Buon Natale!

E anche quest’anno, eccomi qui ad augurare a tutti voi uno splendido Natale e a condividere con voi il bilancio di fine anno.

Sentimentalmente è stato credo l’anno piu’ tragico e assurdo della mia vita. Raramente credo di avere incontrato in soli 12 mesi un quantitativo così alto di imbecilli.

Grazie al cielo ho imparato ad accorgermene in tempo e ad evitarli senza perderci tempo.

Eh si amiche mie, perché i segnali ce li danno da subito, ma spesso siamo noi a non volerli leggere, perché ansiose di colmare quel vuoto affettivo che abbiamo nel nostro cuore.

Ma è un’inutile perdita di tempo. In effetti, se vi descrivessi i miei incontri, potrebbe venirne fuori uno spassoso film comico, che narra dei soliti idioti che tentano di sedurti e abbandonarti senza neanche che tu te ne accorga (e quando dico che non me ne sono accorta, lo dico in ogni senso), o quello che non sa staccarsi dal cordone ombelicale della ex e che la usa come scusa per non avere il coraggio di riaprire il suo cuore; per non dimenticarci quello che si traveste da principe azzurro per la prima settimana, per farti abbassare la guardia e poi colpirti senza pietà, il tutto senza toccarti con un dito, andando in giro mano nella mano e scomparendo senza motivo (ps ma sei scemo?); o quello che si nasconde dietro whatsapp, perchè non è abbastanza uomo per affrontarti occhi negli occhi. Beh non citerei neanche quelli fidanzati o sposati che continuano imperterriti a provarci perché mi hanno perfino nauseato; poi ci sono quelli che credono davvero di essersi innamorati e te lo dicono e ti tolgono anche l’aria che respiri dalla gelosia morbosa che hanno. Poi senza che tu faccia nulla, cambiano idea e ti dicono che la persona che ti amava non esiste più.

Vediamo ho dimenticato qualcuno? Non lo so, puo’ essere, molte uscite meglio dimenticarle e forse l’ho anche fatto.

Insomma, da quando ho deciso di evitare storie senza senso e flirt passeggeri, la mia vita sentimentale è andata in letargo e posso dire che gli uomini incontrati si dividono in due categorie: quelli che palesemente vogliono uscire con te solo per il divertimento di una notte o quelli che stanno nel limbo, a metà tra il “voglio una storia seria, ma forse voglio divertirmi ancora”, (la seconda opzione vince sempre), che ti tirano scema per mesi nell’incertezza, finchè non li mandi a cagare tu.

E quelli sani di mente? Devono essersi estinti negli anni.

Morale, un 2013 sentimentalmente deserto e disastroso.

E vi prego evitate di scrivermi i soliti commenti provocatori sul fatto che potrei essere io ad attirare certi soggetti o che in realtà sono io a voler rimanere single perchè credetemi, l’esame di coscienza me lo sono fatto e mi sono messa in discussione ogni volta; ma a fine anno e dopo essere uscita con gli uomini più diversi e conosciuti negli ambienti più svariati, posso confermarvi a testa alta, per la prima volta da quando ho aperto questo Blog, che la colpa non è mia! Non metto in dubbio che in giro ci siano anche tante donne stronze o che non vogliono legarsi. Io non sono una di quelle e sono stufa di essere trattata come tale.

No signori, in passato ho sbagliato e credetemi che ho pagato ogni errore che ho fatto a caro prezzo. Ma nella vita si cambia e quest’anno NON HO SBAGLIATO NULLA. Il mio unico errore è stato quello di peccare di ingenuità e di credere in certe persone che davvero non lo meritavano. Quindi non risponderò neanche a commenti del genere e voglio invece invitare tutte le donne a non mettersi in discussione quando incontrano certi stronzi. Non siete voi a sbagliare, non abbiate paura di eliminarli dalla vostra vita.

Ma veniamo alla parte bella, perché grazie al cielo non esiste solo l’amore.

Ho due genitori meravigliosi, con cui passerò il Natale e che non smetterò mai di ringraziare per avermi insegnato cosa significa amare ed avere una famiglia. Ed è grazie al loro esempio, ai loro forti valori e all’educazione che mi hanno trasmesso che non smetto di credere che l’amore esista, loro ne sono la prova.

Poi ho un lavoro che adoro, che mi rende serena la sveglia di ogni mattina e ultimo, ma non meno importante, ho degli amici meravigliosi, che mi hanno dato affetto e sostegno tutte le volte in cui ne ho avuto bisogno. Perché sono anche loro la mia famiglia e io non potrei vivere senza amici. Sono le spalle su cui ho pianto, il divertimento che ho condiviso, sono i drink che mi hanno consolato, sono l’allegria che mi hanno trasmesso, sono le risposte che la vita mi ha dato. Non bisogna mai dimenticare quanto gli amici siano importanti e coltivarli sempre, anche quando si è molto impegnati.

Quindi in fondo non mi lamento di questo 2013. Certo ancora non mi ha portato l’amore, ma mi ha dato tanto in tutto il resto e gliene sono molto grata.

Auguro quindi buon Natale a tutti, a quelli che mi amano e a quelli che mi odiano, agli uomini meravigliosi che non ho ancora conosciuto e agli imbecilli che purtroppo ho incontrato. A Natale siamo tutti più buoni, quindi un messaggio di speranza perchè certe persone possano ancora, in qualche mia utopica speranza, cambiare.

foto (21)

 

L’amore è adesso…

Ho appena finito di leggere un articolo che, per me, è stato come una doccia gelata. A volte ci rendiamo conto delle cose solo quando ci spiattellano la verità in faccia, fredda, nuda e cruda.

L’articolo, pubblicato su Bloglive (http://www.bloglive.it/cosa-fare-quando-si-inciampa-un-mr-big-141766.html) , si intitola “Cosa fare quando si inciampa in un Mr Big?”.

Mi è stato girato da un amico, nonché un mio fedele lettore e ha subito catturato la mia attenzione. Chi di noi non ha sofferto per 10 anni insieme a Carrie nella infinita rincorsa al suo amato Mr Big? E mentre scrivo queste parole mi rendo conto che già nella mia domanda c’è qualcosa che stona…

“Sofferto”,“Infinita rincorsa”  sono parole che non dovrebbe aver nulla a che fare con l’amore.

Eppure siamo rimaste tutte lì, incollate alla tv per anni, ad aspettare che questa storia tormentata avesse il suo lieto fine.

Ed è su questo che vorrei riflettere oggi, perché non credo di essere l’unica ed essere stata attratta nella vita da persone complicate, a volte impossibili.

E come descrive molto efficacemente l’autore di questo articolo, “….alla fine della vita, tra rughe e saggezza, bisogna poter ricordare quello che si è realizzato e vissuto da protagonisti, non quello che non si è riuscite a conquistare o quello che si è atteso invano.”

E ancora : “E quando dicono che le storie piene di ostacoli sono quelle autentiche, bisogna tapparsi le orecchie: l’amore si dimostra appena se ne ha il tempo, senza perdere un secondo. Non tutte le storie complicate, con gli eterni indecisi, hanno un lieto fine, come quella di Carrie e Big. Alcune hanno solo una fine, quando è troppo tardi e ci si è lasciati sfuggire troppe occasioni e troppi secondi. E allora chiediamoci se ne valga la pena, se riceviamo quanto diamo, se c’è un profitto di emozioni nelle relazioni che intraprendiamo. Su un pianeta con sei miliardi di persone a volte serve solo un po’ di coraggio per trovare chi non vuole sprecare neanche un secondo con noi e, con lui, noi stesse. Basta allenarsi a razionalizzare l’irrazionale e pretendere quello che si merita. In amore vince chi ha coraggio.” (cit.Bloglive.it)

E anche dopo averlo letto un po’ di volte, su questa frase mi fermo e mi paralizzo. “l’amore si dimostra appena se ne ha il tempo, senza perdere un secondo”. Questo dovrebbe essere il cuore di ogni nostra relazione. A noi inguaribile romantiche, a noi che vediamo l’amore anche dove non c’è, a noi che vediamo un principe anche nel piu’ ombroso dei rospi, a noi che sogniamo l’impossibile, a noi che passiamo la vita ad aspettare qualcosa che non arriverà mai…

Sacrosanta verità, l’amore non aspetta, l’amore non si maschera. Insomma, basta trovarci continue giustificazioni, basta sperare sempre che quella persona che ci fa battere il cuore prima o poi si accorga di noi. Basta attaccarci a scuse, a una frase, a qualche invito saltuario. Basta interpretare! Quello che scrivono è quello che pensano, quello che chiedono è quello che vogliono. Quello che non chiedono è quello che evitano. Noi meritiamo di trovare qualcuno che chieda, qualcuno che voglia, qualcuno che ci sia.

Sapete, ho sempre pensato che semmai un giorno dovessi sposarmi o fare un figlio, avverrebbe tutto in pochissimo tempo. Ho questa convinzione dentro di me, giusta o sbagliata che sia, che quando arriverà la mia Metamela me ne accorgerò perché tutto andrà bene e scorrerà senza freni per portarci a quello che entrambi vogliamo.

Non ci saranno problemi, non ci saranno dubbi, non ci saranno rincorse. Ci cercheremo reciprocamente e le cose funzioneranno. Funzioneranno da subito. E lo capirò perché sarà quel giorno in cui  non avro’ bisogno di consultare le amiche e di farmi domande. Lui mi darà tutte le risposte  e non lascerà spazio al dubbio.

Gli uomini che ci confondono ci prendono in giro. Gli uomini sfuggenti non vogliono legarsi. O quantomeno non vogliono legarsi a noi.

E la cosa migliore che possiamo fare a noi stesse è di non perdere neanche un minuto in piu’ del nostro tempo e guardare altrove.

Perché amiche mie, ”a rughe e saggezza” ci siamo già arrivate, quindi lasciamo gli amori adolescenziali a chi ha una ventina d’anni meno di noi e noi cerchiamo di trovare chi non vuole passare neanche un secondo lontano da noi…