Quello che gli uomini non hanno ancora capito sul sesso

E’ sempre difficile e delicato parlare di certi argomenti cercando di non scadere nelle ovvietà e nel volgare, ma ci tenevo particolarmente ad analizzare l’ennesimo problema di eterna incomunicabilità tra uomo e donna, su un argomento importante come il sesso.

Ispirata da un articolo letto ieri sul sito di TGCOM24 (http://www.tgcom24.mediaset.it/donne/amore/cinque-domande-sul-sesso-da-fare-al-proprio-partner_2072082201402a.shtml ) , mi sono resa conto di quanto ancora sia difficile trovare una buona intesa sessuale di coppia. L’articolo menzionato, cita frasi sacrosante che mi hanno dato spunto di riflessioni quali:

“Vittime sacrificali di Hollywood, di frequente finiamo per confondere l’incontro fra le lenzuola con una performance a metà fra prestazione hard e ginnastica artistica”, oppure:

“Ricorda che il sesso non inizia né finisce in camera da letto, ma nasce e muore nella testa. Una semplice carezza, un bacio o uno sguardo che vale più di mille parole….”

Ecco io, leggendolo, ho pensato che in queste poche righe ci fosse il riassunto dei più grossi problemi che esistono a  letto tra uomini e donne e ho cercato di sintetizzarli  in qualche punto, sperando che gli uomini possano finalmente capire che certe cose, di cui si sono auto convinti, a noi proprio non piacciono:

1) Il circo: tendenzialmente il sesso o l’amore può essere fatto in diversi luoghi ispirati dalle preferenze della coppia, ma il circo non è contemplato. Non serve fare acrobazie al limite del ridicolo. Spesso sono scomode, imbarazzanti e molto lontane dal piacere. Spuntare tutte le posizioni del Kamasutra non fa di voi dei buoni amanti. Se avete tali ambizioni andate a fare i giocolieri, i trapezisti o i clown, perché questo è quello che rischiate di sembrare quando ci provate.

2) I muscoli: a differenza vostra, a noi non frega nulla se avete la tartaruga tatuata sul vostro addome o no. Potete avere il fisico più sodo del mondo, ma se non sapete coinvolgerci di testa, vi vedremo sempre come dei poveretti che tentano goffamente di farci provare piacere senza successo.

3) Durata: qualcuno, in un’epoca lontana e sconosciuta, deve avervi  detto che più durate, più questo vi rende bravi. Ogni sacrosanta donna con cui io abbia mai parlato di questo mi ha sempre confermato il contrario e ci terrei davvero qui, nel mio Blog, una volta per tutte, a sfatare questa assurda convinzione: puntate alla qualità, non alla durata! Se non volete che i nostri pensieri vadano alla pedicure che dobbiamo fare il giorno dopo, cercate di fare le cose più concentrate e fatte meglio piuttosto che lunghe e fatte male. (n.b. se è una questione di allenamento ci sono le palestre aperte anche 24 ore su 24)

4) Delicatezza: come posso spiegarvi questo con eleganza… Mettiamola così, le donne sono delicate come fiori, non state “strimpellando” la vostra chitarra, quindi andateci piano.

5) Lo sguardo: no, non dovete guardare quanto vi si sono gonfiati i bicipiti allo specchio, bensì dovreste guardare noi, tendenzialmente anche con una certa ammirazione e dolcezza, cercando di incrociare il più possibile il nostro sguardo; e quello, Signori, vale più di mille muscoli.

6) Conoscenza: in ogni rapporto a due, servono intesa e conoscenza per trovare la confidenza giusta per procedere nel tempo ad esplorare anche situazioni diverse e nuove. Come diavolo fate a pensare di pretendere tutto e subito e pensare anche che possa funzionare. Ci vuole tempo, imparate a gustarvi piano piano ogni singolo passo che fate insieme alla vostra donna, cercando di godervelo e di creare il terreno giusto per procedere poi allo step successivo senza fretta. E’ come un videogioco…vi divertireste mai ad arrivare subito alla meta finale senza affrontare tutte le schermate?

7) Il giorno dopo: dal vostro comportamento del giorno dopo, dipende totalmente il risultato delle vostre performance future con lei. Coccolatela e siate presenti come non mai. Non trascurate l’importanza del dopo, perché è questo che fa da apriporta per ciò che vorrete conquistare con lei in futuro.

8) Crescere insieme: il miglior sesso, a detta di tutti, uomini e donne, è di solito quello fatto con le persone con cui si è stati insieme più tempo. E questo, non fa altro che confermare la mia teoria che ho sempre sostenuto in questo Blog, per cui il sesso occasionale cosi tanto diffuso soprattutto tra gli uomini, sia quello più scadente e meno appagante. Il piacere più grande è quello di crescere insieme a qualcuno, dando libero accesso alla fantasia e alla curiosità, chiedendo, domandando, lasciandosi il reciproco tempo di conoscersi e studiarsi. Tutte cose che, in una sera, non potranno mai esserci. A meno che non paghiate una escort o una prostituta che, davanti al gentil denaro, fingerà ogni cosa che vorrete. In fondo spesso non ambite ad altro quindi non trascurate questa possibilità, potrebbe evitarvi le menate del giorno dopo.

9) Tornate ad apprezzare i gesti piu’ semplici. Perchè  “Le cose più semplici sono le più straordinarie” (Paulo Coelho)

PFC_6698

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

21 commenti

  1. Grazia

     /  ottobre 18, 2014

    Personalmente penso che il sesso o meglio il fare l’amore sia l’unico linguaggio primitivo, ancestrale e naturale ormai rimastoci.
    Ogni volta che c’è bisogno di imbellettare o regolamentare, a mio avviso qualcosa non funziona nella coppia.
    Il corpo non mente mai. Purtroppo o per fortuna, non lo so ancora…siamo anche chimica.
    E ci sono incastri perfetti, sincronici quanto una danza, e altri che necessitano di coreografie.
    Ma quando necessitano di coreografie e sono privi di naturalezza, qualcosa non funziona.
    E scusate se mi ripeto: ma IL CORPO NON MENTE MAI.

    Rispondi
  2. pietropaolo

     /  ottobre 18, 2014

    Premessa: nel doggy style vero che l uomo si guarda i bicipiti ma anche la donna guarda se stessa.

    Semplicemente tutte le donne pensano solo a se stesse, dagli sguardi ai pensieri, perché la donna raggiunge il piacere solo quando si sente una di strada…solo che non si può dire, devi farla sentire tale ma non chiamarla tale altrimenti rompi il gioco… la realtà? Volete qualcosa di animalesco sempre ma poche hanno il coraggio di dirlo esplicitamente

    Rispondi
  3. Grazia

     /  ottobre 18, 2014

    Un abbraccio Cristina.
    Pietropaolo: “a donna raggiunge il piacere solo quando si sente una di strada…solo che non si può dire, devi farla sentire tale ma non chiamarla tale ”
    il tuo commento trabocca di giudizi di valore.
    La Maddalena penitente è solo il simbolo di un moralismo cattolico.
    Non esiste la puttana in amore. Ma un uomo e una donna che si desiderano e che attraverso i corpi, annullando le inibizioni, comunicano.

    Rispondi
    • Sono proprio queste assurde convinzioni come quelle di Pietropaolo che allontano sempre di più gli uomini e le donne a letto…

      Rispondi
      • pietropaolo

         /  ottobre 18, 2014

        Sarò fortunato ma i fatti mi hanno sempre dato ragione, anche perché tolta la componente che faccia sentire la donna una che sta trasgredendo (usando le sue perversioni) ti resta un semplice movimento meccanico senza passione e per quello. ..beh in quel caso tanto vale una di strada vera :p
        attente a non scordare la bellezza della passione per seguire principi contrari all istinto 😉

      • Allora mettianola così… Ogni donna. E’ diversa e ogni uomo e’ diverso… Facciamo che io parlo solo per me è a me essere considerata una di strada credimi… Non solo non mi piace ma mi fa anche scappare… 😉

  4. Grazia

     /  ottobre 18, 2014

    non solo a letto…un uomo che ragiona in questi termini, che parla di doggy style, cosa può darti? Parla di tecniche, posizioni, e non di intimità…
    L’intimità parte da un dialogo profondo che a sua volta crea complicità mentale, e la complicità mentale è un elemento fondante e fondamentale per fare bene l’amore…

    Rispondi
    • Sante parole! 😊

      Rispondi
      • pietropaolo

         /  ottobre 18, 2014

        La prendo per conferma che, come dicevo, certe cose le si deve far sentire ma non dire. ..se davvero non riesci a sentirti così durante un rapporto immagino le difficoltà a raggiungere il piacere; hai scritto un bel pezzo in cui ti interroghi sugli uomini ma, a parere di un idiota come me passato casualmente di qui, dovresti approfondire di più te stessa ed il resto vedrai verrà da se 😉

      • 😂😂😂😂tesoro io il piacere in passato l’ho privato.. Credimi… Ma non da chi mi faceva sentire una di strada. Accetta semplicemente il fatto che ogni donna e diversa. E se posso permettermi… Quello che dichiari e quelli che vorresti tu e che piace a te… Ma bon necessariamente alla donna… Buona serata !

  5. Grazia

     /  ottobre 18, 2014

    trasgredire, perversioni? Quante etichette per un atto così bello solo se naturale.
    Carissimo Pierpaolo i tempi della “signora in salotto e puttana a letto” sono stati superati nel 68. Oggi una donna è libera di essere DONNA, in salotto a letto, nella professione o dove altro cavolo gli pare. Inoltre a mio avviso tu dai il potere direzionale nella coppia, solo all’uomo, ma questo potere sta nella sintesi dei due partner che formano la coppia e si chiama complicità: condizione elettiva per un uomo e una donna mediamente evoluti.
    Sei fortunato? Dipende da chi frequenti…:-)

    Rispondi
  6. E74mi

     /  ottobre 19, 2014

    Si parla di sesso e si parla di amore. Desiderio sessuale e dialogo amoroso. Siamo, a mio parere, confusi. E mi ci metto in prima linea, in questa confusione. È un argomento molto individuale, soggettivo e non ultimo, variabile. A seconda dei momenti, stati d’animo e luoghi. È vero, noi uomini, dall’appetito insaziabile, siamo calamitati e attratti dall’atto. Invece, le donne, preferirebbero delicatezza e poesia. Abbiamo, probabilmente noi uomini, la capacità di rovinare ogni cosa, anche senza volerlo fare. Forse, dico forse eh, (non perché cerchi giustificazioni), l’impulso è irrefrenabile. Dettato da qualcosa di altro, esterno, primordiale, che ha la capacità di soverchiarci. Dai, che ho detto forse!

    Quello che mi viene da dire, è che la Natura ha fatto l’Amore così bello per pochi motivi.
    Per raggiungere uomo e donna insieme, un’altezza altrimenti inarrivabile. Creare in quel momento qualcosa di vero e impalpabile. Il connubio insomma, tra reale e ideale, facendo di questo un emblema a cui anelare.
    E poi, per farne frutti!

    Siamo noi, che ci ricamiamo sopra e lo vorremmo così piuttosto che colà. Lo storpiamo. Lo pieghiamo ai nostri voleri. Lo usiamo come pretesto. Ce ne serviamo per appagarci. D’altra parte, però, siamo fatti soprattutto per farlo, l’amore.

    E74mi

    Rispondi
  7. Marco

     /  ottobre 20, 2014

    Non vorrei attirarmi le saette dei tanti (li adoro!!) avvezzi a credere che il corpo non menta mai, ma ahimè, non ci siamo.
    Puoi essere bravo quanto ti pare, ma non sarai mai bravo come talune artiste della finzione in questo campo.
    Fingono talmente bene che probabilmente neppure loro riescono più a distinguere quando stanno facendo sul serio da quando recitano.
    Per l’uomo, spero possiate essere tutti d’accordo, le cose di norma vanno un pochino diversamente.
    Ma qua è madre natura ad aver disposto diversamente, altrimenti , figuriamoci, le cose sarebbero andate alla stessa identica maniera.

    Comunque spesso sono le donne a volerlo il circo.
    Altrimenti poi di sera non avrebbero granchè da raccontare sedute al tavolo con le amiche.

    Rispondi
  8. Grazia

     /  ottobre 21, 2014

    Marco tu parli di orgasmo io parlo di emozioni. E ribadisco: il corpo NON MENTE MAI.
    E poi, questa non è una gara su chi mente di di più tra i due sessi.
    Una donna che si mette nella condizione di fingere un orgasmo, sta facendo innanzitutto del male a se stessa, perchè lei per prima è invischiata in una relazione che la porta a simulare per compiacere il partner. Che relazione è?
    Perchè lo fa?
    A chi è utile tutto questo?
    Una relazione basata sulla finzione e non sull’autenticità ha altri collanti da preservare che non sono sicuramente nè quelli affettivi e tantomeno quelli chimici.
    No grazie.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: