sesso o peggio ancora, non dare importanza all’amore.

      Rispondi
  6. Emi

     /  ottobre 18, 2013

    Cara Cristina, intervengo con la mia… (ormai sono ospite fisso del tuo ammirevole “salottino digitale”) 😀
    Leggo, con tutto il rispetto, un po’ di equivoci nei commenti di Marco, ma comprendo la sua posizione per un motivo molto importante: per far vivere una “trombamicizia” ci vuole molto, moltissimo equilibrio. Con sé stessi e verso gli altri.
    Non a caso hai elencato una serie di regole. Quando mai per un rapporto sono necessarie delle regole? In amore non ti permetteresti mai di scriverle e nemmeno in amicizia.
    Forse tra i tipi di rapporto esistenti è uno tra i più instabili e pericolosi a mio parere… perché basta poco per distruggerlo. E quel poco talvolta non è nemmeno l’innamoramento (che “poco” non è), ma semplicemente una deviazione di uno dei due verso un atteggiamento differente da quell’equilibrio.

    Non parlo ovviamente a “vanvera” o per sentito dire… Ci ho provato e mi è andata male…
    Premetto che non sono uno che cerca sesso per il solo divertimento e come ho sempre detto cerco solo rapporti seri, inoltre sono una persona estremamente rispettosa degli altri…

    Lei è una ragazza straordinaria, seria, intelligentissima, colta, molto bella e anche procace. Mi è piaciuta molto sin dal primo momento in cui si siamo conosciuti. Il primo incontro è stato fulminante e coinvolgente. C’era tutto. Ma qualcosa diceva ad entrambi che sarebbe mancata quella parte che avrebbe potuto traghettare questa attrazione reciproca verso un rapporto più serio.
    L’intesa infatti è stata perfetta da subito, da tutti i punti di vista. Ma ci siamo parlati molto chiaramente e ad entrambi quello che stava accadendo andava benissimo, nulla più, nulla meno.
    Ad un certo punto lei ha iniziato ad avere enormi problemi personali ed io, altruista per definizione, mi sono fatto in 4 per aiutarla. Il rapporto si è squilibrato, il sesso è venuto a mancare e io sono diventato quello che cercava di aiutarla e si preoccupava oltremodo per lei… E questo andava oltre i “limiti” che ci siamo imposti.
    Infatti da lì a poco sono iniziate discussioni furibonde e l’allontanamento è stato piuttosto drammatico.
    In mezzo a tutto questo non c’è stato solo sesso. Quello sì, era importantissimo, fondamentale, molto sentito. Ma c’era condivisione, c’erano chiacchiere, conoscenza, interessi comuni… C’era il lato “amichevole”. Ci si sentiva e vedeva anche senza sesso. Ma quella situazione non sarebbe mai stata “coppia”, né “migliore amicizia”, né “semplice conoscenza”, né l’amicizia da aperitivo o chiacchiera…
    Era intesa, rispetto ed equilibrio.

    E’ un grande esercizio di disciplina e autocontrollo quello che si fa in trombamicizia e chi non ne è in grado di affrontarlo (o non ci è mai passato… è capitato anche a me), fatica ad accettarne l’esistenza, criticando e puntando il dito…

    (Perdonami la lunghezza… 😉 )

    Rispondi
    • Ciao Emi!!!
      Leggo con sollievo il tuo commento. Oggi credevo di avere qualche problema a farmi capire.
      Grazie, come sempre, di aver colto il messaggio che volevo far passare. Ovvero non un inno al sesso leggero, come scrive Marco, ma un semplice chiarimento di un ruolo, peraltro non facile e se vogliamo pure abbastanza esclusivo, dato che dicevo che tendenzialmente ce ne puo’ essere soltanto uno.
      Come sempre e’ un piacere sentirti e ti abbraccio forte! Buon week end!!!

      Rispondi
  7. Paolo Paolucci

     /  ottobre 19, 2013

    Ciao Cristina,
    sono a corto di opinioni in merito 🙂 ma ci provo lo stesso a esprimermi..e spero di farmi capire.
    Lascio stare l’aspetto etico e morale, comunque importante per chi crede nell’etica e moralita’ rispetto a questo tipo di comportamento (chi ci crede davvero,
    non per finta..),
    Se la “trombamicizia” ha delle dinamiche per cui uno dei due si costruisce aspettative verso l’altro, e non accade il viceversa, allora lo squilibrio
    si viene, prima o poi, a creare.

    Magari non ho molti esempi di questo tipo di rapporti (si posson chiamare cosi’?) ma non conosco rapporti di “trombamicizia” (ma e’ una mia ignoranza
    sicuramente 🙂 ) con un equilibrio cosi’ riuscito e cosi’ rispettato (vedendo i 10 punti).

    Come, giustamente, chi ci si trova bene in questa “terra di mezzo” (provo a chiamarla cosi’) ha il diritto di voler proseguire cosi’ in nome
    della liberta’ personale: basta che questo non porti ad uno squilibrio da una parte o dall’altra (fatta di promesse, di aspettative errate,
    di fraintendimenti, di rapporti di dipendenza, etc.. che certamente avrai elencato nel rispetto delle “regole”).

    Faccio solo una riflessione, sperando di aver colto bene cio’ che scrivi: spero che la trombamicizia non sia il “rifugio” o “fuga” dalle responsabilita’
    di un rapporto, per entrambe le persone. Ma se si produce tra i due, allora che sia una cosa naturale e accettata serenamente negli intenti
    e nei limiti, da parte di entrambi.

    Poi, personalmente, credo e spero nelle relazioni che nascono (nonostante tutte le difficolta’ di “assestamento” che possono esistere..)
    con un minimo di impegno (che nasce prima dalla “pancia” e poi dal “cervello”, credo), ma se due persone scelgono entrambe di accettare
    le dinamiche di “trombamicizia”, liberi di farlo, a patto di non ferirsi..

    Cristina, saro’ stato banale e scontato (come dicevo prima 🙂 ), ma spero di essermi fatto
    comprendere.
    Ciao!

    Paolo

    PS: ti aggiungo le parole di una bella canzone che conoscerai: ” Sometimes you tell the day By the bottle that you drink And times when you’re alone all you do is think … I’m a cowboy, on a steel horse I ride..”
    “Wanted Dead or Alive” – Bon Jovi

    Rispondi
    • Sai che se mi citi i Bon Jovi mi conquisti subito! 😉
      Ti ringrazio del commento. Nulla e’ mai banale, ognuno ha le sue idee e a me piace il confronto lo sai.
      L’importante e’ rispettarsi sempre.
      ti abbraccio e buonanotte! 🙂

      Rispondi
  8. stefano

     /  ottobre 20, 2013

    Giusto, bando ai moralismi. Se due persone sono soddisfatte di mantenere un rapporto del genere buon per loro.
    Pero` mi sorge qualche dubbio..
    Se stanno cosi bene insieme da aver raggiunto, e mantenuto per anni, un`intesa cosi perfetta, anche dal punto di vista sessuale, perche` devono mettere in atto tutti quegli accorgimenti per non innamorarsi? Per il solo motivo che se andasse male non saprebbero su che spalla piangere o non avrebbero piu` la trombata rapida a km zero?Piu` che un`amicizia mi pare una societa` di mutuo soccorso per i tempi di magra. Se poi uno dei due si innamorasse? Che sfiga! Una-o ci mette anni a coltivare un rapporto dove l`intesa, la complicita`, l`amicizia ed il sesso sono ad livello altissimo e che ti fa il-la cretina-o? Si innamora! Tipo andare in aereo senza paracadute!
    Che dire..io ultimamente mi sono ritrovato nel ruolo di trombamico.Peccato che non ne fossi a conoscenza..
    Quindi, trombamicatevi pure, una raccomandazione : mettete subito le cose in chiaro, evitate di farlo dopo mesi con un sms.
    Io intanto non sono ancora arrivato al suolo..beh..andare in aereo comporta dei rischi. Solo che, stavolta, il volo sembrava procedere bene..

    Rispondi
  9. Chiara

     /  ottobre 21, 2013

    Ciao Cristina,
    che argomento spinoso!! Ho attraversato fasi alterne sulla mia opinione al riguardo e sono giunta alla conclusione, che per me non è una cosa fattibile.
    Mi spego meglio, non che non sia fattibile nel senso assoluto del termine, semplicemente non è fattibile per me, per come mi approccio alle persone e alla componente sessuale.
    Non sono nè una puritana, nè una bacchettona, semplicemnte il sesso fine a se stesso non mi da nulla. Preferisco di gran lunga le mie lezioni di yoga, se devo fare dell’esercizio fisico… 😉
    Poi se le persone riescono a portare avanti questi tipi di rapporto, facessero pure, l’importante è che non vengano a proporlo a me.
    Anche perchè, Cristina, le regole che elenchi tu, sono giuste, ma io credo utopistiche. Difficilmente un maschio (e dico maschi perchè io ho affrontato dalla parte della donna queste situazioni) che ti vuole come trombamica poi c’è nel momento del bisogno, quando hai voglia di fare un giro ad una mostra, quando vuoi uscire e basta senza sc….e.
    Ma forse confondo con i maschi poco seri che girano a sciami e che sono maestri nell’arte della sparizione e del misurare anche l’invio di un solo sms.
    In ogni caso, non riesco a capire come se si esce insieme per anni, si condividono passioni, ci si trova bene dal lato caratteriale (se si è amici immagino sia così) e poi ci si aggiunge il sesso, si possa rimanere distaccati, dal punto di vista sentimentale.
    Io ho sempre visto la coppia come un’unione di amicizia e sessualità, ma esclusiva però!
    Non mi interessano smancerie e cenette romantiche, ma una persona che stimo (amico) unita ad una forte attrazione fisica.
    Però, per me, questo poi si trasforma in qualcosa che è lontano anni luce da una trombamicizia.
    Ciao, buona giornata!
    Chiara

    Rispondi
  10. Chiara

     /  ottobre 21, 2013

    PS scusa aggiungo una cosa: tutti i maschi con i quali ho avuto modo di parlare al riguardo e che mi raccontavano delle loro storie di trombamicizia (a volte anche di anni) hanno raccontato il medesimo plot: che ad un certo punto venuto fuori che LORO la consideravano trombamicizia, la controparte, come dire… credeva che la situazione fosse un po’ diversa 😉
    E come da copione, il maschio di turno, raccontava di non capire e di essere caduto dal pero, quando l’ira della “trombamica” si è abbattuta su di lui.
    Ai posteri l’ardua sentenza.
    Chiara

    Rispondi
    • ahahahahah! Chiara sono d’accordo con te su tutto. Io non ho mai detto di crederci o non crederci. Ho provato ad analizzare con voi il ruolo dicendo che e’ molto molto difficile, che se ti capita una volta nella vita è gia’ tanto e che sia un equilibrio difficilissimo da raggiungere.
      pero’ non lo giudico, ovvero, chi trova questo equilibrio e vuole viverlo, uomo o donna che sia, e’ giusto che lo viva.
      grazie per il commento e buona giornata a te 🙂

      Rispondi
    • stefano

       /  ottobre 22, 2013

      Sono d`accordo con te Chiara, se non che dovrei parlare, nel mio caso, della femmina di turno.
      Qui’ si propone la trombamicizia ideale che mi sembra rara, e per me incomprensibile perche` la vedo come una roba da single metodici. Ragionieri dei sentimenti e dei rapporti socio-sessuali. Se si incontrano tra loro niente da dire. Purtroppo le esigenze di queste persone sono difficilmente coniugabili. Vogliono amicizia, comprensione, disponibilita` totale quando sono in crisi ed in piu` una sana trombata, il tutto senza alcun tipo di legame..ovvio.
      Insomma si pretende troppo e non si trovano con le caratteristiche giuste. E allora che si fa?
      Esperienza personale : si trova qualcuno simpatico, con cui si va abbastanza d`accordo e si costruisce un rapporto per qualche tempo,. Il pirla e` prevenuto e dice chiaro che certi tipi di rapporto non gli interessano.Gli si raccontano cose bellissime, una vita insieme, tutte le cose che abbiamo in comune, io vorrei una famiglia piu` altre raffinatezze tipo “potresti trasferirti qui” etc etc.
      Una volta passata la crisi ” io non voglio cancellarmi per te..non sono in grado di darti quello che cerchi” e ciliegina sulla torta “meglio se non ci vediamo per parlarne..mi sono accorta che il nostro rapporto e` molto fisico..poi il fatto di trasferirti qui`..quanto corri!”

      Rispondi
      • Chiara

         /  ottobre 22, 2013

        Mi piace la definizione “ragionieri dei sentimenti” 🙂 perchè è vero, spesso le persone che vogliono coinvolgerti in una trombamicizia, sono proprio così: fredde, poco sensibili, poco propense a lasciarsi andare, ed è per questo che mi chiedevo come si fa dopo anni di trombamicizia a non farsi coinvolgere da altro.
        Poco tempo fa uscivo con un ragazzo, anche lui del genere “ma andiamoci piano ecc ecc” io per un po’ ho deciso di assecondarlo e vedere come andava. Una sera un mio caro amico mi ha detto “guarda che con questo qui, poi ti ritrovi a fare la trombamica”. Dopo due mesi mi sono guardata, ho visto la situazione e ho constatato che era vero: che nonostante i “tu sei speciale” e le belle paroline, era proprio così, ero, mio malgrado, nella posizione della trombamica. Lui mi ci aveva portato e nemmeno me ne ero accorta.
        Chiaramente poi ho chiuso.
        Questo per dire, Cristina, che spesso, nelle storie di trombamicizia, uno dei due è ignaro, oppure spera che la cosa evolva in altro.
        Le persone chiare fin da subito sono pochissime (io una l’ho trovata, anni fa, lo ammetto).
        Aggiungo che spesso, per la mia esperienza, chi ti vuole come trombamica pretende da te certi tipi di comportamenti che lui per primo non mette in atto, cioè: vuole vederti coinvolta, dolce, sorridente, sempre felice di vederlo, insomma in poche parole quasi innamorata.
        Da parte loro invece il deserto del Gobi dei sentimenti. Ho maturato la convinzione che (sempre quelli che ti “ingannano”, non quelli sinceri fin dall’inizio) siano profondamente egoisti, che vogliono da te molte cose, ma per primi non ne danno nessuna.

      • Chiara hai perfettamente ragione! Bisogna volerlo in due… Non è una tipologia di rapporto che voglio esaltare però… Neanche condannare. Cerco solo di capire con voi. 😊Grazie del commento Chiara e buonanotte!

  11. cristina

     /  ottobre 22, 2013

    praticamente il trombaamico c’è quando sei da solo…cioe al posto di farti con qualcosa che ti tira su ti fai lui! Che tristezza ragazzi…sembra ke in questo mondo l’amore e la conoscenza profonda siano cose di cui aver paura perchè ovviamente richiede responsabilità e sincerità. Tutti possono avere questo trombaamico…anke io l’ho avuto nella mia adolescenza nn uno anzi due…ma è una cosa che col tempo non ti tocca…ti lascia dove ti trova! è qualcosa senza senso..come lo è la sua “amicizia”. penso ke conoscere una persona, farci l’amore con sentimento è la cosa piu bella che ci sia….ovviamente se uno nn ha paura del legame!

    Rispondi
    • stefano

       /  ottobre 22, 2013

      Gia`..ma qui` si parla di single professionisti. Gente che legami e responsabilita` non ne vuole. L` abitudine allo stare da soli una vita porta ad una specie di analfabetismo di ritorno sentimentale. Hanno delle esigenze e le soddisfano come fare la spesa al supermercato.

      Rispondi
      • Caro Stefano, non so a chi tu ti riferisca, ma inviterei anche te a leggere i 108 articoli del mio Blog.
        Poi ne riparliamo e vediamo se davvero qui si parla di single professionisti, o di single che magari hanno avuto la sfortuna di non trovare la loro Metamela.
        Buona lettura!

    • Cristina e tutti gli altri che hanno scritto questi messaggi:
      mi fate cortesemente un copia e incolla della frase in cui scrivo che non voglio impegnarmi, non voglio l’amore e non voglio conoscere a fondo una persona? Ho fatto un elenco di regole che secondo me definiscono il ruolo di trombamico. Senza giudicare chi lo condivide e chi no. Senza permettermi di dire cosa e’ triste o cosa non lo e’. Potrei replicare che le persone non sole, ma che si sono accontentate solo per paura di restare sole e vivono in un rapporto infelice cornuti/e o da traditrici/traditori potrebbe essere considerato molto piu’triste. Potrei altresi’ dire che molte donne si sono accopiate solo perche’ sentivano l’orologio biologico in scadenza, magari anche questo potrebbe essere considerato triste.
      Ma la verita’, cari lettori, e’ che ognuno vive le cose a modo suo in base alla sua esperienza e al suo carattere e non possiamo avere la presunzione di giudicarlo.
      Io condanno solo chi ferisce, prende in giro o fa del male a qualcuno. I trombamici non si fanno male e se la trombamicizia e’ voluta da entrambi ne’ io ne’ voi siamo nessuno per permetterci di dire se e’ giusta o sbagliata.
      Questo Blog si chiama Metamela, perche’ credo ancora che esista una meta’ di noi da amare e con cui costruire una vita. In questo percorso analizzo insieme a voi le cose con cui mi scontro quotidianamente e quello che succede a me o alle persone a me vicine.
      Quindi siete liberissimi di esprimere in modo educato ed elegante la vostra opinione. Ma vi prego, non ditemi che non credo nell’amore.
      E per questo vi inviterei a leggere i 108 articoli che ho scritto e a non limitarvi nel giudicare in base a uno.
      Buona giornata a tutti!

      Rispondi
  12. ma si parla dell’articolo, nessuno giudica te… perchè prendi tutto sul personale?

    si parla della trombamicizia…

    Rispondi
    • Beh siamo nel mio Blog come potrei non prenderla sul personale. Difendo cio’ che scrivo e puntualizzo che non mi piacciono i giudizi tutto qui.

      Rispondi
  13. Simonetta

     /  ottobre 22, 2013

    “trombamicizia” ovvero il miglior modo di svilire sia il sesso che l’amicizia. Poi una parola cosi…

    Rispondi
    • stefano

       /  ottobre 22, 2013

      Il blog e` tuo, e ti ringrazio per l`ospitalita, ma se esprimi le tue opinioni pubblicamente devi accettare delle voci dissonanti. Io mi premurero` di leggere tutti i tuoi articoli, mi aspetto che tu faccia altrettanto con chi ti risponde. Mi sembra che tutti abbiano puntualizzato che se a due persone va bene un rapporto simile buon per loro, tanta fortuna. Basta che in questa grazia non coinvolgano ignari sprovveduti, che so..un partner che potrebbe essere geloso o, peggio, una persona che a fare da trombamica non ci pensa neanche.
      Tu vedi giudizi nelle risposte, io le chiamo opinioni.

      Rispondi
      • Stefano solo assolutamente d’accordo con te.
        Io ho fatto questo Blog per confrontarmi e accetto qualsiasi tipo di opinione. (sempre purche’ elegante e mai offensiva).
        Ho dato una risposta globale a tutti semplicemente dicendo di non giudicare. Questo non mi sembra una chiusura verso il vostro punto di vista anzi. E’ che mi e’ un po’ sembrato che l’articolo non fosse stato letto con attenzione. Nel senso che chiaramente parlavo di due persone consenzienti e dicevo anche che e’ un rapporto molto molto difficile e gia’ se uno riesce ad averne uno equilibrato nella vita e’ tanto.
        Volevo solo che fosse chiaro che non stavo proclamando la trombamicizia come la cosa giusta da fare. Io cerco l’amore, cerco la mia Metamela e nel frattempo cerco di capire quello che mi succede intorno. Tutto qui. Stavo solo cercando di chiarire il mio punto. Senza giudizi.
        A me fa solo piacere che mi seguiate cosi’, anche se non siete d’accordo con me. I commenti intelligenti e motivati, anche se in disaccordo con quanto scritto li pubblico sempre e cerco sempre di rispondere appena posso. Quello che non pubblico sono risposte volgari e offese personali che non hanno a che vedere con il contenuto del Blog.
        Quindi il mio Blog e’ a vostra disposizione 🙂 Buona serata!

  14. Marco

     /  ottobre 22, 2013

    Ciao Cristina, è decisamente troppo facile cercare solo l’applauso con i tuoi post e pubblicare quello che ti fa comodo…m’hai censurato come avrebbero potuto fare solo i comunisti cinesi…; alla fine se non trovi l’amore , posto che possa davvero interessarti trovarlo, metti da parte la “sfiga”, fai un esamino di coscienza e vedrai che ci sarà pure un perchè… .
    Censura pure questa mi raccomando!! (del resto è offensivissima no?)

    Rispondi
    • Marco ti ho censurato perché sei stato volgare e offensivo . Punti il dito senza conoscermi. Chi è frustrato qui io o te?

      Rispondi
    • Peraltro se hai questa bassa considerazione di me perché passi le giornate sul mio Blog? Puoi sempre leggerne altri… Sembra quasi tu non abbia null’altro da fare che sfogare la tua frustrazione e la tua rabbia qui. Fai dello sport , trovati un passatempo , rilassati caro!

      Rispondi
  15. Michele

     /  ottobre 25, 2013

    Ho iniziato a frequentare questo blog quando evidentemente la titolare era più lucida, obiettiva e non cosi “carica” al punto da arrivare a a censurare , a dare del frustrato ad un proprio lettore dispensandogli poi persino uno stile di vita più adatto (sport o altro).
    Siamo arrivati al delirio d’onnipotenza… (sarà l’intervistina radiofonica??)
    Nessun dito puntato, nessuna bassa considerazione di te, non mi permetterei tanto proprio perchè non ci si conosce.
    Mi sono solo permesso di dissentire su di alcune tue affermazioni che tendono ad incensare l’evolutissimo quanto compiaciuto comportamento “trombamichevole”.
    Tutto qua.
    Il resto son solo chiacchiere… .

    Rispondi
    • Innanzitutto Michele o Marco o come ti chiami abbi il coraggio di presentarti con il tuo vero nome come faccio io. Facile nascondersi dietro un nickname. Secondo non fare il finto Santarello perché ti ho censurato per la tua volgarità e perché ti sei permesso di esprimere giudizi gratuiti senza conoscermi. E continuo a consigliarti di fare un po’ di sport. Buon week end!

      Rispondi
  16. Marco

     /  ottobre 26, 2013

    Poco importa.
    “L’uomo è poco se stesso quando parla in prima persona.
    Dategli una maschera e vi dirà la verità”.
    (Oscar Wilde)

    “E per favore niente moralismi. Chi non ha il trombamico ha l’amante.
    Che e’ molto peggio….”
    (La Titolare del forum)

    Un bacio e buon week-end a Cristina e a tutto il blog!

    Rispondi
  17. Marco Fuma

     /  ottobre 26, 2013

    Cristina ciao, volevo evidenziare 2 punti fondamentali che hai scritto a chi non li avesse colti, punto uno tu hai parlato di amici di letto solo e esclusivamente a chi è single, mentre se uno dei 2 ha un rapporto allora si torna a essere buoni amici, secondo punto è che se 2 diventano trombamici è perché è molto chiaro che tutti e due hanno l’intelligenza di sapere che non potrà essere diversamente, un rapporto di coppia è fatto di tanti fattori, soprattutto tolleranza e sopportazione, che possono sfociare in serie discussioni con l’inevitabile affievolirsi del rapporto fino ad arrivare alla conclusione. con un trombamico questo non accade perché vedi le opinioni diverse dalle tue solo come opinioni.
    Tanti abbracci
    Marco Fuma

    Rispondi
    • Grazie mille Marco! Finalmente qualcuno che se ne accorge e che legge con attenzione ciò che ho scritto! Grazie e un grande abbraccio! 😊

      Rispondi
  18. Elisa

     /  novembre 5, 2013

    bah….era evidente l’ appunto di Marco…concordo con il fatto che la trombamicizia allontani dall’ amore. Credo che Marco volesse dire solo questo….perche’ non vi chiarite a tu per tu?

    Rispondi
  19. Sun shine

     /  marzo 22, 2014

    Salve a tutti è la prima volta che scrivo in forum:)cmq io ce l ho un tromba amico da diversi anni e c è un grandissimo rispetto tra noi e tutti i punti sopra sono veri solo che la mia amica non mi crede xke dice che non può durare tanto tempo una storia di sesso e invece sii voi che ne pensate?

    Rispondi
    • Durerà finché uno dei due non troverà l’amore. Ma la vostra amicizia e il rispetto l’uno per l’altra dureranno sempre. 😉

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: