Consapevolezza

Innanzitutto buon anno a tutti!

Chiedo scusa per questa assenza prolungata, ma ho fatto una lunga e bellissima vacanza prima e sono stata inglobata dal lavoro e dagli impegni dopo.

Ma non mi sono mai dimenticata di voi, fedeli lettori, e ho raccolto, in questo cambio d’anno, nuove riflessioni pronte per i vostri dibattiti e, soprattutto, aspettatevi grandi novità nel Blog quest’anno. Non vi anticipo nulla lo scoprirete man mano.

E’ iniziato il 2014, l’anno in cui compirò i tanto temuti 40 anni!

E al di là delle innumerevoli proposte che discuto quotidianamente con le mie amiche in merito alla location in cui li festeggerò, ho pensato tanto a questa meta e a come viverne l’attesa.

L’altro giorno sul mio profilo Facebook ho scritto una citazione presa da uno dei miei telefilm preferiti “Nashville”.

“ A volte vorrei poter tornare indietro e ricominciare da capo. E cosa rifaresti? Tutto quanto…” (Cit…)

Ogni volta che sento questo dialogo passare nel trailer, penso a quanto certe volte vorrei poter tornare indietro con la maturità che ho oggi, con la consapevolezza di sapere cio’ che voglio davvero e poter non commettere tutti gli sbagli che ho commesso.

Ma un’altra citazione che adoro è “Ho vissuto abbastanza pazzie da riempire 2 vite intere. Ora ho voglia di vivere un po’ nel mondo reale”

Insomma, è proprio vero che i 40 sono i nuovi 30 e forse io sto raggiungendo la mia consapevolezza soltanto ora.

Troppo tardi? Non è mai troppo tardi…

Guardandomi indietro posso dire di aver sempre vissuto al massimo, godendomi ogni momento, ogni istante. E’ vero, ho fatto qualche errore e sono seria quando dico che, a volte, vorrei poter tornare indietro con la testa di oggi per poterli evitare. Ma poi penso che non sarei come sono, senza quegli sbagli.

Mi hanno insegnato a non essere sempre ingenua e che spesso le persone sono cattive, perchè nascondono dentro un profondo nodo di rabbia mai sciolto;  mi hanno insegnato che le persone non si possono cambiare, devi semplicemente cercare in questa bolgia di gente le persone più simili a te, o quantomeno che abbiano i tuoi stessi valori. Mi hanno insegnato che nella vita bisogna affrontare le difficoltà ed essere forti, ma che non bisogna vergognarsi di cadere e di chiedere aiuto. Mi hanno insegnato che l’amore è importante, ma che gli amici lo sono anche di più. Mi hanno insegnato a diffidare delle persone che non hanno amici perché sono persone profondamente egoiste. Mi hanno insegnato che i legami di sangue sono i legami più forti che si  possano avere nella nostra vita e, ho avuto la conferma, che la famiglia viene prima di tutto. Mi hanno insegnato che nella vita è meglio vivere di rimorsi che di rimpianti e soprattutto, gli errori che ho fatto, mi hanno insegnato che l’orgoglio è il più grosso veleno che possa divorarci.

Non sarei mai arrivata a questa forza, a questa consapevolezza a questa maturità senza i miei errori.

Ora so chi sono, so cosa voglio e so che mi impegnerò al massimo per ottenerlo.

E dando una sbirciatina indietro, non posso che sorridere, perché ho sempre fatto tutto quello che ho potuto fare, costruendo amicizie solide e forti, arrivando a fare un lavoro che mi piace, a vivere nella città che adoro, in una casa che mi sono sudata e che mi sono costruita, pezzo per pezzo, come volevo.Ho provato cosa significa vivere in una città con una cultura diversa dalla mia, con un oceano che ti separa da tutto ciò che ti è familiare. Ho provato nel mio tempo libero ogni hobby che mi venisse in mente, ho cantato, ho ballato, ho viaggiato, ho letto tanti libri e ho visto un sacco di cose interessanti. Ho amato, ho sofferto, ho gioito, ho riso e ho pianto. Ho rischiato, ho sbagliato ho osato e ho avuto paura.

Dicono che la vita inizi a 40 anni.

Il meglio deve ancora venire…foto (22)

Lascia un commento

12 commenti

  1. Ciao Cristina, e buon anno anche a te, un saluto veloce, ho dato una letta veloce al tuo nuovo articolo e mi riservo di rileggerlo appena possibile e commentarlo… se vuoi ho riattivato il profilio twitter @giova69k ti sto già seguendo…. a non ti preoccupare per i 40anni, vedrai che sono meglio dei 20 da un certo punto di vista. Buon sabato sera Cri

    Rispondi
  2. Paolo Paolucci

     /  gennaio 20, 2014

    ciao Cristina, buona ripartenza in quest’anno. Ho letto il tuo bell’articolo. Lo rileggero’ perche’ e completo nel suo messaggio e suo significato. Anche io, ho trovato nel passaggio ai 40 anni il “salto” di maturita’ e soprattutto la consapevolezza di poter inziare a raccogliere una parte degli insegnamenti di vita proprio in questa fascia di eta’ e, sempre consapevolmente, a poterne fare un buon uso per me e per chi mi sta attorno (compreso il nuovo rapporto sentimentale da poco iniziato). Ti aggiornero’ sull’attivita’ teatrale, come mi chiedevi. Buona settimana, e rileggero’ quest’articolo 🙂
    Ciao.
    Paolo

    Rispondi
  3. Sull’amicizia avrei tante cose da dire, ma ne dico solo una “i veri amici li vedi solo nel caso di gravi motivi (es. malattia), il resto non sono nulla, se non amici del divertimento”

    Rispondi
  4. Lorenzo

     /  gennaio 21, 2014

    My way docet!

    Rispondi
    • Caro Lorenzo, grazie del tuo intervento. Non ho mai detto che anche noi donne vogliamo quello. Quasi mai. Molto raro. Possono capitare dei momenti in cui sei stata ferita e non ti vuoi legare. Ma è nella nostra natura pretendere l’esclusiva. Sono felice di far parte di quella categoria di donne che come dici tu si legano. Per fortuna esistiamo ancora. Buona giornata!

      Rispondi
      • Lorenzo

         /  gennaio 21, 2014

        Ok ci può stare, allora mi è sembrato poco corretto fare un commento del genere dove ci trovate noiosi, scontati o prevedibili. Il senso di quello che volevo dire è questo, noi uomini vogliamo la stessa cosa che volete voi ma la vogliamo raggiungere in maniera diversa semplicemente perché siamo diversi. Noi siamo capaci di volere solo del sesso e voi no. Ho trovato il tuo post abbastanza offensivo nei confronti degli uomini, te lo dico senza astio, la mia è solo una considerazione personale. Il fatto che noi uomini possiamo fare del sesso senza nessun altra implicazione non vuol dire che siamo obsoleti tediosi poco intelligenti o quant’altro, ripeto siamo semplicemente diversi. Può non piacervi ma non vi dà il diritto di offendere. Un saluto!

      • Lorenzo, spiacente di avere urtato la tua sensibilità. Ma pensa che tu lo fai regolarmente ogni volta che consideri una donna solo come un corpo da portare a letto…
        Sottoscrivo ogni parola di questo articolo!
        Perdonami, ma tu sei libero di vivere la tua vita come vuoi, ma non pretendere che ti faccia pure un applauso per questo.
        E ti assicuro, che per fortuna non tutti gli uomini sono come te.
        Ovviamente senza astio ne’ rancore….

  5. rob

     /  gennaio 22, 2014

    Sei una persona favolosa, Cristina, di quelle che quando le scopri dimentichi ogni bruttezza, ogni infelicità e ti lasci coinvolgere dalla bellezza. Nel tuo caso dentro e fuori. Non è un complimento, ma un riconoscimento. Buon Anno a te… ogni anno che passa ti arricchirà sempre di più dentro per le cose che valgono la pena vivere. Un abbraccio da uno veramente difettoso e non c’è garanzia! 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: