“Nessuno si salva da solo”

Una delle frasi che sento dire più spesso, è che noi donne siamo delle rompi coglioni (scusate il francesismo).

E nella scelta della compagna per la vita, gli uomini cercano tendenzialmente donne che li facciano sentire liberi e leggeri.

Mi sono fermata spesso a riflettere su questo, cercando di auto-analizzarmi con ampio spirito di autocritica.

Scrivo sempre articoli divertenti e ironici, ma oggi voglio scrivervi a cuore aperto, in prima persona, non con l’intento di farvi ridere, ma con l’idea di condividere con voi uno stato d’animo che mi sta a cuore.

Ho un carattere sanguigno e passionale e fatico a stare zitta. Nel bene e nel male quello che mi passa per la testa esce dalla mia bocca. Il lato positivo è quello che non so essere falsa e bugiarda. Quello negativo è che per le persone che non amano le discussioni posso risultare impegnativa. E per tutta la vita mi sono sentita dire che devo cambiare e che come sono non vado bene.

Ho provato più volte a correggermi, intontita anche da alcune amiche che, seppur ben intenzionate, mi rimproveravano di essere pesante, ma il risultato è che non ero più me stessa e alla fine non riuscivo comunque a dare quello che invece sono in grado di dare quando mi sento a mio agio con una persona che mi capisce.

Certamente in amore bisogna scendere a compromessi. Certamente bisogna venirsi incontro e cambiare alcuni aspetti della vita che si faceva da single, altrimenti è meglio rimanere soli.

Ma il rapporto non può essere costruito sulla base si tattiche. Quanti libri sono usciti, quanti film e io stessa quanti decaloghi assurdi di comportamento ho scritto per cercare di aiutare le donne ad affrontare il mondo maschile. La verità è che non ci sono regole. La verità è che io per prima predico bene e razzolo male. La verità è che ognuno di noi deve fare i conti con se stesso, con il proprio carattere, con le proprie paure e con quelle insicurezze che ci rendono così vulnerabili. Ognuno di noi è unico e ascoltare consigli o leggere libri o usare tattiche con la speranza di costruire una relazione solida, non servirà a nulla perchè, prima o poi, quello che siamo veramente verrà fuori e, quello, sarà il momento in cui crollerà tutto. Nessuno è perfetto, tutti sbagliamo e tutti abbiamo tanti difetti.

Viviamo in una società difficile che ci rincoglionisce e ci bombarda di messaggi sbagliati, convincendoci che i soldi, il potere e la bellezza siano la base di partenza per conquistare le persone. E in parte è vero…ma la domanda da farsi è: “Che tipo di persone sono attratte da queste cose? Sono quelle con cui vorremmo invecchiare? E’ il caso di dannarci tanto per loro?”

Tutto questo è profondamente sbagliato. E sapete quando l’ho capito? Quando mi sono ricordata che cosa significa scegliersi. Ed è una cosa cosi naturale, cosi spontanea per cui  ti trovi e al primo sguardo già si è accesa la chimica. E tu non hai dubbi, non ne hai mai avuti e i suoi difetti sono ciò che di lui più ti piace e che ti fa sorridere. Lo capisci perché lo difendi, non lo critichi mai, soprattutto quando parli di lui alle amiche. Lo capisci perché non riesci a stare lontana da lui, anche se sei la persona più impegnata e indipendente e anche se hai un milione di cose da fare, dal momento in cui lo ha incontrato, lui viene prima di tutto.

E viceversa lui sceglie te. Sceglie te, capite? Ti sceglie e ti trova bellissima e non smette mai di dirtelo. Quelle che per te sono rughe per lui sono stupendi segni di espressione che non può smettere di continuare a guardare. Quando ti vede nuda gli sembri ancora più bella, anche se tu, ormai, non conti più il tempo che passi in palestra o dall’estetista perchè non ti vedi in forma. Per lui il tuo carattere acceso è stimolante, il tuo perdere ogni tanto le staffe è divertente e rende la relazione viva e giocosa. Sa come prenderti, sa come gestire i tuoi sbalzi ormonali, sa come farti ridere anche quando sei nervosa. Si prende cura di te e non ti lascerà mai da sola.

Questo significa scegliersi, questo significa avere una relazione. Il resto è accontentarsi, è paura di stare soli, è avere la certezza di fare sbagli enormi.

Ognuno di noi porta dentro dei nodi che faticano a sciogliersi. Tutti abbiamo delle debolezze che ci portiamo dietro dal passato, per i più disparati motivi: un rapporto difficile con i genitori,  qualche lutto non superato o qualche paura mai realmente affrontata. Le abbiamo tutti, chi più chi meno e tutti viviamo con l’illusione di essere in grado di gestirle e a volte ci convinciamo di averle superate. Finchè non arriva qualcuno o succede qualcosa e tutto torna a galla e risprofondiamo nel fango e  tutti i nostri demoni ci prendono, facendoci commettere i soliti vecchi errori.

E a volte andiamo in tilt e saltiamo in aria e se abbiamo una persona accanto in quel momento si spaventa.

Ma c’è una grande differenza, amiche mie, tra la persona giusta e la persona sbagliata.

La persona sbagliata scapperà e sparirà. La persona giusta vi aiuterà. Capirà che se fino a ieri siete state in un modo e di colpo avete cambiato atteggiamento, c’è probabilmente qualcosa che non va e cercherà di capire, per quanto chiuse possiate essere, per quanto difficile possa risultare. Vi starà vicino e vi curerà con amore, indipendentemente da quanto tempo sia nella tua vita.

Le persone non sono strane, non sono matte, non sono pesanti. Le persone soffrono, le persone hanno paura, le persone sono insicure e, quando ci si sente deboli, quando ci si sente vulnerabili, la migliore arma di difesa è l’attacco. A me succede ancora ogni tanto, soprattutto quando mi scontro con cattiveria e maleducazione che fatico a gestire e spesso non so controllare. Bisognerebbe essere fredde e semplicemente chiudere. Io invece vado in tilt, completamente e mi arrabbio e sbraito e dico e scrivo cose che spesso neanche penso e mi illudo di poter far capire a chi mai capirà. Mi annebbio, mi arrabbio e perdo il controllo. Ma quando in passato ho trovato persone che mi hanno amato davvero, mi hanno amata anche con i miei vuoti e li hanno riempiti con tanto amore. 

Anche la persona che sembra più forte e solare può avere i suoi nodi, nessuno è perfetto. Il problema è che da una persona che sembra forte e solare nessuno si aspetta il crollo e quindi fanno più fatica a digerirlo.

Ho visto il film di Scamarcio Domenica “Nessuno si salva da solo” che  credo possa riassumere tutto quello che sto dicendo. Lei è certamente una persona problematica da subito, ma lui l’ha amata cosi tanto da riuscire a superare tutto, nonostante i momenti difficili e quando si è arreso, ha subito trovato la forza di ricominciare.

Nessuno si salva da solo, tutti abbiamo bisogno d’amore.

Diffidate da chi cerca di categorizzare l’amore in una serie di comportamenti standardizzati. Non vi è dubbio alcuno che, con furbizia e astuzia, si possa riuscire a far cadere nella rete la propria preda.

Questo però non è amore, è solo il motivo per cui ci sono tanti tradimenti e divorzi!

 image

Lascia un commento

35 commenti

  1. Bell’articolo Cry. Condiviso e pubblicato….. peró fa tanto Jerry Meguire. Ricordi il film? Quando scrisse il suo promemoria e l’ha consegnato a tutte le persone che affollavano l’azienda di procuratori sportivi, spietati e arrivisti, dove lui lavorava ad inizio film?….. poi ha perso il lavoro. Ovviamente non ti auguro quella fine, anche se da li è rinato un uomo nuovo, una persona nuova.
    Riguardo al tuo articolo bhe…. sei la dimostrazione che nella vita non si finisce mai di imparare, cge con questo tempo che ci sfugge tra le mani con attorno solo persone che cercano di correre appresso a quel tempo che non raggiungeranno mai ( ma non lo sanno e si smarriscono e neache quello sanno) fermarsi forse è la mossa giusta per capire, riflettere e riprenderci, quello che col tempo, ci è sfuggito. in questo articolo si nota chehai fermato la giostra sei scesa un attimo per vederla da un’altra prospettiva e hai notato quello che da sopra, tutti quelli che si ostinano a cavalcarla senza fermarsi non notano e forse, purtroppo, non noteranno mai. Sull’amore non sono un esperto, lunge da me l’esserlo, ma non posso che essere d’accordo con te e aggiungere, se posso permettermi, che quel sentimento a parer mio, non dovrebbe avere neanche un nome, perchè cambia in continuazione, muta da persona a persona da momento a momento… è qualcosa che non può avere un colore perchè, forse non esiste e non esisterà mai una tinta adatta per definirlo. Ognuno di noi vive e sente l’ “Amore” in maniera differerente. Per concludere dico solo, che forse il trucco o parte del gioco della vita è cercare qualcosa di più simile si avvicini al nostro modo di SENTIRE….. e se si riesce a trovare…..forse e dico forse…. quello sarà AMORE.

    Rispondi
  2. Non so se c’entra qualcosa ma mi andava di scriverlo. Beso

    Rispondi
  3. Lorenz

     /  marzo 19, 2015

    Non ti conosco, ma credo serva una buona dose di coraggio per pubblicare qualcosa che parli di sé; tu sei andata oltre: non hai toccato “qualcosa”, sei voluta andare al punto centrale, al cuore. E per questo serve la semplicità chi non ha nulla da difendere che è merce molto più rara del coraggio, già di suo scarsissimo. Del tuo pezzo mi ha catturato il titolo perché è vero che nessuno si salva da solo, e mi ha appassionato un’equazione implicita: la salvezza è l’amore; l’amore che non sappiamo bene che cosa sia, ma lo possiamo riconoscere da come agisce e, in questo, la tua descrizione è perfetta. Incontrarsi ed innamorarsi è un miracolo, scegliersi non dipende dal caso, è una decisione, serve poca apparenza e moltissima libertà. Quella libertà che usa chi non fugge, non racconta frottole a se stesso e agli altri. La libertà che serve per amare è quella che serve per essere felici; perché solo chi ama ed è amato è attento all’altro, si sintonizza con l’altro fino a raggiungere la medesima lunghezza d’onda ed affronta senza paura anche il sacrificio. Altro che compromesso! il compromesso è quello di chi si accontenta dentro un rapporto sbagliato trascinandolo nel tempo come solo le cattive abitudini. Oppure fa una vita “a noleggio” usando tutto e tutti finché ne può godere. I rapporti “ad uso e consumo”, d’amore e d’amicizia, di cui è piena la città. Però a questo punto, cara Metamela, dovresti cambiare il tuo motto: “single felici in attesa dell’amore” perché se nessuno si salva da solo, nessuno può essere felice da solo. Neanche tu.

    Rispondi
    • Lorenz grazie mille del commento e ne condivido ogni parola ma devo puntualizzare sull’ultima riga. L’obiettivo del mio Blog è quello di invitare tutti i single a non rassegnarsi e non accontentarsi se non. Hanno ancora trovato l’amore. Per farlo bisogna essere felici e farsi trovare felici. Questo non significa essere felici di essere soli ma essere felici perché preparati a ricevere amore. E se sei depresso non lo vedi e non lo puoi ne dare ne ricevere. 😊

      Rispondi
  4. Igor

     /  marzo 19, 2015

    Forse sono pessimista, ma non credo all’amore per sempre…tutto quel cercarsi e non vedere i difetti altrui come da te descritto, sono solo una fase dell’amore che direi iniziale o di innamoramento. Purtroppo mi è capitato, ed è capitato ad altri, che tutti quei difetti iniziali che tanto ti piacevano con il tempo sono diventati insopportabili, mi è capitato di vedere nuda la mia donna e di vedere solo che era grassa e da lì partivano i paragoni. Per carità non voglio dire che io sono meglio degli altri, anch’io ho i mie difetti fisici e caratteriali, purtroppo questi sono diventati insopportabili nei confronti della donna di turno. Per me il vero amore non continua in maniera automatica. Nell’innamoramento è tutto bello, hai sempre voglia di lei, o di lui. Ti piace tutto di lui, pregi e difetti. Sei innamorato. Ma per continuare a mantenere il rapporto lo devi costruire giorno per giorno e purtroppo, al giorno d’oggi, è più facile buttare via le cose e ricomprarle, quindi è più facile mollare e trovarsene un altro. Questo succede anche quando un amore inizia in maniera spontanea con la chimica giusta. Quindi anche l’essere se stessi non ti dà la certezza della riuscita di un rapporto.

    Rispondi
    • Nulla ti può dare la certezza. Ma iniziare con il piede giusto aiuta. Almeno sai quello che “compri” e non hai brutte sorprese quando apri il pacchetto. Per me è già un buon inizio. Poi va tutto alimentato è certamente potrà comunque finire! Ma almeno partire con il piede giusto.. 😉

      Rispondi
  5. Marco

     /  marzo 19, 2015

    …giusto domenica scorsa sul Corsera, nell’ambito di un articolo di Elvira Serra, in basso a sx c’era un quadratino di Daniela Monti, molto bello.
    Parla d’amore.
    L’amore paragonato alla stregua di un titolo “…ma non bisogna spaventarsi alla prima oscillazione di mercato: se il titolo vale , saprà risalire. Sul lungo conviene”.
    What is love?

    Un abbraccio, Marco.

    Rispondi
  6. AH FINALMENTE L’ASPETTAVO EH CRI 🙂
    RIPRENDO PERCHE’ MERITA CON L’AGGIUNTA DI QUALCOSA, NULLA IN FONDO

    Una delle frasi che sento dire più spesso, è che noi donne siamo delle rompi coglioni (scusate il francesismo). [BALLE E’ BIPARTISAN SIAMO TUTTI ROMPICOGLIONI STRESSATI]
    E nella scelta della compagna per la vita, gli uomini cercano tendenzialmente donne che li facciano sentire liberi e leggeri.

    [e un esigenza di quest’epoca, ma la vera gioia dell’esistenza non è nel non avere difficoltà,ma nella gioia di superarle assieme]

    Mi sono fermata spesso a riflettere su questo, cercando di auto-analizzarmi con ampio spirito di autocritica.
    Scrivo sempre articoli divertenti e ironici, ma oggi voglio scrivervi a cuore aperto, in prima persona, non con l’intento di farvi ridere, ma con l’idea di condividere con voi uno stato d’animo che mi sta a cuore.
    Ho un carattere sanguigno e passionale e fatico a stare zitta. Nel bene e nel male quello che mi passa per la testa esce dalla mia bocca. Il lato positivo è quello che non so essere falsa e bugiarda. Quello negativo è che per le persone che non amano le discussioni posso risultare impegnativa. E per tutta la vita mi sono sentita dire che devo cambiare e che come sono non vado bene.
    Ho provato più volte a correggermi, intontita anche da alcune amiche che, seppur ben intenzionate, mi rimproveravano di essere pesante, ma il risultato è che non ero più me stessa e alla fine non riuscivo comunque a dare quello che invece sono in grado di dare quando mi sento a mio agio con una persona che mi capisce.

    [pensa a ciò che dici, per dire quello che pensi nel modo giusto]

    Certamente in amore bisogna scendere a compromessi. Certamente bisogna venirsi incontro e cambiare alcuni aspetti della vita che si faceva da single, altrimenti è meglio rimanere soli.
    Ma il rapporto non può essere costruito sulla base si tattiche. Quanti libri sono usciti, quanti film e io stessa quanti decaloghi assurdi di comportamento ho scritto per cercare di aiutare le donne ad affrontare il mondo maschile. La verità è che non ci sono regole. La verità è che io per prima predico bene e razzolo male. La verità è che ognuno di noi deve fare i conti con se stesso, con il proprio carattere, con le proprie paure e con quelle insicurezze che ci rendono così vulnerabili. Ognuno di noi è unico e ascoltare consigli o leggere libri o usare tattiche con la speranza di costruire una relazione solida, non servirà a nulla perchè, prima o poi, quello che siamo veramente verrà fuori e, quello, sarà il momento in cui crollerà tutto. Nessuno è perfetto, tutti sbagliamo e tutti abbiamo tanti difetti.
    Viviamo in una società difficile che ci rincoglionisce e ci bombarda di messaggi sbagliati, convincendoci che i soldi, il potere e la bellezza siano la base di partenza per conquistare le persone. E in parte è vero…ma la domanda da farsi è: “Che tipo di persone sono attratte da queste cose? Sono quelle con cui vorremmo invecchiare? E’ il caso di dannarci tanto per loro?”

    [è la società della mercificazione dell’amore, dei sentimenti come un prodotto di consumo e con la relativa scadenza, della sessuomania e del piacere fine a stesso]

    Tutto questo è profondamente sbagliato. E sapete quando l’ho capito? Quando mi sono ricordata che cosa significa scegliersi. Ed è una cosa cosi naturale, cosi spontanea per cui  ti trovi e al primo sguardo già si è accesa la chimica. E tu non hai dubbi, non ne hai mai avuti e i suoi difetti sono ciò che di lui più ti piace e che ti fa sorridere. Lo capisci perché lo difendi, non lo critichi mai, soprattutto quando parli di lui alle amiche. Lo capisci perché non riesci a stare lontana da lui, anche se sei la persona più impegnata e indipendente e anche se hai un milione di cose da fare, dal momento in cui lo ha incontrato, lui viene prima di tutto.
    E viceversa lui sceglie te. Sceglie te, capite? Ti sceglie e ti trova bellissima e non smette mai di dirtelo.
    Quelle che per te sono rughe per lui sono stupendi segni di espressione che non può smettere di continuare a guardare. Quando ti vede nuda gli sembri ancora più bella, anche se tu, ormai, non conti più il tempo che passi in palestra o dall’estetista perchè non ti vedi in forma. Per lui il tuo carattere acceso è stimolante, il tuo perdere ogni tanto le staffe è divertente e rende la relazione viva e giocosa. Sa come prenderti, sa come gestire i tuoi sbalzi ormonali, sa come farti ridere anche quando sei nervosa. Si prende cura di te e non ti lascerà mai da sola. [per lui è bello che tu esista e lo stesso vale per te ]
    Questo significa scegliersi, questo significa avere una relazione. Il resto è accontentarsi, è paura di stare soli, è avere la certezza di fare sbagli enormi.
    [il resto è giocare con se stessi e la vita degli altri]

    Ognuno di noi porta dentro dei nodi che faticano a sciogliersi. Tutti abbiamo delle debolezze che ci portiamo dietro dal passato, per i più disparati motivi: un rapporto difficile con i genitori,  qualche lutto non superato o qualche paura mai realmente affrontata. Le abbiamo tutti, chi più chi meno e tutti viviamo con l’illusione di essere in grado di gestirle e a volte ci convinciamo di averle superate. Finchè non arriva qualcuno o succede qualcosa e tutto torna a galla e risprofondiamo nel fango e  tutti i nostri demoni ci prendono, facendoci commettere i soliti vecchi errori.
    E a volte andiamo in tilt e saltiamo in aria e se abbiamo una persona accanto in quel momento si spaventa.
    Ma c’è una grande differenza, amiche mie, tra la persona giusta e la persona sbagliata.
    La persona sbagliata scapperà e sparirà. La persona giusta vi aiuterà. Capirà che se fino a ieri siete state in un modo e di colpo avete cambiato atteggiamento, c’è probabilmente qualcosa che non va e cercherà di capire, per quanto chiuse possiate essere, per quanto difficile possa risultare. Vi starà vicino e vi curerà con amore, indipendentemente da quanto tempo sia nella tua vita.
    [la persona giusta capirà, ma bisogna anche farsi capire]

    Le persone non sono strane, non sono matte, non sono pesanti. Le persone soffrono, le persone hanno paura, le persone sono insicure e, quando ci si sente deboli, quando ci si sente vulnerabili, la migliore arma di difesa è l’attacco. A me succede ancora ogni tanto, soprattutto quando mi scontro con cattiveria e maleducazione che fatico a gestire e spesso non so controllare. Bisognerebbe essere fredde e semplicemente chiudere. Io invece vado in tilt, completamente e mi arrabbio e sbraito e dico e scrivo cose che spesso neanche penso e mi illudo di poter far capire a chi mai capirà. Mi annebbio, mi arrabbio e perdo il controllo. Ma quando in passato ho trovato persone che mi hanno amato davvero, mi hanno amata anche con i miei vuoti e li hanno riempiti con tanto amore. 
    Anche la persona che sembra più forte e solare può avere i suoi nodi, nessuno è perfetto. Il problema è che da una persona che sembra forte e solare nessuno si aspetta il crollo e quindi fanno più fatica a digerirlo.
    Ho visto il film di Scamarcio Domenica “Nessuno si salva da solo” che  credo possa riassumere tutto quello che sto dicendo. Lei è certamente una persona problematica da subito, ma lui l’ha amata cosi tanto da riuscire a superare tutto, nonostante i momenti difficili e quando si è arreso, ha subito trovato la forza di ricominciare.
    Nessuno si salva da solo, tutti abbiamo bisogno d’amore.
    [LA VITA E’ AMORE SIAMO NATI PER QUELLO FORSE CE LO SIAMO DIMENTICATI…]

    ciao fai la brava ah ah ah e non guardarmi così ah ah

    Nessun Dorma

    Rispondi
  7. Sei sempre molto dolce Cristina, grazie 🙂

    Il nessuno di sempre

    Rispondi
  8. Alessio Rinelli

     /  marzo 21, 2015

    Smack

    >

    Rispondi
  9. Michele

     /  aprile 1, 2015

    Ciò che scrivi è puntuale e reale. Noto però che tendi a far parte di un gruppo di “scontenti” che urla parole “garbate” contro chi ha fatto terra bruciata intorno a te.
    Per un attimo forse, bisogna guardare con gli occhi dell’altro…….. e magari capire, perchè si scappa !

    Rispondi
  10. speedy

     /  aprile 9, 2015

    “L’Amor si coltiva con pianti e sorrisi,
    d’Amor si consuma il rimpianto nei visi,
    chi fugge si perde nell’ombra del Sol,
    può esser fortuna esser Amato d’Amor?”

    🙂

    Rispondi
    • Speedy bellissima grazie 😀

      Rispondi
      • speedy

         /  aprile 10, 2015

        Di nulla 🙂 ma la risposta al mio quesito? Può essere fortuna chi trova l’Amore Vero? Grazie a te che sei un bellissimo “Fior di Donna”! 😉

      • Sicuramente per trovarsi ci vuole tanta fortuna. Poi però bisogna anche impegnarsi 😊😊😊

  11. pietropaolo

     /  aprile 20, 2015

    uè metamela …è primavera…il sole è stupendo e la gente più bella … molla tutti questi ragionamenti e concediti un bel weekend di svago ….
    magari sbaglio ma vedo una certa tristezza di fondo nell aprire te stessa 😉

    kisssssS

    Rispondi
  12. luca

     /  maggio 1, 2015

    Ma è l’amore che trova noi o siamo noi che lo cerchiamo e lo troviamo ? Quanto dura ? Perché finisce ? L’attrazione fisica è basilare ? E se finisce o cambia nei modi e nel tempo finisce anche l’amore ? La casa del mulino bianco quanto ci ha influenzato da piccoli ? E se una persona volesse amare senza regole scritte ? Se non volesse figli ? Se volesse sentirsi libero di scegliere il proprio partner ogni giorno senza dogmi imposti dalla società ? Quante domande quanta confusione regna in ognuno di noi….una cosa è certa: dobbiamo vivere la nostra vita senza paura di soffrire accettare e imparare dai momenti felici e da quelli tristi. Solo così potremo dire ” io ho amato sognato sperato sofferto, io esisto”.

    Rispondi
  13. luca

     /  maggio 2, 2015

    grazie a te Cri,finalmente qualcuno che parla di sentimenti e d’amore !!!

    Rispondi
  14. rosarioboc (Sarino)

     /  giugno 13, 2015

    L’amore già, questa “insana e bellissima” abitudine che ci vede spesso viaggiatori e naufraghi, alla ricerca dell’isola che non c’è…ma prima o poi capiterà una riva dove approdare per farne oasi e promessa.
    La cosa fondamentale è essere sempre se stessi, :). Ciao

    Rispondi
  15. Chiara

     /  luglio 14, 2015

    Ciao Cristina,
    è tantissimo che non ti leggo, sono successe tante cose. Poi ieri, per caso ti ho ritrovato e trovo questo post molto vero e attuale. Io credo che nulla sia più vero che bisogna prima di tutto amarsi per quello che si è e solo così si è pronti ad accogliere l’altro per quello che è e quindi ad amarlo. I difetti dell’altro non è che all’inizio piacciono e poi ad un certo punto non si sopportano più. I difetti sono difetti, non piacciono a nessuno. La differenza sta nell’accettarli così come sono, nè più nè meno. Solo così non ci si sveglierà un giorno chiedendosi chi diavolo sia colui/colei che abbiamo accanto.
    Un abbraccio

    Rispondi
  16. isaBella

     /  novembre 3, 2015

    “E a volte andiamo in tilt e saltiamo in aria e se abbiamo una persona accanto in quel momento si spaventa.”
    E quando la prima parte di questa frase succede all’altra persona (uomo), io nonostante tutto non mi spavento, ma è lui quello che scappa?

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: