Scelte sbagliate

Ormai sono due anni che scrivo in questo Blog, cercando di analizzare e capire insieme a voi il motivo per cui questi rapporti uomo donna non funzionino più.

inevitabile puntare il dito contro gli uomini, che sicuramente ci mettono il loro impegno nel farli naufragare o meglio, a non farli neanche partire.

Ma si sa che, quando le cose non funzionano, la colpa sta sempre nel mezzo e oggi, presa dai miei pensieri, ho voluto farmi un’esame di coscienza, partendo dalle scelte che facciamo.

Ovvero, a che diavolo pensiamo quando scegliamo l’uomo che ci piace?

Uomini impegnati, uomini famosi, belli, palestrati, di successo, carismatici, mondani, festaioli, toyboy. Provate a pensarci, non sono forse questi gli uomini con cui avete avuto i vostri flirt negli ultimi anni? E, immancabilmente, sono quelli che non vogliono impegnarsi, che ci fanno soffrire, che scappano e che non vogliono conoscerci, per il semplice motivo che, se noi non ci siamo, ne hanno mille altre subito pronte che creano loro anche molti meno problemi.

Perchè è in questo che noi donne romantiche in cerca dell’amore sbagliamo. Non dobbiamo scegliere quelli che piacciono a tutte, sperando di riuscire ad addomesticarli e a toglierli dalle attenzioni del loro harem, dobbiamo scegliere un uomo che piaccia a noi e che magari ci è sempre stato accanto nell’ombra, in silenzio, magari nascosto dietro ad occhiali poco alla moda o che ci ha sempre osservate dietro a qualche libro, nascosto dalla sua timidezza. Dovremmo scegliere quelli che non si espongono alle feste più ricercate della città, ai party più esclusivi o con quei lavori apparentemente più privilegiati. Dovremmo iniziare ad accorgerci delle persone più timide, meno brillanti, che sfuggono all’attenzione dei nostri occhi “ignoranti”, ma che in realtà sono le sole a poterci dare ciò di cui abbiamo bisogno.

Perchè non si puo’ volere tutto amiche mie, quello che i media ci fanno vedere non è reale. Cenerentola non è reale e Pretty Woman è un film. Queste cose non esistono. Se volete avvicinare questa tipologia di uomo non potete pretendere di avere poi una storia d’amore normale. Perchè saranno sempre distratti, sempre assenti, sempre presi da se stessi e dal loro successo. E sanno soprattutto di potersi permettere di fare quello che vogliono perchè, se a voi non andrà bene, ce ne saranno tante altre pronte a prendere il vostro posto.

Quindi va bene lamentarci, perchè comunque di mezzi uomini ce ne sono molti e spesso ci arrabbiamo per aver dato loro quelle attenzioni che non meritavano. Ma se iniziassimo da noi, dalle nostre scelte, dal tentativo di metterci un pizzico di razionalità e di smetterla di vivere sulle nuvole di quei sogni che poi, immancabilmente non si realizzeranno mai, sono certa che ci avvicineremmo alla meta.

Diamo la chance a chi non l’abbiamo mai data. Ci lamentiamo che gli uomini non ci vogliono conoscere, ma noi ci apriamo a chi tenta di farlo con noi? Pensateci. io mi ritengo assolutamente colpevole. Sono sempre stata attratta, sin da quando ero ragazzina dagli uomini sbagliati. Affascinata da questi personaggi brillanti, alla moda, intraprendenti e in vista. e, salvo rari casi, mi hanno sempre delusa.

Le aspettative ci fregano, il bisogno di cambiare le persone ci frega. L’illusione di voler trasformare qualcuno  in cio’ che non è ci frega. Gli uomini sono persone, non cartamodelli da ritagliare sull’immagine del principe azzurro che abbiamo sempre sognato.

I vip si accoppiano quasi sempre tra loro e cosi deve essere; gli artisti devono stare con gli artisti, i brillanti con le brillanti, i modaioli con le modaiole, i mariti con le loro mogli e i ragazzini con le loro coetanee . Se non sappiamo sostenere certe cose, non possiamo pretendere che loro le cambino per noi o convincerci di essere cosi speciali da riuscire a domarli. Non funziona cosi, non viviamo in un film e, da donne adulte quali siamo, dovremmo averlo capito.

Iniziamo con le scelte giuste, iniziamo a guardare in una direzione mai presa prima e magari, proprio quando non avremo aspettative, proprio quando non ci aspetteremo niente e proprio quando ci sembrerà che nulla possa accadere…forse li’ arriverà l’amore.

E come dice sempre la mia migliore amica: “Cri, aggiusta la mira”

foto (1)

Articolo successivo
Lascia un commento

23 commenti

  1. Da uomo, apprezzo sinceramente questo post. Un’analisi lucida delle rispettive responsabilità. Questo blog sembra il mio al femminile….si, insomma…il mio è più da cialtroni e il tuo da professionisti…ma le idee di fondo…si assomigliano.
    Ok…mi sto incartando un pò…ma d’altronde sto scrivendo questo commento mentre guardo la tv…e come sai…noi uomini, due cose contemporaneamente non siamo in grado di farle.

    Rispondi
  2. marco

     /  marzo 30, 2014

    Hai dovuto aspettare i 40 anni per capirlo?!

    Rispondi
  3. Emi

     /  marzo 30, 2014

    Finalmente, ti aspettavo Cri.. 😀
    Concordo perfettamente, ad essere sbagliate sono le scelte. Salvo poi lamentarsi.
    Ma vorrei dare a te (nella speranza che oltre a farti riflettere tu voglia poi girarlo a tutte le tue lettrici) uno spunto leggermente differente.
    Nel tuo pensiero infatti c’è molta razionalità. Accipicchia, brutta cosa usarla in amore… Usarla vuol dire fondamentalmente vivere una disillusione tale che fa sì che il nostro cervello dica “bene, prendo le redini io”. Nulla di più sbagliato ed autodistruttivo.
    Sono anni che pongo la mia attenzione su donne senza riuscire ad ottenerne mai nulla di serio. Eppure non sono per nulla timido (stai alla larga dai timidi!!!), sono biuttosto brillante anzi, ma sono molto attento ai dettagli (personali e non estetici) anche se non lo do a vedere.

    E ho scoperto una cosa pazzesca: le donne non sanno amarsi. Non si prendono il tempo per guardare a sè stesse, oltre l’immagine riflessa nello specchio intendo.
    Tutte si illudono di farlo e poi se la raccontano, ma non è affatto vero.
    C’è una inquietante superficialità in tutto ciò. Ma non è quella superficialità “sociale”, anzi ho conosciuto donne molto profonde ma superficiali con sè stesse.
    “Cosa voglio davvero? Cosa mi fa bene? Sto facendo le scelte giuste? So dire di no?”, sono domande che non si fa nessuna. Tutte vivono la giornata, le ondate del momento, quelle “sentimentali”, il bisogno di esserci sempre e per tutti, la necessità di emergere o spesso quella di stare sulla cresta a tutti i costi… Nel lavoro, nella vita, con gli amici, con gli amanti…
    Ferma. Stop. Un momento solo. Guardati. Respira. C’è un tesoro immenso dentro di te. E la tua vita è un istante nell’universo. Non sprecarla per essere quello che vogliono gli altri. Usala per vivere!
    Vorrei urlarle a tutte queste parole.

    Ho vissuto l’apoteosi di questa cosa, anzi la sto vivendo in realtà, con una ragazza che trovo interessante e mi piacerebbe conoscere meglio.
    L’ho invitata a pranzo qualche settimana fa e ho fatto molti chilometri per questo, perché non abita vicino a me.
    E’ molto bella e lamenta continuamente ed in pubblico (su fb) di avere addosso da mdf a mezzi uomini. Abbiamo riso e parlato molto di questa cosa e ha accettato di uscire con me per incontrarmi. Un incontro che sarebbe stato meraviglioso, non fosse per il suo continuo armeggiare con il cellulare per rispondere a questi idioti patentati che le stanno addosso in continuazione. E così ha perso spesso il contatto con i miei occhi, con la mia voglia di conoscerla e trasmetterle la semplicità di quello che sono.
    Poco importa se poi mi ha detto “oggi ho conosciuto una persona meravigliosa”.
    Perché non mi ha dato la sensazione di aver apprezzato la persona meravigliosa. E poco importa se nei giorni successivi mi abbia detto “anche io ti trovo interessante” se poi non mostra fattivamente di voler approfondire e anzi, prosegue con le sue lamentele al mondo riguardo l’assenza di Uomini veri.

    Siamo in molti ad osservarvi. E busseremmo molto più di frequente e volentieri alla porta dei vostri cuori se ci dimostraste che prima di tutto amate voi stesse nel profondo e che sareste pronte a tutto pur di farvi felici.

    Anche alla possibilità di incontrare davvero un Uomo.

    Un bacio. 😉

    Rispondi
    • Emiiiiiiii!!!!! mentre leggevo il tuo commento purtroppo rivedevo nelle tue parole tanti dei miei errori.
      credo che già accorgersene sia una buona cosa. poi ci vuole un po’ di tempo per riuscire anche a modificare quello che sei sempre stata.
      Per questo non mi arrenderei con la tua amica del pranzo. Dalle il tempo di accorgersi di te veramente, magari ora è distratta, ma sono certa che al momento giusto saprà apprezzarti come meriti. Io vorrei tanto riavere la chance di recuperare persone che ho perso per questi sbagli. E se me la dessero…ora non sbaglierei piu’. Resisiti 😉

      Rispondi
      • Emi

         /  marzo 30, 2014

        Lo farò, anche se per un senso di “autoprotezione” da un po’ ho imparato a mollare la presa in tempo per non farmi schiacciare…
        Però la parola che hai usato riassume forse tutto il mio lunghissimo discorso: “disattenzione”. E non solo verso chi incontrate, ma più spesso verso voi stesse.

        Io non vorrei mai che lei pensasse “Emi è un uomo interessante che non mi farà soffrire?”, ma preferirei davvero che il suo pensiero fosse “Per la mia vita chi spero di incontrare? Un uomo capace di guardarmi negli occhi e in grado di prendersi responsabilità…? Toh… ma chi è costui?”. L’incontro sarebbe emotivamente esplosivo. Una volta gli amori nascevano così… 😀

      • una volta stavano tutti molto meglio! sono d’accordo Emi! ti abbraccio 🙂

    • Chiara

       /  aprile 2, 2014

      Caro Emi,
      leggendo il tuo commento ho sentito una specie di amarezza dentro… e sai perchè? perchè ho passato buona parte della mia vita ad essere la donna che descrivi nelle prime righe, una donna completamente proiettata al di fuori, verso quello che “ci si aspetta da noi” (anche l’educazione ha un ruolo fondamentale, me ne sono convinta. I maschi non vengono cresciuti con l’idea serpeggiante che devi essere accomodante e sempre bendisposta, ma questo è un altro discorso).
      Dicevo che finalmente, sono molto contenta di me e quelle domande che tu citi me le pongo spesso e se le risposte non mi soddisfano, aggiusto il tiro e cerco di vivere, per quello che posso, una vita più felice possibile, cerco di vedere sempre quello che ho, non quello che mi manca. Dove sta il problema dirai tu? Beh, premesso che sto molto bene anche sola e non lo dico per dire, sono 3 anni che sono single e credo di iniziare a capirne il motivo… i maschi mi vedono come una specie di virago,mangiauomini, poco materna, poco accogliente, insomma… poco donna! e non credo sia una questione estetica o di abbigliamento (banalmente), semplicemente quando inizio a dire quello che penso e a far veder che ho una vita e pensieri miei, la frase di rito è “eh certo che li tratti male questi uomini!!” O____O Di base perchè non sono una donna “standard”.
      Chiudo (e scusate la lunga argomentazione) che sono felice così e non voglio tornare a vivere le situazioni come le vivevo prima, lascio che i maschi dicano quello che vogliono, ma qualche volta un po’ di amarezza la sento.
      Chiara

      Rispondi
  4. rob

     /  marzo 30, 2014

    La frase della Tua Amica mi inquieta, sa di “plotone di esecuzione”! So che non è così, ma il mio primo pensiero è stato “Si salvi chi può, donna armata!” Sai non vorrei pagare per quelli che Vi hanno poco amate o considerate. Quindi non premere il grilletto, non vedi la mia bandiera bianca? A parte gli scherzi, una bella e sana autocritica fa aprire quelle porte o togliere quelle “maschere” che volutamente o involontariamente indossiamo. Nulla di male, ma se l’obiettivo è l’Amore, non importa con chi ci si ama, ma come ci si ama. La superficialità o la patinatura del modo di vivere di oggi non ci fa andare nel profondo, non ci fa sondare se quella persona ci ama fino in fondo annullando quasi sè stesso/a. Non credo che si debba cambiare la personalità del compagno per la vita, piuttosto accettare e farsi accettare per come si è, con tutti i pregi e difetti che si hanno. Ehm sento un mirino laser puntato, mi sa che mi conviene fermarmi qui. Comunque un bellissimo articolo… brava! 🙂

    Rispondi
    • Mirino puntato! Hai un pallino rosso in fronte! Ahahah ! Grazie Rob bellissimo commento. Condivido tutto 😉

      Rispondi
      • rob

         /  marzo 31, 2014

        Scusa Cri…. ma quanto dura sta mira? Le mani alzate dopo un pò fanno male! Mi daresti una Grazia? Se me la fai conoscere pure (una che si chiama Grazia, Graziella…), non mi dispiacerebbe, eh eh. Grazie a Te, questo Blog mi aiuta a capire sempre di più. 🙂 Che dire poi delle Tue foto? Stupende!!! 😉

      • Ahahahahah! Mi fai sorridere… Il che significa che sei perfettamente in grado di conquistare una donna che ti piace…😉grazie per i complimenti e buon lunedì!

  5. marco

     /  marzo 30, 2014

    si, e non ci sono più le mezze stagioni. … Risposta piccata la tua (o acida ?). E fuori contesto. Staiserenametamela.

    Rispondi
  6. Lorenzo

     /  aprile 1, 2014

    Tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare. MI riesce difficile vedere una donna che si accorga del classico bravo ragazzo. Fa parte del vostro DNA andare alla ricerca degli “stronzi”. Finora ne ho visto ben poche, vi arrendete alla persona “normale” solo quando l’orologio biologico vi scandisce gli ultimi rintocchi.

    Rispondi
    • Lorenzo vero si… Ma fino a un certo punto. Non è questione di orologio biologico, ma più che altro di essere stufe di ricevere sempre lo stesso copione per cui poi credimi… Anche gli stronzi diventano degli sfigati. 😉 buona giornata!

      Rispondi
  7. kikka926

     /  aprile 1, 2014

    eheheh… 🙂 ti regalo il mirino per il compleanno 🙂 love u

    Rispondi
  8. marco

     /  maggio 27, 2014

    Per la verità sono solo da agosto dell’ anno scorso. Purtroppo

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: