La bellezza delle donne

Un paio di week end fa, mi sono ritrovata a parlare di bellezza con un po’ di uomini, durante un tranquillo pomeriggio invernale.

Ci sono infinite sfumature di bellezza, interiore, estetica, mentale. Quindi, premesso che non parlavamo di fascino o di attrazione mentale, bensi di pura estetica, concordavano tutti nel sostenere una cosa: “non esistono donne brutte, esistono donne pigre”.

Questo concetto mi ha fatto riflettere. Non è una questione di altezza, perché ci sono donne poco slanciate, ma ben proporzionate molto belle o di colore dei capelli o di forme, ma piu’ di cura personale. Quante volte ci siamo ritrovate ad ammirare donne che magari non avevano un viso oggettivamente bello, ma che, ben vestite e ben curate risultavano essere molto attraenti.

E dato che mi piace mettermi sempre in discussione ci ho pensato. E’ vero che ci sono donne fortunate che nascono belle, alte e magre, ma è vero anche che, se si sta attente, se si mangia bene, se si fa tanto sport e soprattutto se si ha un buon gusto nel vestire, ogni donna puo’ sentirsi bella sempre.

In fondo ho cercato di analizzare quali fossero i momenti in cui ci sentiamo brutte e poco presentabili: ovvero quando siamo sovrappeso perché abbiamo esagerato con il cibo, quando è tanto tempo che non facciamo sport, quando è un po’ di tempo che non andiamo dall’estetista o dal parrucchiere o quando indossiamo vestiti anti sesso. (come le ballerine, che meritano pero’ un articolo a parte)

E non posso fare a meno di chiedermi: e’ davvero così semplice?

Diciamo che come concetto base potrebbe anche essere vero. Ma quello che differenzia una normale donna da una “ragazza copertina” è il tempo.

Ogni donna puo’ essere contemporaneamente mamma, moglie, manager, fidanzata o figlia e, il tempo che rimane per dedicarci a noi stesse, è davvero limitato.

Detto questo, è anche vero che quando si ha voglia e ci si fissa una priorità il tempo si trova, anche perchè la femminilità di una donna sta anche nel non trascurarsi e nel non lasciarsi andare mai, in primis per se stessa, e poi per il suo uomo.

Fare sport fa bene non solo per estetica, ma anche per un benessere mentale che poi si trasmette a tutte le persone che ci circondano. E non si dovrebbe mai permettere agli impegni o alla routine di impedirci di farlo. Ma senza mai farsi ossessionare dal fisico e soprattutto dando il tempo al nostro corpo di mostrarci i benefici del lavoro che stiamo facendo. Le cose fatte di fretta e drastiche non portano mai a risultati duraturi e sani.

Quindi posso capire ed approvare solo in parte questo concetto della “donna pigra”. Conosco tante donne che, in effetti, sono pigre e si valorizzano poco e che trovano mille scuse assurde ogni volta per non fare nulla per migliorarsi. Ma ne conosco anche tante altre che non hanno neanche il tempo di respirare, perché hanno un marito, dei figli, un lavoro, magari due genitori da curare e che vorrebbero tanto avere piu’ tempo per se stesse. E io le vedo comunque splendide per il riferimento importante che sono in grado di essere, sul lavoro e in famiglia. E non dobbiamo dimenticarci che non si puo’ essere sempre al 100% e che bisogna anche imparare a guardare questo tipo di bellezza che va oltre l’estetica e che vale, a mio avviso, anche molto di piu’.

Quindi, come in ogni cosa, il compromesso sta nel mezzo. Curarsi si, ossessionarsi, no.

E se volete ottimizzare i tempi, fatevi seguire da qualcuno bravo, qualcuno che possa darvi gli esercizi piu’ giusti per le vostre esigenze e per il vostro corpo e che magari vi possa dare consigli a 360 gradi per potervi rimettere in forma.

(Per info Alessio Rinelli http://www.alessiorinelli.it cell. 335-6304050)

IMG_1939

Articolo precedente
Articolo successivo
Lascia un commento

12 commenti

  1. Alessio Rinelli

     /  novembre 10, 2014

    wowoowowowo

    >

    Rispondi
  2. pietropaolo

     /  novembre 10, 2014

    Ti ho letto con attenzione, stavo per mettere un bel pensiero su tacchi, calze velate e gonna…
    ero pronto a farmi chiamare maschilista,
    lieto di un complimento o un battibecco
    … e poi mi sono trovato davanti ad uno spot…

    😦

    Per stavolta passo.
    commenterò il prossimo articolo della metamela ..

    Rispondi
  3. pallina

     /  novembre 11, 2014

    a volte basta un’amica che ti da due dritte per essere più carina e vincere la pigrizia!
    però alle ballerine non rinuncio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
  4. Alessandro

     /  novembre 17, 2014

    Secondo me, ci sono dei casi irrecuperabili. Ci sono delle scorfane in giro, lo stesso dicasi degli uomini, che sarebbe impossibile vederle un giorno carine, anche se passano l’intera vita a curarsi. Detto questo è vero, la vita frenetica ci porta a trascurare se stessi. Ho commentato il tuo post, ora però mi viene un dubbio. Hai scritto tutto ciò per fare pubblicità ad un preparatore atletico? Mah…

    Rispondi
    • Caro Alessandro, il concetto di bellezza e bruttezza e’ relativo. Magari per qualcuno sei scorfano pure tu. Inoltre uno nrl mio Blog io non faccio pibblicita’ … Do’ consigli e’ molto diverso. Secondo anche se fosse te l’hanno mai detto che la pubblicita’ e’ l’anima del commercio? Te ne sei accorto che ovunque c’e’ pubblicita? Sulla fisncata dell’autobus, nella tua mail, nrl tuo telefono, in tv in radio ecc . 😉

      Rispondi
  5. Alessandro

     /  novembre 17, 2014

    Mi dispiace, non sono d’accordo con te. La bellezza fisica è oggettiva; se mi parli di fascino è una cosa diversa ma se parliamo di fisico no. E’ vero posso non piacere a delle donne, ma se prendiamo un campione di 10 persone a 2 non posso piacere alle altre 8 sì. Anche tu sicuramente non piacerai ad alcuni uomini, ma oggettivamente ti considero una bella donna. Purtroppo in giro ci sono persone che in un campione di 10 persone non piacciono a nessuna delle 10. Queste persone, uomo o donna non importa, sono considerate veramente brutte. Di queste, purtroppo, nessuna azione può portare ad un miglioramento fisico. Tralascio la chirurgia, perché qui andiamo oltre il semplice miglioramento. Se invece mi parli di fascino, personalità ok, in questo caso il concetto di bellezza si allarga. Purtroppo conosco un paio di donne, che nonostante messa in piega, trucco, bei vestiti e diete, sono ancora single perché considerate brutte. Qualcuno ha provato a dire loro che la bellezza è negli occhi di chi guarda ma, purtroppo, nel loro caso chi guarda vede solo del brutto. Fortunatamente la maggior parte degli essere umani sono considerati normali, in questo caso la cura del proprio corpo può portare a favore loro. I brutti, i veri brutti, come i belli, i veri belli sono in minoranza. Forse il problema è un altro; al giorno d’oggi la pubblicità i film e quant’altro ci propinano dei modelli di bellezza che riteniamo irraggiungibile con la conseguenza di sentirci brutti dimenticandoci che molti dei personaggi di copertina sono rielaborati da photoshop.

    Rispondi
    • Su questo sono d’accordo con te… Standard troppo finti ed elevati e le petsone normali finisce che si sentono brutte o che si imbruttiscono sentendosi tali…

      Rispondi
  6. vorrei , se mi e’ consentito ,spezzare una lancia per tutte quelle lettrici che si sentono in qualche modo ”inadeguate” rispetto a certi standard di bellezza ritenuti troppo elevati .La bruttezza ha un vantaggio sulla bellezza : dura .

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: