Dieci cose fondamentali che gli uomini dovrebbero capire

Io fatico a capire il motivo per cui, nel 2017, non ci sia ancora un manuale legalizzato di reciproca comprensione per uomini e donne.

Tanto le lamentele sono sempre le stesse: loro dicono che siamo pesanti, togliamo la libertà, li soffochiamo, gli togliamo tempo al calcio, ai videogiochi, alle birre con gli amici e gliela diamo troppo poco.

Noi lamentiamo invece una scarsa attenzione nei nostri confronti, il non ascolto, la non presenza, la mancanza di buone maniere e, fondamentalmente, se fossero più romantici,  gliela daremmo anche un pò di più, evitando i nostri famosi mal di testa.

Ora, cari maschietti, nel mio piccolo, vorrei  farvi un grande regalo e darvi un importante contributo per permettervi di evitare certi errori, invitandovi ovviamente a fare lo stesso, in modo tale da capirci tutti meglio.

Perché io sarei più che felice di avere delle istruzioni per capirvi, quindi approfittatene e fatene tesoro!

Partiamo dall’ABC:

1) IL CONTO: allora, l’emancipazione, Signori belli, non c’entra nulla con il vostro essere taccagni! NOI, possiamo serenamente pagarci una cena o una colazione o un week end, ma se ci state invitando VOI, il conto spetta a VOI (Galateo docet). Fate un rapido calcolo di cosa vi potete permettere, perché vi assicuro che fate molta più bella figura a portarci in pizzeria e pagare voi, che in un ristorante stellato e chiederci la nostra metà. E per tutti quelli che hanno già la tastiera calda per dire qualche fesseria sulla parità o su argomenti simili, rispondo subito che nessuno, qui, vuole farsi mantenere da voi! Io sto parlando di galanteria, di eleganza, di classe, che non c’entrano nulla con questo nè con la noiosa accusa che cerchiamo qualcuno ricco. Si può essere Signori senza soldi e si può essere taccagni e cafoni anche pieni di soldi (e questi ultimi, purtroppo sono tanti).  Le donne, quelle vere, quelle che vi dovreste scegliere, poi trovano sempre il modo di sdebitarsi e ricambiare. Per quanto riguarda voi, abbiate la dignità di proporre quello che potete permettervi di offrire e non quello che potete permettervi di dividere. E’ molto diverso!

2) SCELTA RISTORANTE: quando ci invitate a cena, se l’invito parte da voi, il ristorante, signori cari, lo dovete scegliere e prenotare voi. Colgo l’occasione per un piccolo sfogo personale: io non mangio pesce e mi rendo conto che questo, per la maggior parte delle persone, sia un reale dramma che porta ad andare in crisi esistenziale. Però, mi mettete in imbarazzo se mi costringete a dover rovinare la magia della prima uscita ritrovandomi in un ristorante dove non mangio nulla che, non capisco il perché, è quasi sempre un sushi o un ristorante solo pesce. Se non conoscete bene la donna con cui state uscendo, diamine, è cosi difficile prenotare un ristorante italiano dove si mangia tutto? Inoltre, nota numero due, il fatto che io non mangi pesce non vuol dire che in automatico dobbiamo andare in un ristorante di carne!!! Non conto piu’ le volte in cui sono stata nei ristoranti argentini della città, probabilmente mi faranno una tessera ad honorem! Fine dello sfogo personale. Un pò più di fantasia dai! E, ovviamente, passatela a prendere e non ditele “ci vediamo lì”!

3) COSTUME DA BAGNO: lo slippino no, vi prego! Su di me ha lo stesso effetto che per voi può avere la ballerina abbinata alla mutanda della nonna! Innanzitutto vi sta male, siete inguardabili, anche se avete un bel fisico. Secondo, se è un tema di abbronzatura, vi assicuro che lato nostro non ce ne frega nulla. Terzo se volete mettervi la mutanda, poi non lamentatevi se noi ci soffermiamo a guardare i surfisti con quei costumi lunghi, molto piu’ virili e sexy dei vostri e vi consiglio di alzare subito i tacchi e andarvi a cambiare!

4) DEPILAZIONE: ma perché vi depilate? No davvero, perché vi ostinate a perseguire un modello effemminato che proprio non ci piace? Noi siamo attratte dal maschio virile che ha i peli, tolleriamo che ve li togliate al massimo sulla schiena, ma vi prego, lasciateveli altrove, ovunque! Perchè non è bello guardare qualcosa che sembra un pollo spelacchiato…

5) ACCESSORI: sono due gli accessori a mio avviso consentiti all’uomo etero: l’orologio e, se sposato, la fede nuziale. Tutto il resto è di cattivo gusto e lontano da tutto ciò che è considerato elegante.

6) CAPELLI, BARBA E SOPRACCIGLIA: lasciate tutto naturale per favore. Punto!!

7) DIETA: mangiare è come fare l’amore, una cena può essere un vero e proprio preliminare e il rapporto tra cibo ed emozioni, credo sia direttamente proporzionale. Valutate voi se volete proseguire la serata con un uomo che mangia solo verdura e gallette!

8)I SELFIE: allora qui è inutile che mi diciate che uomo e donna siano uguali. No signori, la donna da che mondo e mondo è vanitosa, è  donna e, apparire, è una cosa per lei assolutamente naturale e normale. Una volta lo faceva con pizzi e merletti, oggi lo fa con i selfie. L’ uomo che vive di selfie con la boccuccia a culo di gallina, invece, è totalmente innaturale. La prima donna, deve essere una donna Signori! La parola stessa lo suggerisce. Lasciate perdere la vanità se volete essere considerati uomini veri!

9) IL CORTEGGIAMENTO: allora, non ne siete più capaci (o lo sono in pochi) e questa è una certezza. Senza pretendere tanto, perché oramai ci ho rinunciato, riuscite almeno a cercare di dare una lontana percezione di piacere in quello che state facendo, senza farlo sembrare un favore?  Sarebbe già qualcosa…

10) WHATSAPP: Ultimo, ma non meno importante. Io in questo sono estrema, me ne rendo conto: se non mi rispondete vi elimino! Ma non perché, come mi è capitato di sentirmi dire, io sia matta. No, molto più banalmente, perché alla mia età, so perfettamente cosa ci sta dietro a quella “non risposta” e a quel tipo di persona e, semplicemente, non mi interessa! Non è difficile da capire, non devo essere accomodante con chi non mi va di esserlo, abbiamo cosi poco tempo libero, se permettete, lo uso con le persone che sono allineate a me e che mi fanno stare bene. Chi non risponde, non rientra tra queste. Mi piacciono le persone limpide, trasparenti e soprattutto educate. La vita è una continua scelta e questo è quello che scelgo io per essere felice a modo mio.

Quindi facendo un rapido punto, care lettrici, se avete tra le mani un uomo che gestisce bene anche solo la metà di queste cose, tenetevelo stretto! Perché credetemi, sono una rarità!

 

Articolo successivo
Lascia un commento

36 commenti

  1. beppe pellegrino

     /  ottobre 16, 2017

    Quando scrivi sei fantastica

    Inviato da iPhone di beppe pellegrino

    Rispondi
  2. Alessio keller

     /  ottobre 16, 2017

    Tinozz, lo in qualche foto selfye , o che mi fanno, ammetto di avere la bocca a culo di gallina…secondo quello che dici, per il resto ,sono l’uomo perfetto..spero che tu abbia ragione…di certo sei una donna, se non le capisci tu….kiss

    Rispondi
  3. Valerio

     /  ottobre 17, 2017

    a me le ballerine piacciono…:-)

    Rispondi
  4. Valerio

     /  ottobre 17, 2017

    no quelle no…:-)

    Rispondi
  5. Che poi vai dall’estetista e se prima era una cosa che ti faceva sentire donna e coccolata a seconda di ciò che dovevi fare, ora ti siedi ad aspettare il tuo turno e ti ritrovi circondata da uomini con le sopracciglia ad ali di rondine. E magari sei li per fare una semplice cera ma quando la signorina chiede loro cosa devono fare buttano giù un ” cera petto, sopraciglia, massaggio anticellulite e lampada ad alta tensione” e il tuo proposito di sentirti più donna è andato a quel paese. Un saluto

    Rispondi
  6. Emanuele

     /  ottobre 17, 2017

    d’accordo su tutto meno che su i whats up che sono una cosa da 15 anni.una volta e non molto lontano non esisteva whats up quindi il proprio uomo lo si chiamava al telefono!

    Rispondi
    • Emanuele fosse per me lo abolirei… però dato che è diventato a tutti gli effetti un mezzo di comunicazione… quantomeno usatelo con educazione 😉

      Rispondi
  7. Ale

     /  ottobre 17, 2017

    Io che speravo di trovare qualcosa che ancora mi sfuggiva date le premesse 😊.. invece selfie, cene e whatsapp.. indicato per i 15enni alle prime armi.
    Se è rivolto ai 40enni che frequenti allora capisco perché tu non abbia ancora trovato quello giusto. Con stima e affetto. Ale

    Rispondi
  8. Valerio

     /  ottobre 18, 2017

    …whats up, facebook, e-mail…sono solo mezzi di comunicazione; introdotte le macchine da scrivere, le vecchie generazioni ne disprezzavano la freddezza rispetto alla calligrafia; pensiamo al vinile che oggi viene fatto oggetto di culto, eppure appena introdotto veniva disprezzato da chi invocava come unico ascolto quello dal vivo…

    Non ha importanza, a mio parere, che metodo di comunicazione si stia utilizzando, è più importante quello che uno dice…ma…attenzione è ancora e immensamente più importante ciò che uno fa…

    è questa la vera differenza…la tecnologia e l’estetista possono aiutarti a sembrare come tu vorresti essere… ma nonostante le sopracciglia rimesse a posto… rimani quello che sei…

    spesso crediamo di essere speciali, almeno in qualcosa…ma in realtà non lo siamo…nella famosa curva a campana…il nostro campione è probabile ricada nella media…

    quando scrivi ad una donna…e sei “sterile” e pensi solo a te, o solo alla strategia da attuare per “averla” e non l’accompagni in un mondo diverso da quello in cui è..se non hai in testa, quella “magia” …puoi scriverle, parlarle o mandarle 1000 rose…e non comunicarle niente…

    …il tempo è limitato, anche se non piace pensarlo…

    …le persone che incroceranno la tua vita non sono un numero infinito, i posti limitati…

    …bisogna lasciarne andare molte…e curare quelle che sanno parlarti e condividere…con facebook, e-mail, con poesie, rose, sguardi o gesti…non ha importanza…

    Valerio

    Rispondi
  9. luca

     /  ottobre 21, 2017

    no Cristina mi dispiace ma e’ una cazzata quella del n.1 il conto,specialmente alle prime uscite lo paga l’uomo,non ho mai visto ne’ sentito anche da parte di amici il chiedere la meta’ dei soldi….dai siii sincera e’ uno scherzo 🙂

    Rispondi
    • Luca non scherzo affatto! Mi è capitato e anche di recente che mi chiedessero la metà

      Rispondi
      • Luca

         /  novembre 8, 2017

        Allora vuol dire che lui ti ha invitato in amicizia e non come corteggiamento,così ha una spiegazione plausibile.Non esiste un corteggiamento con i conti divisi😉

      • Purtroppo no 🙈🙈🙈

  10. Valerio

     /  ottobre 21, 2017

    Non mi nascondo, al massimo passo inosservato…😁

    Rispondi
  11. Praticamente sono l’uomo perfetto! Veramente… ci separano solo l’età (sigh!) e l’accessorio nuziale… 🙂

    Rispondi
  12. Già se ti dai delle regole si parte male…
    Ma diciamo anche le nostre…
    Il piedino deve essere perfetto
    (Regola numero uno al mondo)
    La caviglia deve essere fine
    Ecco sono finite! Per il resto puoi avere o indossare qualsiasi roba sexy ma se hai un polpaccio come nibali e i piedi orrendi mi spiace lassa stà.
    Scherzi a parte se vuoi un uomo in camicia ti innamorerai di uno in maglietta. È sempre cosi

    Rispondi
  13. Steff

     /  marzo 31, 2018

    Interessante punto di vista cui si potrebbe replicare con ordine ma meglio reagire in maniera impulsiva, di pancia, da uomo… il mio punto di vista è che alcune cose siano imprescindibili, e le tue osservazioni sono tutte legittime, ma….. da che mondo è mondo la donna è più celebrale, colta, attenta ai dettagli, noi dell’invenzione della ruota, tranne rari casi, ci siamo evoluti a stento. Anche l’uomo più colto ed attento in realtà nasconde un ruttatore seriale. La mia conclusione è che noi siamo molto più basilari, se una donna dice non so non mi va di fare questo, con l’intento in realtà di farlo, noi abbiamo già resettato tutto, ci manca la capacità di ascolto. La maggior parte di noi però non nota, almeno subito, la ricrescita o quel filo di ciccia, che per voi sono una tragedia. Il maschio medio vi dà libertà, chiedendo un trattamento equo, ma proprio perché le donne sono più evolute, pulite ed attente, non comprendono il significato della parola equità, o forse non lo applicano come i membri maschili della propria specie. Sto generalizzando, forse banalizzando, sull’inspiegabile, ma ancora non mi capacito di come non vi siate già prese il mondo, perché siete geneticamente superiori, più resistenti e più interessanti, ma allo stesso tempo autodistruttive e capaci di sentimenti estremi. Scritto questo non ho capito nulla del sesso femminile, ma in piccola parte posso riassumere quello maschile, o almeno quello che io rappresento:

    Il rasoio lo usiamo per sbaglio, perché sennò ci rompono al lavoro o a casa, ma solo per radersi, al più le ascelle se fai sport dove il pelo da fastidio. Il resto così è e così rimane, anche tingerlo non ha senso, meglio perderlo
    Il bicipite, l’addominale o il pettorale ci fanno gola, ma ci piace mangiare e mediamente chi fa sport, brucia un filo di più. Detto questo andare al ristorante per un insalata mi da ai nervi, preferisco pagare (visto che non lascerò mai anche solo pensare ad una donzella, che debba estrarre il portafoglio) un centone.
    Il silenzio per noi è rigenerante, ci piace parlare, ma mediamente meno di voi, perché in genere abbiamo meno argomenti, ma allo stesso tempo siamo meno prolissi… quasi tutti
    Fisicamente siete più belle, la natura vi ha volute così, potremmo avere occhi solo per voi, ma per strada un culo o una balconata ci fanno deviare lo sguardo, è selezione naturale, basta che uno poi non salti di mutanda in mutanda
    La maggior parte di noi si veste in 5 minuti ed è pronto in dieci, ma se ci chiedete cosa dovreste mettervi o come dovete vestirvi in base al tempo che fa, allora…. la stragrande parte di noi non è un influencer e vi dirà che state bene con quel che avete, che di solito sono mutanda e reggiseno
    Questa è banale, ma se vediamo una palla ci corriamo dietro, siamo meno forti di voi ma più camerati, in gruppo sappiamo coalizzarci proprio per la nostra semplicità
    Generalmente mentiamo male, se siamo al mare e volevamo la montagna, o se ci portate all’Ikea, la nostra faccia rifletterà primao poi il nostro scazzo… ps l’uomo vero odia l’Ikea

    Ho scritto di getto, senza rileggere, a questo post su cui sono capitato per caso. Ora mi alzo e vado a fare una bella colazione. Buona vita, magari la metà mela non esiste, però il mondo è pieno di frutta buona.

    Rispondi
    • Steff il tuo è uno dei commenti più belli che abbia mai letto. Grazie di essere stato sincero e di avere scritto nella mia lingua ovvero di getto e di cuore.
      E nulla accade per caso… 😉

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: